Categorie
2002

20.01.2002

Cari figli!
In questo giorno del Signore, cerchiamo di guardare dentro i nostri cuori e chiedere a Gesù di concederci la luce del Divino Spirito Santo, in modo da poterci immergere in questo oceano di grazie e benedizioni, il cui alimento essenziale è la Parola del Cielo, la Parola di Dio!

Innanzitutto desidero accogliere nel mio Cuore tutti voi, tutti i figli e le figlie che sono venuti qui per incontrare le benedizioni celesti, le grazie divine, e anche per esaminare il proprio cuore in quest’anno dedicato alla preghiera per la pace e anche alla preghiera per il Santo Padre.
Chiediamo anche in modo speciale che l’umanità abbia la forza, il coraggio e la sapienza per vincere. Principalmente perché, da qui in avanti, niente sarà facile. Le tribolazioni, le sofferenze, le difficoltà…

Vorrei tantissimo farvi una richiesta, figli: che durante quest’anno che sta iniziando sappiate essere perseveranti, autentici e veri!

Non lasciatevi prendere dalle tristezze che si renderanno presenti nella vostra vita. Soprattutto perché, dato che è un anno in cui vi dedicate a pregare per la pace, proprio perché è un anno di tribolazione e sofferenza, l’unico che può calmare le grandi tempeste, i nostri cuori, è Dio.
E Dio è la pace!

Dove la pace è presente, tutto si trasforma e noi abbiamo come fondamento, come base per la crescita spirituale, una vita nuova.

Oggi qui abbiamo tante cose belle da fare, da costruire. Quante cose bellissime e vere!

Quando vi guardo, la prima cosa che vedo è quanto Dio vi ama! Perché Egli mi manda come messaggera direttamente dal Cielo per potervi trasmettere un insegnamento divino, per guidarvi nei tempi di oggi a vincere con grande dignità il peccato e avere sostegno e fede per essere superiori a tutte le debolezze del male.

So che, grazie alla Misericordia di Dio, il mondo si sta avvicinando alla pace, al Trionfo del mio Cuore di Madre!
Ma proprio perché il mondo si avvicina al Trionfo del mio Cuore Immacolato di Madre, il mondo si sta anche avvicinando a una terribile tempesta di dolore e di tristezza, e io chiedo sempre a Gesù di rendervi molto forti e perseveranti.

Non c’è niente di più importante che essere autentici e veri e avere dentro di sé la volontà di lottare per giorni migliori e per un mondo di pace.

È così bello saper essere ascoltatori del Cielo, nonostante le sofferenze e le tristezze che oggi colpiscono l’umanità, a causa della mancanza di obbedienza ai Comandamenti.
Oggi è il giorno del Signore e quanti non hanno più amore per Cristo nell’Eucarestia! Che non hanno più la sapienza di incontrarlo e alimentare i loro cuori, fortificare la loro anima.

Io so, figli, che il mondo sta seminando una terribile tempesta di lacrime, con la sua mancanza di rispetto e la sua disobbedienza al Cielo!
L’umanità si sentirà molto tribolata in quest’anno: ci saranno molte tristezze nei cuori dei figli di Dio, molta depressione, molta delusione.
Ed è per questo che, da qui in avanti, dovete avere una vita ancora più dedita alla preghiera del Santo Rosario, alla Santa Eucaristia, al Vangelo.
Ricorda sempre che la Parola di Dio può essere per te l’unica speranza certa per superare il più grande problema del mondo, che oggi è la mancanza di fiducia in Dio, perché se il mondo confidasse di più in Dio, l’uomo non si lascerebbe così facilmente turbare dalle piacevoli illusioni del mondo e dai piacevoli desideri della carne.

Oggi non esiste più un fondamento per quanto riguarda la famiglia, la felicità dei bambini e dei giovani, perché l’uomo sta cercando la sua felicità nelle cose degli occhi e non in Dio, il contenuto fondamentale, l’essenza fondamentale della nostra anima.

Allora medita e rifletti. Dio ti ha portato qui oggi! Hai superato tanti momenti difficili per essere qui in questo pomeriggio, per pregare in questo giorno così speciale! È un giorno in cui il vero cristiano cerca le cose del Cielo e voi siete venuti a cercare le cose del Cielo!

Non smetterò mai di dirvi che tutti i figli che vengono nella Valle, vengono a pregare, vengono a ringraziare, vengono a ricevere grazie, vengono ad attingere forza, vengono ad attingere fiducia, perseveranza, coraggio, luce per vincere, forza per andare avanti.
Voi siete molto privilegiati! Con un privilegio superiore a qualsiasi altra cosa! Perché, dal momento in cui sai valorizzare la vita come un dono di Dio, inizi a capire che hai il più grande privilegio del mondo e che Dio ti ha fatto così speciale per Lui.

Ecco perché, l’enorme sacrificio che avete fatto per arrivare fin qui, vi edificherà e vi renderà creature ancora più forti.

Anche Gesù un giorno ha camminato tra gli uomini e ha dovuto superare momenti di tentazione, momenti di difficoltà, fino al momento in cui fu condannato a morte dai suoi stessi fratelli. Egli ha vinto tutto con l’amore!

Così anche noi dobbiamo superare i momenti difficili con l’amore. Consolare Gesù attraverso questo atto di sacrificio, di penitenza, per le innumerevoli persone che lo stanno offendendo, che stanno ferendo il suo Cuore e la sua Anima.

Vogliamo offrire questo sacrificio anche perché il mondo sta vivendo nel peccato, che ha reso il mondo una tenebra, un’oscurità enorme! Allora offriamo questo sacrificio affinché nel mondo ci sia la luce dello Spirito Santo, lavorando e trasformando il cuore dell’umanità, specialmente in questi giorni in cui l’umanità è così perseguitata e così tormentata dal nemico, il demonio!

Vorrei ricordarvi che state vivendo un tempo in cui Dio sta preparando una grande trasformazione nel cuore dei suoi figli! Perché, in verità, non è la Terra che deve essere trasformata, ma i figli.

Figli! Quando si pianta un seme in una terra buona, esso deve portare frutto! Se il seme non porta frutto nella terra buona, allora si toglie quel seme che non ha portato frutto e si pianta un nuovo seme. Lo stesso vale per l’opera di Dio.
Oggi, chi non sta valorizzando la vita come un dono è l’uomo che cerca molto di più i piaceri e la soddisfazione della carne piuttosto che lo spirito, la costruzione di un cammino verso l’Eternità.

Spesso dimentichi che sei qui di passaggio e che domani potrebbe essere il giorno in cui ti incontri con il Cielo, in cui arrivi alla casa del Padre, e che a volte sei così poco preparato per entrare nella casa del Padre e vivere per sempre la vita che Dio ha creato per ognuno di noi: ETERNA!

Se il Cielo vi prendesse oggi, figli, sareste preparati per entrare in Cielo?

Hai mai pensato che ogni minuto e ogni secondo non ti appartengono, ma sono di Dio?

Come sta procedendo il tuo cammino?
Corrispondi alla chiamata di Dio come è necessario?
Quante volte metti i tuoi occhi al primo posto e con essi giudichi, condanni, ti ferisci, ti fai del male, ti deprimi e spesso causi a te stesso la peggiore delle malattie del mondo, che è il peccato?

Come sta il tuo cuore? Dove dimora la tua anima? In Cristo? Gesù è presente nel tuo cuore? Sei autentico, vero, umile e semplice? Ascolti il Cielo come è necessario ascoltarlo? Rispondi alla chiamata del Signore? Corrispondi ai disegni di Dio nella tua vita? Come sta il tuo cuore in questi giorni? È freddo? È malato? Come stai, figlio?
Perché se Dio ti ha portato a questa fonte di grazia e di benedizione, è per guarirti. L’unico che può guarirti è Gesù! Lavarti interamente con il suo Sangue di Misericordia e renderti un uomo saggio, uno strumento di beatitudine, degno di dire: “Signore! Si faccia in me secondo la tua volontà! Ma vieni sempre a me, Signore, affinché io, seguendo i tuoi passi, possa venire alla Luce”.

Figli miei! Guardo il Cielo e chiedo al Signore: Pietà! Pietà! Pietà per il mondo!

Perché so che in quest’anno di tribolazione arriveranno molte sofferenze, che vivrete e attraverserete molte conseguenze dolorose. Per questo, siate forti!

Soprattutto tu che oggi sei qui, a volte triste, risentito, guardando il Cielo e volendo una risposta, perché tante volte subisci ingiustizie per voler fare il bene: ricorda che la tua gioia è l’eternità!

Non aspettarti più la gioia dagli uomini, perché gli uomini non conoscono e non praticano le cose come dovrebbero essere praticate! Molte volte le praticano solo con la loro capacità umana, dimenticano di permettere allo Spirito Santo di agire veramente nel loro cuore!

Lascia che Gesù operi in te il più grande miracolo del mondo, che è la fede. Lascia che la fede ti rinnovi, ti trasformi. E sono sicura che non ti lascerai sopraffare dai tempi difficili, ma che questi ti renderanno ancora più forte e capace, perché ti ricorderai di quando Gesù ha detto: “NON AVERE PAURA! PERCHÉ LA VIA DEL CIELO È STRETTA! MA LA VIA STRETTA È LA VIA DELLA VITA: DELLA VITA ETERNA”.

Ed è con questa sete di lottare per la vita eterna, di lottare per il Trionfo del mio Cuore, affinché tutti i figli possano vivere la pace, che desidero che voi facciate di questo giorno del Signore un giorno di consolazione a Cristo, di amore a Cristo, di adorazione a Cristo! Nel silenzio del vostro cuore, in questo momento, mettetevi a disposizione come strumenti di pace, per seminarla, divulgarla e diffonderla ovunque andiate.

Sarò sempre con voi, come la Madre che intercede per un figlio, perché lo ama! Ed è come Madre che tanto vi ama, che in questo momento voglio darvi – con tutto l’amore e l’affetto – la mia benedizione di Madre!

In questo momento la Madonna benedice tutti …

Cari figli!
Vi ho benedetto con grande amore nel mio Cuore!
Dio è così grande e buono! Ci insegna a guardare con gli occhi pieni d’amore, a camminare con sapienza, dignità e – anche davanti a tanto dolore – ad avere gioia, a sapere che nulla è oscurità quando si crede pienamente nella Luce che può dissipare ogni tenebra, illuminando sempre il nostro cammino. È con questa certezza che vi chiedo di camminare da qui in avanti.

Non cadere nell’ora del dolore! Non rattristarti nell’ora della sofferenza! Ma apri gli occhi e sappi che Dio è con te! Che sei sul cammino verso il Trionfo del Cuore di Maria! Che oggi fai parte di un esercito, che è l’Esercito di Dio, dove come arma hai il Rosario e come luce lo Spirito Santo. Come alimento, Cristo, lo stesso Cristo Gesù! E come Fortezza, l’Amore di un Padre presente in ciascuno dei suoi figli!

Vai avanti e non avere paura! E quando per qualche motivo vacilli, credi, confida, piega le ginocchia davanti a Gesù nel Santissimo Sacramento e chiedigli di aiutarti e sicuramente Egli sarà per te sostegno e forza, e la luce per andare sempre avanti!

Restate in pace! Abbiate un pomeriggio di pace! Rimanete alla presenza del Padre, del Figlio e del Divino Spirito Santo!

A chi mi ha offerto bellissimi fiori, dono il mio Cuore di Madre. Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore!