Categorie
2020

17.05.2020

traduzione dall’audio

Cari figli,
oggi è il giorno del Signore, un giorno di grazie, di benedizioni. È un momento di preghiera, di fede, di abbandono, di fiducia, ma è necessario anche che riflettiamo insieme sulla sofferenza che oggi il mondo vede su tutta la faccia della Terra, in Brasile, e chiediamo a Gesù di avere misericordia di tutta l’umanità.

L’umanità non è pronta per attraversare le tempeste nel silenzio, nell’obbedienza, nella preghiera. L’umanità oggi si lascia prendere dal rumore, che porta l’uomo a soffrire ancora di più. Gesù, quando ci ha insegnato a vincere le tempeste, ci ha insegnato a pregare, a fare silenzio, a confidare e ad affidarci al Padre. Tutto è del Padre. Le famiglie, i nostri bambini, i nostri giovani, l’umanità, il Brasile, tutti i paesi della Terra. È Dio che li ha creati. E Dio ama immensamente ciò che ha creato, i suoi figli.

Allora vi chiedo più silenzio per attraversare questa sofferenza, che non è solo sofferenza materiale, paura, dolore, epidemia, ma è una sofferenza anche dell’anima: mancanza di affidamento, di conversione, di accettazione, di riparazione, di fede e di santità. Per questo Gesù vi ha detto così fortemente: siate santi! Siate come il Padre vuole che siate, santi. Non è più il momento di aspettare, è il momento di lottare.

È una lotta immensa, figli. Per vincere questo male si deve pregare, mettersi in ginocchio e supplicare Dio di avere molta misericordia. Se l’uomo avesse una preparazione più sapiente attraverserebbe questa sofferenza in modo più leggero. Mentre la sta attraversando con pesantezza. Si sente pesante per mancanza di preparazione.

Oggi chiedo a tutti i figli che stanno ascoltando il messaggio in questo momento, di supplicare Dio di darvi la soavità e la santità della vostra vita, perché la giustizia di Dio non è la giustizia degli uomini, è giustizia divina. E la giustizia divina è quando Dio mostra a tutti la grande urgenza, per il mondo intero, di convertirsi. Conversione! Questo è il primo avviso di Dio per il mondo. Ne verranno altri. E questo avviso ci chiama a una vita di conversione, a una vita di unità, di fraternità.

Dimentica, in questo momento, la necessità più grande che metti sempre al primo posto, che è la materia, e pensa alla tua anima. Chiediti se sei pronto per incontrare Dio. Sei pronto per incontrare Dio? È su questo che devi riflettere. La Terra è un passaggio e voi ricevete avvisi fortissimi. Anche la Parola di Dio avvisa che sarebbe arrivata molta sofferenza per l’uomo a causa della disobbedienza, per mancanza di santo timore, per aver calpestato il sacro, per mancanza di comprensione della catechesi, che sono gli insegnamenti divini: amore alla famiglia, amore ai bambini, zelo per le nazioni, giustizia tra le nazioni.

Oggi l’uomo pensa molto a se stesso e dimentica di sentire lo Spirito Santo nel suo cuore. Perché lo Spirito Santo ci insegna a pensare, nel modo più sapiente, più grandioso, più felice, perché ci fa innanzitutto pensare a Dio – Padre, Figlio e Spirito Santo. E quando pensiamo al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, allora riflettiamo sulle nostre azioni. Fin dove arriva l’egoismo, fin dove arriva l’ego, fin dove arriva l’ignoranza, fin dove arriva la mancanza di prudenza, la mancanza di obbedienza? Fai sempre resistenza e dimentichi che in questo momento la tua forza è divina, la tua luce è divina, la misericordia è divina, l’amore è divino.

Hai bisogno di guarigione. Se non cerchi questa guarigione, l’epidemia sarà maggiore. Se guarirai te stesso, questa epidemia se ne andrà dalla Terra. Ecco perché Gesù ha detto “è nelle vostre mani”. Non l’ha messa nelle sue mani. Ha messo il mondo nel suo Cuore, ma nelle vostre mani ha messo la guarigione di questo tempo. La guarigione di questo momento è nelle vostre mani. Allora ognuno deve guardare se stesso e riflettere. Non deve guardare la vita del prossimo, ma la propria vita, il proprio cuore, la propria anima. Devi fare quel grande cammino incontro a Gesù. Il mondo è come in una tempesta. Tutti sono disperati. E tu vai incontro a Gesù e andando incontro a Gesù farai un atto di riparazione totale della tua vita. Iniziando dalla vita spirituale fino al cammino nel tempo, nella materia. Perché c’è la vita spirituale! La materia e il tempo passano. Allora tu cresci, ti moltiplichi, lieviti in questa grazia.

Quest’anno è un anno di conversione delle famiglie. Per questo oggi siamo qui pregando per le famiglie, pregando per le nuove famiglie che si sono formate nella nostra comunità, e per le coppie che stanno per unirsi in matrimonio. La famiglia è la ricchezza del mondo. Dio mette nelle mani della famiglia la certezza di un mondo nuovo. Allora è nelle tue mani la lotta per questo mondo nuovo. Per un matrimonio più santo, un matrimonio più felice. Perché l’uomo sbaglia tanto, anche nelle sue scelte? Anche quando sa che esiste qualcosa di così sacro che è il sacramento? Le famiglie oggi hanno bisogno di molta conversione.

E in quest’anno Gesù viene a dare questo avviso alle famiglie, in questo tempo di giustizia. Dobbiamo passare per questa giustizia, figli. Se l’uomo non passerà per questa giustizia, nessuno raggiungerà la gloria. Se l’uomo non vivrà questo tempo di tempesta, nessuno otterrà la vittoria. Dovete passare per questo momento. È un momento difficile, ma è un momento necessario. Forse è il momento in cui crescerai di più. Perché è il momento in cui Dio ti vuole per sé.

È inutile che tu stia sulla terra affascinato soltanto dalle cose che ti allontanano da Dio. Quante cose ti allontanano da Dio! Quante cose terribili ci sono sulla Terra oggi, che colpiscono principalmente la tua casa, la tua famiglia, il tuo cammino. Quante volte non hai la luce per sapere che “famiglia” è molto più di quello che pensi. Tuo figlio, la tua missione, la tua sposa, il tuo sposo, sono una ricchezza di Dio.

Allora è un anno in cui le famiglie dovranno riflettere, perché sarà un anno difficile, sarà un anno di grandi battaglie, sarà un anno in cui l’uomo dovrà cercare equilibrio nello Spirito Santo. Perché lo Spirito Santo è il canale della sapienza, lo Spirito Santo è forza, lo Spirito Santo è scienza. E vedrete momenti come questo che state vivendo adesso, in cui non sapete cosa fare, dove andare, cosa è giusto, cosa è sbagliato, come agire, chi ascoltare. Ascolta lo Spirito Santo! Ascolta la scienza dell’uomo attraverso la scienza divina. Ascolta lo Spirito Santo che parlerà nel tuo cuore. Perché Egli parla nel cuore dell’uomo! Non fu per caso che Gesù chiese che lo Spirito Santo scendesse su di noi. Allora ascolta il tuo cuore! È nel cuore dell’uomo che lo Spirito Santo parlerà. È nel cuore dell’uomo che lo Spirito Santo agirà. Ma prestate attenzione alle mie parole di Madre: lo Spirito Santo agirà solo se l’uomo lo lascerà parlare. Perché Egli parlerà nel tuo cuore.

Avete bisogno di una risposta, avete bisogno di una via d’uscita, avete bisogno di guarigione, e lo Spirito Santo ha questa guarigione da darvi, ma voi dovete ascoltarlo. Non ascoltare l’ego, non ascoltare il potere, le dispute di grandezza. Non serve voler essere il primo tra tutti gli altri paesi della Terra, serve ascoltare lo Spirito Santo. La nazione che ascolterà lo Spirito Santo otterrà questa grazia. Otterrà la grazia per la quale il mondo intero sta pregando.

La cosa più importante, figli, è che crediate nel miracolo di Dio. Leggere la Bibbia è facile, vivere la Parola è difficile. Dio può togliere questa sofferenza dalla Terra anche oggi. Basta che tu creda. Basta che tu guarisca te stesso. È il tempo che Dio ti sta dando, l’esperienza. Gesù ha fatto esperienza dell’amore più grande per voi, dando la vita per voi. Dio Padre chiese al Figlio di dare la vita per voi. Allora anche tu oggi devi guardare dentro il tuo cuore e riflettere: devo essere di Dio, devo essere santo.

Soprattutto voi qui in questa comunità, che avete una catechesi grandiosa, che sapete che la Parola di Dio sta chiedendo a tutti di permettere allo Spirito Santo di agire. Non agire secondo la tua volontà ma secondo la volontà di Dio, che è la volontà più grande, il bene più grande.

Allora ascolta di più il tuo cuore, evita queste tempeste. Voi tutti state attraversando una prova, siete tutti inquieti, senza tranquillità, impazienti, stanchi, chiedete misericordia. Ma otterrete la grande grazia, figli. Per ottenere questa grande grazia non dovrai fare come tu immagini ma come Dio vuole che tu cerchi di ottenere questa grazia. E il primo passo è la tua conversione. Il Brasile e il mondo la otterranno con la conversione. Il mondo ha bisogno di convertirsi. È una prova che Dio è Padre, che Dio è misericordioso, figli.

Dove va questo mondo che non sa credere al grande miracolo che è Gesù Eucaristico? Oggi l’umanità non vive quello che Gesù è per voi. Per questo avete nostalgia dell’Eucaristia. Perché chi sa chi è Gesù, sa quanto è importante per la sua vita. Questo momento, in cui vivete questo incontro con Gesù attraverso lo Spirito Santo, spiritualmente, è un momento in cui crescerete e maturerete. Gesù ha detto: l’uomo non si convertirà con l’amore, l’uomo si convertirà con il dolore. Ed Egli aggiunge: molti, nonostante il dolore, non si convertiranno. È triste. Ma Gesù dice questa verità.

Allora siate, nonostante questo dolore, quelli che vogliono convertirsi, quelli che vogliono mettersi alla presenza di Dio, come servi di Dio che sanno che in questo momento tutti voi, in Brasile e nel mondo, siete nelle mani del Signore. Allora offri a Gesù la tua patria, il tuo popolo, la tua nazione, prega Gesù per tutti. Non pensare soltanto all’epidemia, pensa alla sofferenza che è nel cuore delle persone: rancore, odio, invidia, gelosia, menzogna, pigrizia, persecuzione. Pensa al male più grande, che sta impedendo all’uomo di raggiungere, attraverso lo Spirito Santo che agisce nell’uomo, che abita nel cuore dell’uomo, la risposta che è già pronta. Perché Dio è la verità. Dio ci manda il meglio, figli. Quando Egli ci ha dato la salvezza, ha inviato Dio stesso, Gesù. Egli ci dà il meglio. Dio non ci dà degli avanzi, ci dà il meglio. Il vino migliore, il pane migliore.

Non pensare mai che la tua famiglia sia una famiglia infelice. La tua famiglia è la migliore, è Dio che te l’ha data. Per questo, valorizza la tua famiglia. Prenditi cura della tua famiglia. Voi che vi siete appena sposati, voi che state per sposarvi, prendetevi cura della vostra famiglia! Perché essa è sacra. Voi della comunità che avete la vostra famiglia: prendetevi cura della vostra famiglia, perché essa è sacra. Per questo oggi state vivendo un tempo di ritiro in famiglia, per valorizzare questa famiglia benedetta.

Allora non lamentarti con il Cielo per questo tempo, ringrazia! Anche se siete nella prova, nella paura. Ringraziate Dio. E troverete la risposta, figli. Questa risposta sta arrivando per chi confida. Quanto più grande è la fiducia, quanto più grande è l’abbandono, tanto più sapiente sarà la soluzione. Perché essa viene dall’alto. Viene da Dio. Dallo Spirito Santo stesso che è Dio. Allora chiedete molto allo Spirito Santo di illuminare il Brasile, di illuminare quelli che lo guidano e che stanno cercando parole e soluzioni, affinché essi possano respirare questo Spirito Santo.

Figli, niente è più grande dello Spirito Santo! Niente. Non esiste epidemia che non abbia soluzione, quando hai lo Spirito Santo. Puoi vincere tutte le prove, tutte le epidemie, tutte le bestie. Superi le spine del cammino, affronti le barriere, le pietre. Allora voglio dire a voi tutti nel mondo: non esiste pietra che sia più grande della luce che vi illumina.

La Madre di Dio è qui, nel mese dedicato alle mamme, nel mese dedicato alla Madre del Rosario di Fatima, dicendovi: tutto è così vicino a voi e voi vi state allontanando per orgoglio, vanità ed egoismo. Guarisci, Gesù, il cuore dell’umanità! È questo che manca.

Le nuove famiglie che oggi stanno ringraziando Dio per il matrimonio, chiedano a Dio questa grazia e siano famiglie sante. Perché questo è quello che Dio vuole. Il buon esempio, l’amore, il rispetto. Non è difficile per chi ama Dio. Amare Dio per primo e il prossimo come Gesù Cristo ci ama. Quando imparerete questo insegnamento di amore, rispetterete al massimo il vostro prossimo, perché Dio è in lui.

Con grande affetto e amore voglio benedire tutti i figli.

la Madonna benedice i presenti

Cari figli,
vi ho benedetti con grande amore in questo momento in cui avete tanto bisogno di questo amore del Cielo, della Madre del Cielo, di Gesù.

Chiedo a Gesù di benedire questi fiori, di benedire i nostri bambini, la Santa Chiesa, tutta la famiglia fraterna, il mondo, quelli che stanno ricevendo questa benedizione nelle loro case, in questo momento di preghiera.

Un messaggio in cui Dio ci dice chiaramente: siamo così vicini alla grazia, dipende dal nostro sì, dipende dal nostro amore, dipende dal nostro abbandono.

Questo messaggio contiene una riflessione molto sapiente, perché Gesù ci insegna sempre ad avere fiducia e ci insegna che il vero servo è colui che confida pienamente. Nella situazione che vivete oggi, ciò che più manca è la fiducia. La paura parla più forte, la persecuzione domina. E la fiducia dov’è? Dov’è la fiducia? Dov’è la certezza che al di sopra di tutte le battaglie, di tutti i problemi, c’è Dio? Che è Padre, che è Figlio, che è Spirito Santo?

Un messaggio che porta alle nostre vite questa presenza dello Spirito Santo, che apre questa finestra dello Spirito Santo per il nostro cuore. Che è chiuso allo Spirito Santo. L’uomo non vuole la santità, non vuole vivere l’amore, non vuole vivere la rinuncia, non vuole vivere il distacco, non vuole avere umiltà e semplicità nell’anima.

Oggi abbiamo qui l’esempio di molte famiglie che stanno ringraziando Dio per il matrimonio. Ognuna di esse porta con sé un esempio. Questa è una chiamata di Dio alla conversione. Ognuno ha la felicità di incontrare Dio. Per questo Gesù ha detto: niente si perde, tutto si trasforma, basta che tu voglia essere trasformato. Questo è quello che accade oggi nel mondo, nelle famiglie. Niente si perde, tutto si trasforma.

Allora vogliamo aprire il nostro cuore affinché lo Spirito Santo, la luce dello Spirito Santo, ci illumini, perché quello che manca nel mondo in questo momento è la luce dello Spirito Santo. Non la scienza dell’uomo, ma la scienza dello Spirito Santo nel cuore dell’uomo. È quella che salverà l’uomo da questo momento di dolore, da questa epidemia. Dovete solo affidarvi, confidare e pregare, e otterrete la grazia. Quando, dipende dal vostro sì. E dal vostro abbandono, figli. Sto chiedendo a Gesù di darvi questa grazia di confidare, di ricevere il Cielo. Che questa luce dello Spirito Santo abiti e illumini tutti i popoli.

Faccio gli auguri alle nuove famiglie e a tutte le famiglie del mondo intero. Che Dio vi benedica, che Dio vi protegga. Che Dio illumini soprattutto la Santa Chiesa, i sacerdoti, il Santo Padre, i vescovi, il clero e tutte le famiglie che, nelle loro case, oggi diventano il fondamento più grande del mondo.

Faccio una richiesta speciale alle famiglie: in questo tempo che state vivendo, pregate tutti i giorni lo Spirito Santo chiedendogli questa grazia della sapienza nel cuore dell’uomo. E avrete molto presto una risposta bellissima per questo momento di dolore che state vivendo sulla Terra.

I fiori sono stati benedetti.
Vi lascio il mio Cuore, figli. Che sentiate sempre la presenza della Madre della Pietà vicino a voi.
Ecco la Serva di Dio ed ecco che il Signore mi chiama.

video dell’apparizione (al termine del messaggio, dal minuto 01:02:55, Marilda spiega che la Madonna è apparsa tranquilla e serena)

elenco messaggi tradotti