Categorie
2018

18.02.2018

Cari figli!
Con grande pace, sapienza e amore, viviamo quest’anno della fede e dell’unità sotto la protezione della Santissima Trinità e anche della Sacra Famiglia. In modo speciale, mettiamo nelle mani di Gesù tutti i pellegrini qui presenti. Chiedo a Gesù che sia presente nel cuore di ogni pellegrino. Ogni figlio che è qui, è qui per volontà di Dio. È stato Dio che ti ha portato fin qui. Molti nemmeno sapevano della grazia che avrebbero ricevuto. Gesù vi ama e vi porta la grazia di poter stare alla Sua presenza, guidati dalla luce dello Spirito Santo. Tutti quelli che sono qui, vengono adesso illuminati dallo Spirito Santo.

Chiedi allo Spirito Santo che ti illumini, perché siete nel tempo della giustizia. Questo tempo della giustizia è serio. L’umanità coglierà quello che ha seminato. In verità, il mondo non ha seminato cose belle, bensì cose tristi: divisioni, indifferenza, disobbedienza. L’umanità coglierà quello che ha seminato. È inutile che tu voglia cogliere nel giardino della tua casa qualcosa che non hai seminato.

La giustizia di Dio è correttissima. A volte ti interroghi sulle tue sofferenze. Ma esse possono essere la conseguenza della tua disobbedienza a Dio.

Sei obbediente?

Quando sei obbediente, puoi anche attraversare una sofferenza, ma non discuti. Stai in silenzio e chiedi forza al Padre. Quando ti lamenti della tua sofferenza, puoi essere pienamente consapevole del fatto che stai seminando e cogliendo quello che hai seminato. Certamente la tua semina non è stata secondo la volontà di Dio.

La volontà di Dio per i giorni di oggi è che l’umanità ricorra alla preghiera, che sia vigile. Nessuno sa quale sarà la sofferenza che verrà per la Terra: materiale, temporale o spirituale. Non si sa quale di queste tre colpirà di più il mondo in questo momento.

Devi stare in preghiera. Rifugiati tra le braccia di Gesù Misericordioso. Perché questo è anche il tempo della misericordia. Siamo nel tempo della giustizia e della misericordia, siamo nell’anno della fede e dell’unità. La fede ci avvicina a Dio e l’unità rappresenta l’unione necessaria per vincere le grandi battaglie.

Per vincere le grandi tristezze che verranno per l’umanità, è necessario che vi teniate per mano. Ogni famiglia deve prendersi cura dell’unità familiare, soprattutto adesso che siete nel tempo della quaresima. Questo è un tempo di silenzio, di riflessione, di maturazione. Dio vuole la tua conversione. Gesù vuole tirarti fuori da questo pantano di dolore in cui ti trovi. Egli non mancherà di rispetto alla tua libertà. Egli ti ha dato la libertà di scelta. Dì: “Voglio essere di Dio!”.

Se vorrai essere di Dio, Egli ti illuminerà come Padre, Figlio e Spirito Santo. Non perirai nelle tenebre. Anche se il mondo è nelle tenebre, tu non perirai. Ma è necessario che ascoltiate il mio grande avvertimento: pregate e vigilate!

Il tempo della giustizia è un tempo grande, nel quale i disegni dal Padre sono differenti dai vostri. La volontà di Dio deve stare al primo posto. Voi passerete per grandi prove, che sono la conseguenza di quello che l’umanità ha seminato. È inutile sognare un Brasile bellissimo in un mondo bellissimo. Tu sai che il mondo ha seminato sofferenza. È necessario avere sapienza ed essere pronto per vincere la sofferenza, e avere coraggio per cambiare vita.

A partire dal momento in cui decidi di essere un uomo di Dio, tu ricevi la benedizione di Dio. E Dio avrà misericordia dell’umanità. Perché, se verrà per il mondo la sofferenza che l’umanità ha seminato, nessuno riuscirà a sopportarla. È tanta sofferenza. Un essere umano che si ritiene pronto, non è pronto come dovrebbe esserlo.

L’umanità è pronta per le cose belle. Nessuno è pronto per la sofferenza, per le difficoltà, per le perdite. Sarà un tempo di difficoltà. Sarà un tempo di molta unzione, perché avrai la presenza di Gesù, che sempre ti condurrà e proteggerà.

Ma questo è già il momento in cui iniziate ad aprire gli occhi ai segni di Dio sulla Terra. Saranno visibili, anche quelli che riguardano la mano di Dio sui suoi figli perseveranti, soprattutto su voi pellegrini. Perché, voi che arrivate qui, ripartire con una vita di preghiera. Imparate a pregare in famiglia, a guidare i bambini e i giovani a una vita di preghiera.

I padri e le madri devono avere una vita di preghiera, perché la preghiera è la vostra forza. Quando preghi, ti avvicini a Dio. Il nemico non riesce ad avvicinarsi a chi ha una vita di preghiera. La preghiera è la tua difesa – la preghiera del Santo Rosario. È la tua difesa. È come un’arma in una guerra. Nella battaglia che devi affrontare oggi, la tua arma è il Rosario. È l’arma che combatterà il demonio. Per quello che chiedi in preghiera, ricevi immediatamente la grazia.

Chiedete nella vostra preghiera che Dio vi liberi da tutte le persecuzioni e le trappole del demonio. Soprattutto nel tempo della quaresima è necessario maturare di più. È necessario fare momenti di preghiera e digiuno.

Esistono diversi modi di fare digiuno. Uno di essi – quello che Gesù ci chiede di più – è il silenzio. Evitare le parole di giudizio. Tu che vivi nel peccato, esci da questa vita di peccato. In questo tempo di quaresima, Gesù ti chiama a una vita di santità.

Gesù ti darà più grazie quando vincerai il peccato, che è la tentazione. La carne, la debolezza della carne, è il bersaglio principale. Ma devi essere forte. Se desideri avere una vita santa come padre, madre, sacerdote, religioso o religiosa, devi seguire le orme di Gesù Cristo. Sa cadi, rialzati! Perché tutti voi siete deboli, umani, e sbagliate. Ma avete la forza per vincere la debolezza con la preghiera. Con la preghiera del Santo Rosario.

Inizia a pregare e affida la tua vita a Dio. Dì: “Spirito Santo! Vieni a illuminarmi!” Ed Egli verrà. Egli ti illuminerà. Egli viene a te con quei raggi di luce dei Sette Doni affinché tu possa combattere i peccati capitali. È necessario che tu abbia questo coraggio, questa fede viva. Vai avanti con Gesù, che sta qui nella brezza leggera. Togli il peso della tua sofferenza interiore: divisioni, prove, vizi. Mettiti completamente – cuore, anima e corpo – metti tutto il tuo essere alla presenza della brezza leggera. Iniziamo questo tempo di quaresima con Gesù.

Facciamo del tempo di quaresima un tempo di gioia, preghiera e silenzio! La nostra gioia è stare alla presenza di Dio. Dio è Padre! Posso sentire qui, oggi, in questo momento, che Dio è Padre! È per questo che sono qui in corpo e anima, guardando il cuore dei figli che sono qui e che hanno sete di Dio, che sono assetati delle benedizioni di Dio, delle parole che portano vita e speranza.

Nel messaggio riceviamo dal Cielo il coraggio per andare avanti, anche se adesso hai il cuore triste, sofferente. Ma sappi che Dio vuole vederti felice! Il mondo vuole che ti rattristi, ma Dio vuole che ti rallegri. In questo tempo di quaresima, viviamo un tempo di amore intenso di Gesù per noi. Gesù ha fatto la volontà del Padre con gioia. Egli ha amato immensamente la volontà del Padre, quella di essere l’Agnello di Dio che ha tolto e toglie il peccato del mondo.

La nostra gioia è nella presenza di Dio. Per questo, abbiamo bisogno di avere una vita di sapienza, in questo tempo di quaresima. A causa del rumore del mondo è necessario avere la pienezza del silenzio. Dobbiamo avvicinarci a Dio attraverso il silenzio, la preghiera, la fede, la carità – fare sempre un atto di carità. La carità maggiore è verso te stesso. È facile dare da mangiare a chi ha fame. Difficile è dare da mangiare al tuo cuore affamato della luce che è Gesù.

Alimentati di questa luce che è l’Eucarestia, che è il Pane Vivo disceso dal Cielo e che sta in mezzo a noi. Fai un’esperienza spirituale bellissima, cerca la confessione. Affidati a Dio con il cuore, perché il tempo della giustizia è in mezzo a noi.

Preparatevi, figli miei! Perché Gesù è molto vicino a noi. Dobbiamo essere pronti per incontrarci con Lui.

In questo momento, con grande affetto, desidero benedirvi.

La Madonna benedice tutti i presenti mentre intonano il canto “Dacci la tua benedizione…”

Cari figli!
Vi ho benedetti con affetto. Io, Maria, vi invito, vi chiamo alla vita di preghiera in questo tempo di silenzio. Ma Gesù non ci vuole tristi. Ci vuole umili, preparati, con il cuore gioioso per la Sua presenza in ciascuno di noi. Non può essere triste il cuore che ama Dio veramente. L’amore di Dio è presente nella vita di tutti. Questo Padre ti ama. Questo Padre ti ama immensamente.

I fiori sono stati benedetti per la guarigione e liberazione di tutti i malati nel corpo e nell’anima. Chiedo a Gesù che benedica tutti questi fiori e che, nella sua Misericordia infinita, sia presente nel cuore di tutti quelli che ricevono questi fiori con tanta fede e amore, con la certezza che il Cielo oggi sta riversando grazie, grazie e grazie sul mondo.

In questo tempo pregate molto per il Brasile, che è un paese che avrà immensamente bisogno della fede e dell’unità.

Faccio gli auguri a quanti oggi compiono gli anni! Che Gesù vi benedica. Che possiate portare da qui Gesù ad ogni cuore, ad ogni anima.

Che tutti rimangano nella pace con la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio e di Dio Spirito Santo; in questa domenica dedicata alle famiglie.

Che Dio benedica tutte le famiglie del mondo. Che la Sacra Famiglia copra con il manto dell’amore della Famiglia di Nazareth tutte le famiglie. Amen!

Ecco la Serva del Signore, la Madre di Piedade, ed ecco che il Signore mi chiama.
Messaggio del 18.02.2018

Cari figli!
Con grande pace, sapienza e amore, viviamo quest’anno della fede e dell’unità sotto la protezione della Santissima Trinità e anche della Sacra Famiglia. In modo speciale, mettiamo nelle mani di Gesù tutti i pellegrini qui presenti. Chiedo a Gesù che sia presente nel cuore di ogni pellegrino. Ogni figlio che è qui, è qui per volontà di Dio. È stato Dio che ti ha portato fin qui. Molti nemmeno sapevano della grazia che avrebbero ricevuto. Gesù vi ama e vi porta la grazia di poter stare alla Sua presenza, guidati dalla luce dello Spirito Santo. Tutti quelli che sono qui, vengono adesso illuminati dallo Spirito Santo.

Chiedi allo Spirito Santo che ti illumini, perché siete nel tempo della giustizia. Questo tempo della giustizia è serio. L’umanità coglierà quello che ha seminato. In verità, il mondo non ha seminato cose belle, bensì cose tristi: divisioni, indifferenza, disobbedienza. L’umanità coglierà quello che ha seminato. È inutile che tu voglia cogliere nel giardino della tua casa qualcosa che non hai seminato.

La giustizia di Dio è correttissima. A volte ti interroghi sulle tue sofferenze. Ma esse possono essere la conseguenza della tua disobbedienza a Dio.

Sei obbediente?

Quando sei obbediente, puoi anche attraversare una sofferenza, ma non discuti. Stai in silenzio e chiedi forza al Padre. Quando ti lamenti della tua sofferenza, puoi essere pienamente consapevole del fatto che stai seminando e cogliendo quello che hai seminato. Certamente la tua semina non è stata secondo la volontà di Dio.

La volontà di Dio per i giorni di oggi è che l’umanità ricorra alla preghiera, che sia vigile. Nessuno sa quale sarà la sofferenza che verrà per la Terra: materiale, temporale o spirituale. Non si sa quale di queste tre colpirà di più il mondo in questo momento.

Devi stare in preghiera. Rifugiati tra le braccia di Gesù Misericordioso. Perché questo è anche il tempo della misericordia. Siamo nel tempo della giustizia e della misericordia, siamo nell’anno della fede e dell’unità. La fede ci avvicina a Dio e l’unità rappresenta l’unione necessaria per vincere le grandi battaglie.

Per vincere le grandi tristezze che verranno per l’umanità, è necessario che vi teniate per mano. Ogni famiglia deve prendersi cura dell’unità familiare, soprattutto adesso che siete nel tempo della quaresima. Questo è un tempo di silenzio, di riflessione, di maturazione. Dio vuole la tua conversione. Gesù vuole tirarti fuori da questo pantano di dolore in cui ti trovi. Egli non mancherà di rispetto alla tua libertà. Egli ti ha dato la libertà di scelta. Dì: “Voglio essere di Dio!”.

Se vorrai essere di Dio, Egli ti illuminerà come Padre, Figlio e Spirito Santo. Non perirai nelle tenebre. Anche se il mondo è nelle tenebre, tu non perirai. Ma è necessario che ascoltiate il mio grande avvertimento: pregate e vigilate!

Il tempo della giustizia è un tempo grande, nel quale i disegni dal Padre sono differenti dai vostri. La volontà di Dio deve stare al primo posto. Voi passerete per grandi prove, che sono la conseguenza di quello che l’umanità ha seminato. È inutile sognare un Brasile bellissimo in un mondo bellissimo. Tu sai che il mondo ha seminato sofferenza. È necessario avere sapienza ed essere pronto per vincere la sofferenza, e avere coraggio per cambiare vita.

A partire dal momento in cui decidi di essere un uomo di Dio, tu ricevi la benedizione di Dio. E Dio avrà misericordia dell’umanità. Perché, se verrà per il mondo la sofferenza che l’umanità ha seminato, nessuno riuscirà a sopportarla. È tanta sofferenza. Un essere umano che si ritiene pronto, non è pronto come dovrebbe esserlo.

L’umanità è pronta per le cose belle. Nessuno è pronto per la sofferenza, per le difficoltà, per le perdite. Sarà un tempo di difficoltà. Sarà un tempo di molta unzione, perché avrai la presenza di Gesù, che sempre ti condurrà e proteggerà.

Ma questo è già il momento in cui iniziate ad aprire gli occhi ai segni di Dio sulla Terra. Saranno visibili, anche quelli che riguardano la mano di Dio sui suoi figli perseveranti, soprattutto su voi pellegrini. Perché, voi che arrivate qui, ripartire con una vita di preghiera. Imparate a pregare in famiglia, a guidare i bambini e i giovani a una vita di preghiera.

I padri e le madri devono avere una vita di preghiera, perché la preghiera è la vostra forza. Quando preghi, ti avvicini a Dio. Il nemico non riesce ad avvicinarsi a chi ha una vita di preghiera. La preghiera è la tua difesa – la preghiera del Santo Rosario. È la tua difesa. È come un’arma in una guerra. Nella battaglia che devi affrontare oggi, la tua arma è il Rosario. È l’arma che combatterà il demonio. Per quello che chiedi in preghiera, ricevi immediatamente la grazia.

Chiedete nella vostra preghiera che Dio vi liberi da tutte le persecuzioni e le trappole del demonio. Soprattutto nel tempo della quaresima è necessario maturare di più. È necessario fare momenti di preghiera e digiuno.

Esistono diversi modi di fare digiuno. Uno di essi – quello che Gesù ci chiede di più – è il silenzio. Evitare le parole di giudizio. Tu che vivi nel peccato, esci da questa vita di peccato. In questo tempo di quaresima, Gesù ti chiama a una vita di santità.

Gesù ti darà più grazie quando vincerai il peccato, che è la tentazione. La carne, la debolezza della carne, è il bersaglio principale. Ma devi essere forte. Se desideri avere una vita santa come padre, madre, sacerdote, religioso o religiosa, devi seguire le orme di Gesù Cristo. Sa cadi, rialzati! Perché tutti voi siete deboli, umani, e sbagliate. Ma avete la forza per vincere la debolezza con la preghiera. Con la preghiera del Santo Rosario.

Inizia a pregare e affida la tua vita a Dio. Dì: “Spirito Santo! Vieni a illuminarmi!” Ed Egli verrà. Egli ti illuminerà. Egli viene a te con quei raggi di luce dei Sette Doni affinché tu possa combattere i peccati capitali. È necessario che tu abbia questo coraggio, questa fede viva. Vai avanti con Gesù, che sta qui nella brezza leggera. Togli il peso della tua sofferenza interiore: divisioni, prove, vizi. Mettiti completamente – cuore, anima e corpo – metti tutto il tuo essere alla presenza della brezza leggera. Iniziamo questo tempo di quaresima con Gesù.

Facciamo del tempo di quaresima un tempo di gioia, preghiera e silenzio! La nostra gioia è stare alla presenza di Dio. Dio è Padre! Posso sentire qui, oggi, in questo momento, che Dio è Padre! È per questo che sono qui in corpo e anima, guardando il cuore dei figli che sono qui e che hanno sete di Dio, che sono assetati delle benedizioni di Dio, delle parole che portano vita e speranza.

Nel messaggio riceviamo dal Cielo il coraggio per andare avanti, anche se adesso hai il cuore triste, sofferente. Ma sappi che Dio vuole vederti felice! Il mondo vuole che ti rattristi, ma Dio vuole che ti rallegri. In questo tempo di quaresima, viviamo un tempo di amore intenso di Gesù per noi. Gesù ha fatto la volontà del Padre con gioia. Egli ha amato immensamente la volontà del Padre, quella di essere l’Agnello di Dio che ha tolto e toglie il peccato del mondo.

La nostra gioia è nella presenza di Dio. Per questo, abbiamo bisogno di avere una vita di sapienza, in questo tempo di quaresima. A causa del rumore del mondo è necessario avere la pienezza del silenzio. Dobbiamo avvicinarci a Dio attraverso il silenzio, la preghiera, la fede, la carità – fare sempre un atto di carità. La carità maggiore è verso te stesso. È facile dare da mangiare a chi ha fame. Difficile è dare da mangiare al tuo cuore affamato della luce che è Gesù.

Alimentati di questa luce che è l’Eucarestia, che è il Pane Vivo disceso dal Cielo e che sta in mezzo a noi. Fai un’esperienza spirituale bellissima, cerca la confessione. Affidati a Dio con il cuore, perché il tempo della giustizia è in mezzo a noi.

Preparatevi, figli miei! Perché Gesù è molto vicino a noi. Dobbiamo essere pronti per incontrarci con Lui.

In questo momento, con grande affetto, desidero benedirvi.

la Madonna benedice i presenti

Cari figli!
Vi ho benedetti con affetto. Io, Maria, vi invito, vi chiamo alla vita di preghiera in questo tempo di silenzio. Ma Gesù non ci vuole tristi. Ci vuole umili, preparati, con il cuore gioioso per la Sua presenza in ciascuno di noi. Non può essere triste il cuore che ama Dio veramente. L’amore di Dio è presente nella vita di tutti. Questo Padre ti ama. Questo Padre ti ama immensamente.

I fiori sono stati benedetti per la guarigione e liberazione di tutti i malati nel corpo e nell’anima. Chiedo a Gesù che benedica tutti questi fiori e che, nella sua Misericordia infinita, sia presente nel cuore di tutti quelli che ricevono questi fiori con tanta fede e amore, con la certezza che il Cielo oggi sta riversando grazie, grazie e grazie sul mondo.

In questo tempo pregate molto per il Brasile, che è un paese che avrà immensamente bisogno della fede e dell’unità.

Faccio gli auguri a quanti oggi compiono gli anni! Che Gesù vi benedica. Che possiate portare da qui Gesù ad ogni cuore, ad ogni anima.

Che tutti rimangano nella pace con la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio e di Dio Spirito Santo; in questa domenica dedicata alle famiglie.

Che Dio benedica tutte le famiglie del mondo. Che la Sacra Famiglia copra con il manto dell’amore della Famiglia di Nazareth tutte le famiglie. Amen!

Ecco la Serva del Signore, la Madre della Pietà, ed ecco che il Signore mi chiama.