Categorie
2016

16.07.2016

primo Incontro delle Famiglie

Cari figli!
Con grande amore, sapienza, pace, sono immensamente felice e grata al Signore per questo momento di preghiera, in cui il Cielo tocca la Terra e in cui i cuori qui presenti sono toccati dal Cielo!

Nel silenzio della preghiera e della pace, faremo una richiesta molto speciale alla Sacra Famiglia. Oggi siete qui riuniti in una grande festa, chiedendo e supplicando la Sacra Famiglia per tutte le famiglie del mondo intero. Non solo per le famiglie qui presenti, ma per tutte le famiglie che hanno bisogno di più fede, di più amore, perdono, carità, di essere solidali e fraterne.

In modo molto speciale, supplichiamo Dio per la Famiglia Madre: la Chiesa, che è la famiglia più grande! Che ci sia più unità e unione tra i popoli. Che questa alleanza familiare sia un fondamento costruttore di vita nuova, specialmente per i bambini, una vita di pace.

Chiediamo a Dio anche per la Famiglia Fraterna, per la comunità che Dio ha creato, affinché l’amore che si vive qui, sia l’amore in cui tutti si amano come Cristo vi ama. L’amore vero! L’amore che non è malizioso né capriccioso, ma solidale e benedetto.

Supplichiamo Dio anche per il Brasile, per la pace in Brasile, per la conversione di questa nazione gigante. Che ogni cuore si rivolga alla Sacra Famiglia, che protegge tutte le famiglie del mondo.

Che la Sacra Famiglia benedica il Brasile e le famiglie del Brasile!

Tenendo il pensiero in Dio, presentiamo anche il mondo, le famiglie che oggi vivono la sofferenza spirituale, materiale e temporale. Le famiglie che vivono la violenza familiare. Che Dio, con la sua bontà e misericordia, abbia compassione di tutte le famiglie della Terra.

I giovani qui presenti, che sentono nel cuore il desiderio di costruire una famiglia, mettano la loro necessità nel cuore della Sacra Famiglia! Ogni famiglia felice è una famiglia fondata sull’amore della Sacra Famiglia. Allora chiedi a Dio per la tua vocazione. Se hai nel tuo cuore questo desiderio di una famiglia, chiedi alla Sacra Famiglia.

Io, Maria, Madre protettrice di tutte le famiglie, insieme a San Giuseppe e al Bambino Gesù, intercederò per tutti i cuori che hanno il desiderio di costruire questa vocazione, che deve avere come essenza la donazione.

Il primo passo di una vita matrimoniale è la donazione. È
donarti!

Perché le famiglie oggi sono in pezzi?

Perché nessuno vuole più donarsi, le persone vogliono solo ricevere. Nessuno vuole impegnarsi nella donazione. A partire dal momento in cui – che tu sia uomo o donna – hai nel cuore questo desiderio di famiglia, devi donarti! Devi affidarti! Il perdono dev’essere vissuto in ogni momento, in ogni ora.

L’obiettivo che il nemico più vuole distruggere in questi tempi finali è la famiglia, perché da essa esce ciò che è buono! E se la famiglia non si evangelizza in ciò che è buono, inizia a uscire ciò che non è buono! Ribellione, arroganza, dubbio, intolleranza. Ecco perché l’amore ci chiama a una vita di donazione!

Più ami, più ti doni. Come Gesù ci ha insegnato e come Egli stesso ha testimoniato. Gesù ha detto: “Ama!”. A partire dal momento in cui ami, hai la gioia di poterti donare. La gioia di poter fare qualcosa affinché il tuo prossimo sia felice.

Gesù è stato l’unico capace di fare tutto per renderti felice! È morto per te! Ha dato la vita per te! Si è consegnato totalmente alla volontà del Padre, affinché si realizzasse il mistero di Dio nella tua vita, che è la salvezza.

La famiglia deve seguire questo bellissimo esempio di Gesù, l’esempio dell’amore. Il padre e la madre devono impegnarsi a catechizzare, a formare i propri figli, non solo per il mondo, ma anche per difendersi da tutte le trappole che oggi esistono sulla Terra: orgoglio, vanità, avidità, arroganza.

Come difendere, come preparare una famiglia, in modo che sia preparata e non cada in queste trappole? Con la preghiera. La preghiera deve entrare nella tua casa, nella tua famiglia, nella vita dei tuoi figli!

Perché Gesù ha chiesto che io, Maria, guidassi i bambini a una vita di preghiera?

Perché i bambini sono esempio di un mondo degno, di un mondo migliore, di un mondo felice.

Se tu padre, tu madre, hai una ricerca sincera di un matrimonio santo, hai la felicità di avere una famiglia felice. Tuo figlio sarà dolce, pur essendo un bambino che gioca, piange o sorride, ma avrà l’incanto della bellezza spirituale, che è l’amore dei suoi genitori!

Ciò che incanta il mondo non è la bellezza di quello che vedono gli occhi, ma la felicità di quello che il cuore sente.

Puoi vedere una natura piena di frutti e non avere la sapienza nel cuore per dire: “Grazie, Signore, perché questi frutti sono nutrimento!”.

Puoi essere di fronte a una bellezza abbagliante per i tuoi occhi e non avere la ricchezza di dire: “Padre, grazie per ciò che incanta i miei occhi!”.

L’essenza è in ciò che senti. Il sentimento che deve esistere nel cuore dei padri e delle madri è l’amore. Questo amore che è donazione! Questo amore che quanto più doni, più ricevi. Quanto più sei padre, quanto più sei madre, più il figlio ti starà vicino. Un figlio che ti incanta! Un figlio che ti evangelizza! Un figlio che ti abbraccia! Il figlio affettuoso è il figlio che riceve affetto.

Il mondo ha bisogno di famiglie che rispecchino l’immagine della Famiglia di Nazareth, della Sacra Famiglia. Gesù ha camminato tra gli uomini con molta umiltà! Con grande semplicità ha catechizzato tutti gli uomini, e con grande amore ha dato la vita per tutti gli uomini.

Quello che chiedo a Dio, in questo incontro di preghiera per le famiglie – in cui sentiamo l’amore di una famiglia fraterna – è che i raggi di Gesù Misericordioso – il Sangue e l’Acqua – purifichino le famiglie del mondo. Asciughino il pianto dei nostri bambini, che vengono crudelmente abbandonati per mancanza di amore.

Chi ama non abbandonerà mai un figlio! Chi ama lo proteggerà e gli insegnerà anche! Proteggere un figlio significa mostrargli ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Non appoggiarlo mai negli errori e correggerlo! Dargli forza in modo che possa uscire dall’errore e insegnargli la via della dignità.

Un mondo migliore si fa cercando, vivendo la vita di preghiera.

Può seminare frutti buoni solo chi ha fede nel suo cuore. Chi sa vedere oltre gli occhi umani e sentire con il cuore il grande sentimento che viene dall’anima, che è l’amore!

Tutti voi avete una bellissima missione sulla Terra. Ognuno ha la sua grandezza! Ognuno ha anche la sua piccolezza. Ognuno ha i suoi momenti di forza, ma anche di debolezza. Ha coraggio, ma spesso ha anche dubbi. Siete figli di fede, ma spesso vacillate! Ma se Dio è con noi, tutto ci sarà dato! Tutta la luce! Tutta la sapienza! Tutta la grazia!

Ma come difendere, in questi tempi di oggi, una famiglia?

Chiedendo la protezione di Dio! Chiedendo la protezione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Chiedendo al tuo Angelo Custode di venire a proteggere la tua casa, di non permettere che nulla distrugga il valore della famiglia. Che nella famiglia ci sia amore, rispetto, perdono reciproco, come ci ha insegnato Cristo Gesù! E ha dato questa testimonianza viva di amore per le famiglie di tutto il mondo.

Oggi, nel silenzio del tuo cuore, chiedi a Dio per la tua famiglia.

Tutti avete una famiglia! Forse voi missionari, o giovani, o adulti, potete guardare la Madre e dire: “Madre, io non ho ancora la mia famiglia!”. Sì, ce l’hai! Tua madre, tuo padre, i tuoi fratelli, il Brasile e il mondo. Avete una bellissima famiglia! Avete una famiglia molto benedetta. Benedetta da quel Padre che ha creato la famiglia, che ha creato i figli, che ha riflesso l’amore paterno nel cuore di un uomo, l’amore materno nel cuore di una donna, che ha benedetto la tua casa, che si è reso provvidenza attraverso il lavoro, che ti ha fatto produrre i frutti della benedizione. La famiglia è grande e sacra! Allora voi avete una famiglia.

Ma se il tuo sogno, il desiderio che viene dal tuo cuore – perché l’uomo ha sempre sogni, ha sempre pensieri – è avere una famiglia, allora oggi è il momento di supplicare Dio. È stato Dio a portarti qui, è stato lui a guidarti! Chiedigli di portare nella tua vita questo desiderio di avere una famiglia, di costruire una famiglia. E che questa famiglia sia guidata dalla grandezza dell’amore della Famiglia di Nazareth.

Metti oggi il tuo desiderio, la tua necessità – quello che hai nel tuo cuore – nelle mani del Padre e chiedi alla Sacra Famiglia di aiutarti. Gli uomini invochino soprattutto San Giuseppe. Le donne, mettano le loro richieste nel mio Cuore. Dio ti benedirà!

Il mondo ha bisogno di essere benedetto da famiglie sante! Se il mondo ha bisogno di vocazioni sante, queste vocazioni sono anche matrimoniali. Non abbiamo bisogno solo di sacerdoti santi e di religiose sante, ma anche di famiglie sante! È dalle famiglie sante che escono giovani santi, che saranno sacerdoti santi, che saranno padri e madri sante. Il mondo ha bisogno di santità!

Vi chiedo, in questo ritiro spirituale – dedicato alla famiglia, all’essenza della santità, dei valori, a cosa significa veramente essere santo – di cercare di valorizzare, amare, custodire, proteggere, educare, guidare, mostrare la via di Dio, senza paura!

Molte famiglie si nascondono nella loro sofferenza, si nascondono davanti alla società. Sono nelle lacrime! Non avete bisogno di nascondervi. Presentatevi davanti al Padre! Mettete la ​​vostra necessità nelle mani del Padre. La tua famiglia è una benedizione di Dio per te! Ogni famiglia è una benedizione di Dio.

Chiediamo a Dio la santità nel cuore di tutte le famiglie del mondo.

In questo momento, vi benedirò. E con grande affetto, supplicherò Dio anche per la necessità che il mondo ha di famiglie sante, benedette e felici.

Con gioia, con tutto l’amore di Madre, voglio darvi la mia benedizione!

la Madonna benedice i presenti

Cari figli!
Ho benedetto con grande affetto tutti i figli! Ho benedetto con molto affetto e amore tutte le famiglie.

Questo è un messaggio sul quale si deve riflettere. Ogni volta che ascoltate il Cielo, dovete fare silenzio e riflettere: “Cosa ci dice il Cielo?”. E oggi il Cielo ci parla della famiglia.

La prima cosa che il Cielo ci dice è: “Tutti abbiamo una famiglia!”. Tutti! Forse la tua famiglia non è come vorresti, unita, che ha dialogo, che ha amore, che ha gioia, che ha pace. Ma hai una famiglia! Dio ti ha dato una famiglia.

Pertanto, Gesù ci insegna a pregare per le famiglie, ci insegna a supplicare per le famiglie. E a chiedere la santità delle famiglie!

Davanti alla missione della famiglia, Gesù ci fa riflettere sulle famiglie qui presenti. Tu che hai una famiglia che prega, nella quale c’è dialogo, valorizza questo!

Tu che hai il figlio che prega, che supplica Dio per la grazia di cui la tua famiglia ha bisogno, ringrazia Dio per questo! Perché la famiglia è una benedizione di Dio.

Gesù ci fa riflettere sui giovani. Al giovane che ha la vocazione e il desiderio di avere una famiglia, Gesù ti guarda e dice: “Chiedi alla Sacra Famiglia! Metti la tua necessità nel Cuore della Sacra Famiglia!”.

Il messaggio di oggi ci chiama a una vita in cui abbiamo amore per la nostra famiglia, amore per la nostra missione, impegno di preghiera in famiglia. Se tutte le famiglie del Brasile e del mondo si riunissero, in qualsiasi momento del giorno o della notte, e pregassero, tutte le famiglie sarebbero molto più felici!

Spesso non sai vedere la benedizione che c’è nella tua famiglia. La benedizione che è un figlio! La benedizione che è essere madre! La benedizione che è essere padre! La benedizione che è poter fare della tua vita un’opera di Dio. Essere uno strumento di Dio! Essere un canale della grazia di Dio! Perché è così una famiglia, è un canale di grazia venuto da Dio per noi.

Che siano benedette tutte le famiglie, tutti i nostri bambini, i nostri giovani, i padri, le madri.

Che ognuno di voi, in questo momento, riceva la benedizione di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, che scende su tutte le famiglie qui presenti, che stanno nel cuore della Sacra Famiglia di Nazareth.

Ho chiesto a Gesù di benedire i fiori per la guarigione e la liberazione di tutti i malati nel corpo e nell’anima. E sono già stati benedetti.

Sono la Serva del Signore, la Madre di Dio. Il Signore mi chiama.

Faccio gli auguri a tutti quelli che compiono gli anni, oggi è un giorno molto speciale per voi. Oggi fate la bellissima riflessione sulla presenza della Madre Maria, Nostra Signora del Carmelo, protettrice di tante vocazioni religiose e missionarie, e anche di tante madri, di tanti padri che sono nati in questo giorno. Che Dio vi benedica immensamente.

Il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore.