Categorie
2015

16.02.2015

3° giorno del ritiro di Carnevale

Cari figli!
Innanzitutto, voglio augurarvi la pace di Dio! La pace di Colui che è morto sulla croce, riversando questa pace su tutti i cuori. La pace di Colui che è la misericordia, la compassione, la redenzione. Che la luce dei nostri bambini sia con noi!

All’inizio di questo messaggio, chiedo a tutti i presenti di chiudere gli occhi – tutti quelli che sono venuti per fare questo ritiro spirituale. Quante cose belle avete raccolto in questo ritiro spirituale! Quante grazie state ricevendo, soprattutto la grazia di saper ringraziare Dio per questo grande invito, fatto attraverso gli evangelizzatori di quest’opera. Questo è avvenuto affinché poteste contemplare la Santissima Trinità, insieme alla Vergine Maria, alla presenza del Cielo che è in mezzo a noi! Questo invito è stato accettato solo dagli umili, dai semplici, dagli uomini di fede. Questi sono stati in grado di dire il loro “sì”.

In verità, è stato Gesù a chiamarci per essere qui oggi! In questo momento, tenendo gli occhi chiusi, riflettiamo sulla situazione attuale del Brasile, sul fatto che c’è così tanto dolore nella vita dei giovani che, purtroppo, non sanno festeggiare in modo felice. Questa è verità, figli! Quanta sofferenza! Quanti giovani, in questi giorni, hanno seminato tanta tristezza e, insieme a loro, i loro familiari!

Facciamo un minuto di silenzio. Anch’io farò questo minuto di silenzio insieme a voi. Innanzitutto, prepariamo i nostri cuori per questo silenzio. Siamo nell’anno della pace! Questo è l’anno dedicato ai bambini. Allora, in questo momento, sentite quanto sono belli i bambini qui presenti. Sono come angeli del Signore intorno alla sua bellissima presenza. Sento già Gesù che abbraccia questi bambini e li prende in braccio, guidandoli, affinché siano figli di Dio benedetti!

Prepariamo i nostri cuori. Viviamo questo momento e chiediamo perdono a Dio.

Avete avuto tante battaglie per arrivare a questo ritiro spirituale. E ancora, quando siete arrivati qui, avete trovato persecuzioni, parole dette senza amore. Avete incontrato tante battaglie per resistere a questa grande missione di essere servi del Signore e di essere realmente figli perseveranti nella fede. Ma siete sopravvissuti a tutti i combattimenti, le insidie e le cattiverie del demonio, che sono state tante!

Anche se sappiamo che è stato Dio a creare questa Valle dell’Immacolata Concezione, affinché fosse un canale di grazia per il mondo nei tempi finali, specialmente per le anime bisognose di perdono, guarigione e liberazione, oggi vediamo molte sofferenze spirituali in questo luogo e sulla Terra.

Il Brasile vive questo in questi giorni, sperimentando la sofferenza dell’anima. Pensate a un’anima lontana da Dio! Pensate a quanto il demonio distrugge la purezza di così tanti giovani e adolescenti in questi giorni. Ma noi possiamo ancora dire in ginocchio: “Signore, grazie per la presenza di questi bambini che sono qui, perché i loro genitori, mossi dalla fede, hanno avuto l’onore di dire il loro ‘sì’ per vivere questo ritiro spirituale, guidato da Gesù Misericordioso. “

Ogni padre e ogni madre loderanno Dio per il loro “sì”. I bambini, che sono lo splendore maggiore di questo ritiro spirituale, devono sapere che di loro è il Regno di Dio! È per loro che dobbiamo lottare per il Regno di Dio! Ringraziamo Dio anche per il cibo, che è frutto della provvidenza di Dio. Qui si vive la grande fraternità!

Quando Gesù evangelizzava, ci mostrava che la più grande ricchezza di una famiglia è la fraternità. E qui vi ha fatto vivere questa bellissima esperienza. La più grande esperienza è quella che si vive. A volte ascoltate la Parola di Dio, il Santo Vangelo, in diversi momenti della vostra vita, ma non riuscite a immergervi nell’oceano della Misericordia, a innalzare i vostri pensieri sopra le montagne, per vincere le grandi ombre della perdizione che vi portano alla morte spirituale.

E Gesù vi ha fatto vivere questo ritiro spirituale in un luogo da lui scelto, 27 anni fa, per essere fonte di luce per il mondo. Non solo per il Brasile, ma per il mondo! E, durante questo ritiro spirituale, voi siete diventati luce per il mondo. Ora illuminerete il mondo con il vostro sorriso e la vostra gioia. Vivrete il meraviglioso apostolato dell’evangelizzazione, con la preghiera, con una partecipazione autentica alla vita, come Gesù Cristo ci chiede di vivere: con amore, con fede, con obbedienza!

Allora prepariamo i nostri cuori per questa bellissima notte. Questa è la notte in cui adorare Gesù! Il più grande tabernacolo è il nostro cuore. Allora adoriamo Gesù in questo bellissimo tabernacolo! Sappiate che il vostro corpo, quando riceve o ha ricevuto la luce dello Spirito Santo, è rivestito dalla grande vita, che è lo stesso soffio dello Spirito Santo. Lodate Gesù per le vostre mani che lavorano, per i vostri piedi che camminano, per la vostra voce che loda e prega, per le vostre ginocchia che si piegano! Lodate Gesù per ogni momento in cui vivete intensamente questo ritiro spirituale.

E tu che non lo hai vissuto, hai ancora la grazia di avere il tempo per viverlo. Questa sera, chiedi a Gesù di non lasciarti vacillare e di non lasciarti cadere nelle tentazioni, nelle insidie del nemico. Oggi è così facile essere sedotti dalle trappole del demonio! È così facile negare Cristo! È così facile negare ciò che Cristo è per noi: la via, la verità e la salvezza! Ma sappiate che ci sarà vita solo per quelli che avranno la salvezza, per quelli che conosceranno il Salvatore, per quelli che ameranno il Salvatore!

Oggi Gesù ci ha fatto avere la mitezza dell’anima, la semplicità dell’anima! Ci ha fatto capire che dobbiamo costruire i pilastri della nostra vita spirituale alla presenza di Dio Padre, Creatore; alla presenza di Dio Figlio, Salvatore; alla presenza dello Spirito Santo, il Santificatore.

Quando aprirete gli occhi – in questo momento, potete aprire gli occhi – vedrete che Dio ha creato un mondo così bello affinché poteste contemplare l’amore che Egli ha per voi! Sentite questo nel verde, nelle montagne, nei fiumi, nei mari, nelle valli. Dio ha fatto tutto per amore a te, che sei il tempio dello Spirito Santo. Sei il tabernacolo di Gesù. Ma, molte volte, hai permesso al nemico di prendersi gioco di te.

Pensiamo al Brasile in questi giorni, figli! Finché abbiamo qui il grande apostolato dei bambini, che pregano e lottano per la vita degli innocenti, pensiamo al numero di giovani che sono nella sofferenza perché, in questo momento, stanno offendendo il Cuore di Gesù. In questi giorni arriverà la sofferenza, perché sarà la conseguenza delle trappole del demonio, e perché peccano e offendono il Cuore di Gesù! E ancora, con ogni mancanza di rispetto per la vita, uccidono il figlio innocente che è stato generato durante questi momenti di peccato e di dolore. Pensate a questa realtà!

Perché oggi c’è così tanta sofferenza sulla Terra? Perché al mondo manca così tanto lo splendore? Perché il peccato è troppo, figli! Stiamo vedendo questo principalmente nella vita dei giovani.

Il nostro ritiro è Cristo che ci invita alla missione di essere felici. Ma vivendo una felicità che non ha bisogno di vizi, che non ha bisogno di contaminazioni. In verità, questa non è felicità, questa è assenza di felicità. In verità, quando viviamo consapevoli delle nostre azioni, viviamo felici. Quando sappiamo cosa fare e quale strada percorrere, vedendo i pericoli esistenti, vincendo i pericoli e fuggendo dal cammino del peccato, allora sì, siamo felici!

La situazione dell’umanità non è una situazione che porta a raccogliere cose buone… Mentre pregate qui, siete protetti. Gesù ha detto: “Io sarò la grande arca e proteggerò i fedeli”. Ma cosa sarà delle anime che non conoscono quest’arca dell’amore, che non si appoggiano all’arca dell’amore? Che ne sarà di queste anime che non riescono ad avere la visione del timore di Dio, dell’obbedienza a Dio, della santità – che è Dio in noi?

In questo momento vi chiedo, come Madre – come Madre, che adesso è la messaggera di Dio, che porta Dio nella vostra vita -, di chiudere nuovamente gli occhi per un minuto. Consoliamo Gesù attraverso il silenzio (minuto di silenzio).

Ognuno estenda la sua mano e chieda a Gesù la luce. Egli che ci ha detto: “Io sono la luce del mondo, chiunque segue me non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita!”. Attraversiamo il Brasile… Ognuno passi per la sua città, per la sua comunità. Ognuno chieda a Gesù di prendersi cura dei giovani, delle famiglie, dei bambini. In questo momento, attraversiamo il Brasile e, stendendo le mani sul Brasile, chiediamo a Gesù Misericordia.

Quanti erano in festa, sorridendo, e questa sera, piangono per la perdita dei loro figli, di persone speciali, di famiglie speciali, perché è l’amore che ci rende speciali. Ma la mancanza di amore per la vita, la mancanza di rispetto per la vita, vi porta alla sofferenza, alle lacrime, alle perdite. Attraversiamo il Brasile e invochiamo Gesù per questa nazione. Quando Gesù stava sui monti, in ginocchio, estendeva le sue mani sulla Terra e benediceva tutti i popoli della Terra. In questo momento, che Egli benedica il vostro paese!

In questi giorni il mondo – e il Brasile – semina molte spine, offende tanto il Sacro Cuore di Gesù. Di conseguenza, raccoglierà molte sofferenze e molti dolori! Allora chiediamo a Gesù di avere compassione di ognuno, di avere misericordia di tutti, del Brasile, del mondo intero e dei nostri bambini, e riversi su di noi la pace.

In questo momento, mettete le vostre mani nelle mani di Gesù e chiedetegli di guidarvi. Voi che avete fede, che vivete questa fede, che sapete che la fede è la grande grazia del mondo nei tempi attuali! Voi siete i frutti dell’amore di Dio e siete guidati dalla fede, che ci fa sempre vedere Dio nella nostra vita.

Con sapienza, chiedete a Gesù di benedire la Santa Chiesa, il Santo Padre, affinché sia il pastore che illumina il popolo di Dio sulla Terra. Lo Spirito Santo è la grande unzione di questo pastore! Ed egli deve illuminare il mondo, attraverso il suo amore, il suo “sì”, la sua missione di condurre il gregge a Gesù Cristo!

In questo momento, vi invito ad essere umili per chiedere a Gesù di farvi sperimentare il grande dono della conversione nella vostra vita. Il più grande tesoro del figlio di Dio è quando riconosce Dio nella sua vita, non solo nel sorriso, nella gioia, ma anche nel dolore. Allora, che vediate Dio sempre!

Con grande amore, mettendovi nelle mani di Gesù, in questo momento voglio benedirvi!

la Madonna benedice tutti

Cari figli!
Ho benedetto con affetto tutti i figli qui presenti. In verità, oggi ho chiesto a Gesù di benedirvi, perché vedo ogni figlio, molto più che con i miei occhi, con il mio cuore. E so quanto qui, in questo ritiro spirituale così bello, ci siano tante anime bisognose di guarigione, di liberazione, di esorcismo. E Gesù è la grande benedizione della guarigione, della liberazione e dell’esorcismo. Il Sangue di Gesù è potente: ha il potere di guarire, ha il potere di liberare ed esorcizzare tutti i cuori malati e infermi! Allora, Gesù vi ha benedetti! Gesù vi ha guidati alla grazia di cui tutti avete bisogno, perché Egli è venuto affinché tutti abbiano vita piena, una vita veramente benedetta dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo.

Vi auguro di vivere una notte di grazia e pace; pregate per il Brasile, per la conversione di questa nazione gigante e affinché la pace di Dio regni, soprattutto nel luogo nel quale più deve regnare: nei nostri cuori.

A chi mi ha offerto questi fiori bellissimi: voglio offrirli ai festeggiati di oggi – oggi sono tanti i figli che compiono gli anni e che festeggiano l’anniversario di matrimonio. Chiedo a Dio di benedirvi, figli, affinché possiate profumare il Cuore di Gesù e della Santissima Trinità.

Il Cielo mi chiama e ci ama tutti. Ecco la Serva del Signore.