Categorie
2012

19.01.2012

traduzione dall’audio

Cari figli,
con grande sapienza, oggi viviamo la grazia della presenza dello Spirito Santo nelle nostre anime. Per la bellissima bontà del Cielo, per la bellissima misericordia celeste.

Quest’anno è l’anno in cui vogliamo cercare di profumare la nostra anima. Perché oggi, in tutto quello che guardi, vedi e senti, spesso avverti solo il peso delle cose. Non vedi la soavità della ricchezza delle cose di Dio. Gesù ci insegna a vivere questa ricchezza, con cuore più umile, con cuore più semplice. Gesù ci chiede di saper corrispondere a questa presenza divina in noi.

Quando parliamo di questa presenza divina in noi, la prima cosa che ci viene in mente è lo Spirito Santo. Come è bello il piano di Dio! Nessuno conosce la misericordia di Gesù, la bontà del Padre, senza l’unzione dello Spirito Santo. E oggi nella vita dell’uomo, qui sulla Terra, nessuno riesce a vedere questa presenza della Santissima Trinità senza unità.

Gesù è venuto a mostrarci che quest’anno è anche l’anno del rispetto, della prudenza. L’uomo dev’essere sapiente. Se si lascia prendere solo dal peso della sofferenza, non sarà mai felice. Se si lascia prendere solo dalla malattia spirituale, non sarà mai felice. Se si lascia prendere solo dalla malattia del corpo, non sarà mai felice. Ma se vince la persecuzione del male nella sua vita, sarà veramente felice. Allora oggi l’uomo dev’essere sapiente.

Qui avete tutto ciò di cui avete bisogno, che è il Cielo che vi porta il pane, l’alimento. Perché, tu che vuoi ricevere una grazia, che hai sete di una grazia, non cerchi di vivere intensamente questo momento del messaggio e il momento dell’Eucaristia? Devi stare nel Cuore di Gesù. Devi stare in questo Cuore Misericordioso e lasciarti illuminare dall’unzione dello Spirito Santo. Devi avere l’unzione dello Spirito Santo per seminare, divulgare e testimoniare l’amore di Dio nella tua vita. Se non fai questo, non riuscirai ad ottenere il miracolo di cui hai bisogno per la tua vita. Non riuscirai mai ad ottenere la grande guarigione spirituale.

Oggi il demonio ha introdotto nella vita delle persone molte malattie: afflizioni, squilibri, persecuzioni orribili di ogni sorta. Ecco perché dovete sempre esaminare la coscienza, fare silenzio, prima di fare qualcosa. Chiedervi: è buono o non è buono? È importante? È necessario? Devo farlo? O forse devo essere prudente, assennato, silenzioso? Esamina sempre la tua coscienza e non volere mai che nel tuo cuore sia fatta la tua volontà, ma la volontà di Dio che ti ama. Perché Egli è l’unico che farà tutto ciò che è meglio per te. Sei molto fragile e non sempre ti troverai davanti a ciò che è buono per te. Potrai ferire, danneggiare e fare del male al tuo cuore. Ma se ti metti alla presenza del Divino Spirito Santo, alla presenza della Santissima Trinità, la tua vita si trasforma.

E in quest’anno io lotterò con voi per questa trasformazione. Chi non vive la bontà, dovrà vivere il dolore. Allora la misericordia e l’unità ci stanno chiamando ad aprire gli occhi all’amore che Dio ha per ciascuno di noi. Non possiamo permettere che questo amore venga sprecato. Perché Dio ti dà tutto l’amore, ma tu non lo usi in modo corretto, saggio. Per questo Gesù ci chiede di avere prudenza, santo timore, perché devi essere una persona che rispetta il luogo in cui stai, le persone che vivono con te. Perché, riassumendo tutto, ognuno di voi è qui per amore a Dio. Infatti, solo per amore a Dio oggi si vive in comunione, in fraternità. È molto più facile stare da soli che vivere in comunità. Ma Gesù chiede ai cuori umili di vivere questa comunità. Di vivere l’amore della fraternità.

Per questo che voglio benedirvi con molto affetto e supplicare Gesù di aiutarvi a vivere sempre questo amore e questa misericordia.

Con gioia, benedico tutti voi.

la Madonna benedice i presenti

Cari figli,
ho benedetto con affetto tutti i figli. Ho benedetto con affetto tutta questa famiglia fraterna. Oggi Gesù ci dà un orientamento spirituale molto importante per il tempo che l’umanità sta vivendo. Un tempo in cui, se tu non custodisci la tua anima, arrivi a patire tutte le conseguenze della sofferenza spirituale. La paura, la disperazione, la mancanza di fiducia, tutto questo ti porta alla sofferenza spirituale. Gesù costruisce nella nostra anima un fondamento di forza, di fede e di amore.

Ho benedetto mia figlia Ágda: che Gesù le dia molta luce, attraverso il santo battesimo, nella sua vita e nel suo cuore. Anche mia figlia Ângela: che lo Spirito Santo la illumini, la protegga, la custodisca e le dia sempre molta sapienza. Alle mie figlie Dalva, Kenya, Kelly: che Dio vi protegga, vi custodisca e vi fortifichi. A Marcelo, Raquel e i loro figli: che Gesù vi ricopra sempre con ogni affetto e amore.

Rimanete tutti sotto la protezione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
A chi mi ha offerto questi fiori bellissimi, come voi: vi lascio il mio Cuore di Madre.
Il Cielo mi chiama. Ecco la Serva del Signore.