Categorie
2003

01.03.2003

Ritiro di Carnevale – sabato

Cari e amati figli!
È così bello trovarvi a lodare Dio! È così bello quando il nostro cuore si rallegra nella grazia di Dio! È così bello quando sappiamo qual è la vera fonte della felicità, che è Dio! Ecco perché dobbiamo rallegrarci alla presenza del Signore, perché il Signore ci ha riuniti qui per essere veramente felici. La nostra vita, il nostro cammino, la nostra missione è così bella, perché è la grazia di Dio in noi.

Ecco perché desidero che tutti i giovani possano valorizzare la bellezza della loro esistenza, perché la vita è molto più di quanto immaginiamo. La vita è bella, bellissima! La vita è la più grande grazia, la più grande certezza, specialmente quando siamo vicini a Dio. Il nostro cuore canta di gioia e anche la nostra anima.

Ecco perché, figli miei, voglio pregarvi come Madre, Madre Immacolata!

Oggi Gesù soffre nel vedere tanti cuori allontanarsi dalla vera grazia, dalla vera felicità e dal vero amore. Oggi Gesù soffre perché vede tanta tristezza, così tante persone che si distruggono per niente.

E noi siamo qui! Siamo vicini al Cielo, perché il Cielo è con noi. Siamo felici e la nostra felicità è perché abbiamo la gioia di guardarci l’un l’altro e dire: “Dio è in noi!”. Come dicevano i veri santi: “Non sono io che vivo, ma Cristo vive in me!”.

È così che ci sentiamo anche noi oggi, in una notte così bella, per noi così speciale. È una notte di preghiera, di veglia, di adorazione a Gesù che è nel nostro cuore.

Tu che oggi hai ricevuto Gesù, che hai avuto la felicità di rendere il tuo cuore il trono di Cristo, tu che hai avuto la gioia di dare al tuo cuore il più grande Alimento del mondo, tu che oggi hai visto Gesù entrare nel tuo cuore e hai rinnovato la tua fede, la tua volontà di lottare per la santità, di essere davvero un esempio di vita; tu che sei qui, che hai rinunciato al mondo, ai capricci del mondo, per consolare Gesù; tu che sei venuto con il cuore, cantando al Signore, perché era così grande la tua gioia di stare nella Casa del Signore, di sentirti accolto, protetto, lontano da quello che poteva danneggiare la tua anima; tu, pellegrino umile, figlio di Dio benedetto, perseverante, che porti la tua preghiera nel cuore, la tua richiesta a Colui che tutto può e tutto ci dà; tu che hai ricevuto dal Cielo questa chiamata così speciale e non ci hai nemmeno pensato, perché lo Spirito Santo ha agito in te e tu hai saputo dire: “Eccomi, si faccia in me la volontà di Dio!”.

Ecco perché la vita è così bella!

Il Cuore di Gesù sanguina per il modo in cui oggi l’uomo sta vivendo, perché la vita è così bella, così avvolta dalla Luce, e l’uomo preferisce le tenebre. Ecco perché questo mondo è in una situazione così delicata, così delicata, figli miei!

Quando vi guardo con i miei occhi di Madre, con il mio amore di Madre, l’unica cosa che chiedo a Gesù è questa: “Pietà per il mondo! Abbi compassione del mondo! Non permettere che l’uomo vacilli di più, cada di più, ferisca di più il tuo Cuore! Lava, purifica, rinnova, trasforma, edifica il cuore di ogni figlio che è qui, dei giovani. Che i cuori dei giovani siano trasformati dal tuo amore!”.

Questo è quello che chiedo a Gesù, perché posso dire dal profondo del cuore: i giovani qui presenti sono eroi, perché hanno rinunciato ai capricci degli occhi per consolare Gesù con i loro cuori.

I bambini sono benedetti, perché pregano con tanto amore, semplicità e verità – è quella preghiera che arriva direttamente al Cielo ed è accolta dalla Santissima Trinità. Ecco perché tutto quello che un piccolo chiede qui sulla Terra riceve risposta dal Cielo, che vede le famiglie, vede le madri, vede i padri, che oggi lottano per dare ai loro figli più del pane: per dare ai loro figli il buon insegnamento, la buona volontà, la beatitudine, la carità, l’amore, per guidare i figli in modo così bello. E vede anche che questi figli, padri e madri lottano tanto, perché oggi tutto ciò che il mondo offre ai giovani e ai bambini è pieno di malizia e dolore.

Ecco perché il mondo ha tanto bisogno di trasformazione, figli! Il mondo ha molto bisogno della trasformazione, perché non è la Terra che sta sbagliando, è l’uomo. L’uomo sta sbagliando incessantemente, sbaglia sempre di più, sbaglia in modo imprudente, insensato, incredulo.

Ecco perché c’è la sofferenza!

E noi cosa possiamo fare? Tutto, perché Dio è tutto! E dobbiamo affidare la nostra vita a Dio, proprio come oggi Gesù ci ha indicato, in un modo così bello. Perché oggi, cosa è necessario fare in un luogo di preghiera? Guarire! La medicina è Cristo. Guarire se stessi perché oggi il mondo colpisce chiunque, figli, ferisce chiunque. Allora ciò di cui hai bisogno è guarire. Chiedere a Gesù: “Guariscimi, liberami da ogni invidia, da ogni gelosia, da ogni cattiveria. Dammi la sapienza, il discernimento, l’abbandono totale, l’amore sincero e vero”. Noi vogliamo essere di Dio, vogliamo servire Dio. Vogliamo guardare Dio con i nostri occhi pieni d’amore. Il Cuore di Gesù sanguina, e noi vogliamo consolare questo Cuore, che ha già sanguinato tanto – fino all’ultima goccia – per lavare i nostri cuori e le nostre anime, per darci la Salvezza Eterna, la Felicità Eterna. E oggi dobbiamo pregare perché il mondo l’ha valorizzata così poco, così poco, figli miei!

Ecco perché vi chiedo: oggi è una notte di veglia, una notte di preghiera, e non c’è niente di più bello in una notte di preghiera che essere un consolatore di Gesù, perché anche Gesù verrà per incontrarvi e consolarvi.

So che molti cuori qui presenti hanno bisogno della consolazione di Gesù. Sono cuori feriti, contusi, cuori che stanno soffrendo, cuori che sono disperati, cuori che non trovano una risposta, che hanno bisogno di una risposta, cuori che in questo momento sono afflitti. Gesù, in questa notte di veglia, verrà per incontrarci e ci consolerà. Consolerà tutti voi! Abiterà così meravigliosamente nella vostra vita che il tuo essere sarà un essere nuovo, la tua anima sarà un’anima santa. E voi vedrete la Grazia più grande del mondo – Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo – la vedranno gli occhi del vostro cuore e le vostre anime la potranno toccare, perché l’amore di Dio è tutto quanto di più bello abbiamo. E l’amore di Dio è quello che ci fa stare qui presenti, come l’Esercito di Maria e di Gesù, per fare sempre la volontà di Dio, lottando per la pace nel mondo, per la conversione dei peccatori e per la santificazione della Santa Chiesa.

Allora, nel silenzio dei vostri cuori, in questo momento affidate a Gesù le vostre necessità. Ognuno faccia la sua richiesta nel silenzio del cuore, ma chiedete con fede!

Guardate, figli, Gesù è qui in mezzo a noi! Dobbiamo solo guardare questa semplice cappella e vedere il silenzio che ci tocca, la fede che ci muove, la grazia di Dio che ci accoglie, le benedizioni che ci danno protezione. Allora Dio è qui! Non dobbiamo vergognarci di Dio. Dio è qui ed è qui perché ci ama, vuole perdonare il peccatore, guarire il malato, trasformare il cuore di chi è malato, dare forza al debole, coraggio allo scoraggiato, ed essere la via di chi si è perso. Allora chiediamo a Gesù di essere la nostra via!

Vi benedirò con tutto il mio amore.

la Madonna benedice i presenti

Cari e amati figli!
Ho benedetto questo esercito del quale io, Maria, mi sento la Madre, conducendo tutti ad essere soldati di Gesù in questa bellissima battaglia, in cui la nostra arma è il Santo Rosario, la Santa Eucaristia che è Cristo stesso, l’amore, la fraternità. E la nostra ricchezza è la Pace!

Abbiate una notte di molta pace, una bellissima notte di preghiera! Gesù verrà a consolarvi! Egli mi ha detto: “Sarò consolato dalla preghiera e consolerò tutti quelli che pregano!”. Che bello, figli! Gesù che ci consola, ci guarisce e ci dà la grazia più grande del mondo: la pace!

Che Dio vi benedica! Che Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo vi benedicano sempre, figli miei!

A chi mi ha offerto questi bellissimi fiori, dono il mio Cuore! Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore!