Categorie
2002

10.02.2002

ritiro spirituale di Carnevale (domenica)

Cari e amati figli!
È una gioia potervi parlare dell’amore di Dio! È una gioia potervi accogliere per amore di Dio! E in questo giorno, che è il giorno del Signore, contempliamo la grandiosa e infinita bontà di Gesù.

Allora nei nostri cuori, il primo atto di questo nostro giorno, di questo pomeriggio, è un atto di ringraziamento al Cielo. Ringraziamo Dio per il dono della vita, ringraziamo Dio per la fede che ha riposto nei nostri cuori, ringraziamo Dio per questo ritiro spirituale, anche se ci sono sacrificio, penitenza e difficoltà.
Ringraziamo Dio per essere qui nella Valle della Preghiera, in un luogo scelto dal Cielo!

Ma tutti devono anche essere consapevoli del fatto che quando siamo in un luogo di preghiera, siamo perseguitati dai pensieri.

Quante volte, là nel profondo del tuo cuore, Gesù è presente e tu non lo lasci abitare, non lo lasci parlare più forte di tutti i tuoi dubbi, di tutte le tue incertezze!

Allora vogliamo anche chiedere aiuto a Dio. Oggi abbiamo molto da ringraziare e molto da chiedere. Chiedere compassione per il mondo, misericordia per il mondo.
Oggi ci sono tante sofferenze nella vita di ognuno di voi, ci sono tante prove, difficoltà, momenti difficili. Io chiedo a Gesù di illuminarvi, di guidarvi e di proteggervi.

Nel silenzio del nostro cuore, ringraziamo il Cielo, la Santissima Trinità, ringraziamo la grandiosa Misericordia del Cielo, del Padre, del Figlio, l’infinita Luce del Divino Spirito Santo.
Perché da qui in avanti, figli, vivrete momenti così dolorosi, momenti di grande tribolazione sulla faccia della Terra, di grandi interrogativi, di grandi prove.
Allora dovete essere molto ben preparati, nessuno di voi può dimenticare che la preparazione più bella che abbiamo nella vita è l’affidamento, la fiducia, la fedeltà, l’amore per il Cielo.

Oggi siamo invitati dal Cielo ad essere santi e oggi siamo sulla via della santità, conoscendo il valore di una famiglia fraterna, essendo una famiglia.
È così bello quando vi guardo qui e vedo la presenza dell’amore di Dio nei vostri cuori, ma è anche così triste quando guardo la vostra nazione e vedo tanta discordia, tanto peccato soprattutto in questi giorni.
Voi qui state consolando Gesù e ancora venite colpiti in ogni modo dal male, dalle persecuzioni del male. Allora il mondo ha davvero bisogno di pregare per il Trionfo del mio Cuore Immacolato di Madre.

Il mondo ha urgentemente bisogno di pace! Oggi nessuno può negare che senza pace il mondo non riesce più a vivere. Noi riusciamo ad essere forti, riusciamo a vincere solo con la presenza dello Spirito Santo nei nostri cuori e nelle nostre anime.

È necessario che parliamo ancora meglio del Regno di Dio, del Regno della Giustizia, del Regno dell’Amore!

Oggi vorrei che ognuno di voi partecipasse, contribuisse di più alla salvezza della propria anima, perché quante volte non ti converti per orgoglio, per egoismo, per mancanza di umiltà, di carità, di semplicità nella tua anima.

Oh, figli miei! Sento una tristezza così grande, perché mi piacerebbe tanto che in questo giorno del Signore l’uomo si ricordasse un po’ di Dio! E l’uomo non si ricorda più! Così pochi si ricordano! Per questo sono grata per il vostro affetto, per il vostro amore sincero.

Perché, quanti e quanti milioni di persone oggi vivono nelle tenebre del peccato. Un numero così grande di persone si lascia prendere sempre più dalla materia, si perde a causa della materia.

È così bella la condivisione, la carità, l’amore. È così bello donarsi, mettersi al servizio dell’amore di Dio.
È così triste quando le persone non sanno avvicinarsi a Gesù e dire: “Mio ​​Signore e mio Dio, quanto ti amo!”.

Gesù si sente spesso così abbandonato. Gesù spesso si sente così disprezzato dagli uomini, ed è per questo, figli, che so che la tribolazione sarà fortissima, la sofferenza sarà fortissima e la supererà solo l’uomo che porta nel suo cuore la Luce Divina.

RICORDA: QUELLO CHE TI SALVERÀ, È LA TUA UMILITÀ, LA TUA CARITÀ, IL TUO PERDONO, LA TUA FEDE. Perché, d’ora in avanti, resta solo Dio! Non fidatevi più del mondo, perché il mondo non potrà più darvi nulla di buono, solo dolore e tristezza, lacrime e sofferenza. Abbiate fiducia in Dio, nella Divina Provvidenza. Pregate in modo molto bello per il Santo Padre, il Papa. Quando dico “bello”, intendo con il cuore aperto!

Pregate per la Chiesa, che subirà innumerevoli persecuzioni da qui in avanti!

Pregate per l’autenticità delle vocazioni, per l’autenticità di tutti i missionari, perché oggi le persone fingono di essere quello che non sanno essere. Oggi l’uomo finge di essere onesto senza avere onestà, l’uomo finge di essere autentico senza conoscere l’autenticità, l’uomo finge di essere buono senza conoscere la bontà.

Figli, pregate! Pregate perché quest’anno è un anno di dolore, un anno di grande sofferenza e durante questo ritiro spirituale qui in questa Valle della Pace, voi avete la felicità di pregare e consolare Gesù.

Ti sei fermato a pensare a quanto Gesù si sente ferito in questi giorni, a quanto Gesù si sente percosso in questi giorni dalla grande incredulità degli uomini che vogliono solo i piaceri del mondo, i desideri?

Quanti bambini soffrono in questi giorni, perché sono portati dai loro genitori a vivere in un mondo di droghe, di sofferenze e di tristezze. Siete consapevoli di quanti innocenti stanno soffrendo per la mancanza di sapienza nel cuore degli uomini?
Gesù disse: “Guai a chi fa del male a uno di questi!” e Gesù si si riferiva ai bambini. Guai a chi rovina l’innocenza di un bambino!

Ti sei mai fermato a pensare che, in questi giorni, tanti bambini commettono cose assurde?

I bambini oggi non hanno più purezza nelle loro anime!

E tu giovane che sei qui, ti sei mai fermato a pregare per i giovani della tua nazione? La maggior parte di essi si perde in questo mondo di dolore. Perché purtroppo l’umanità corre sempre dietro al frutto apparentemente più buono, mentre sono sempre pochi quelli che cercano le cose di Dio. Perché davanti a Dio è necessario avere autenticità, avere fede.

Dio non vuole la quantità, ma la qualità del bene, perché chi è buono ha il cuore puro, il cuore semplice.

Giovani, siate di Dio!

Sono stata così felice quando ho sentito nel mio Cuore il vostro affetto nel lodare Gesù in questo pomeriggio, il vostro amore!

Giovane, non perderti di fronte a questo veleno del male!

La gioventù è la più grande ricchezza che hai nella vita! Pertanto, valorizzala, ama, non disprezzare il cammino della vita e della pace.

E voi padri, voi madri, vi siete già fermati a meditare su quante siano le famiglie che in questi giorni cadono nella piena disunione e discordia, offendendo il cuore dei loro figli?

Oh, figli miei, è così tanta la povertà che vedo in questi giorni che posso solo guardarvi e dirvi: FIGLI, PREGATE PER IL TRIONFO DEL MIO CUORE DI MADRE! Perché il mondo è in un oceano di fango, di lacrime e dolore, di perdizione, di tenebre!

Per questo, prega in questo momento Dio per la tua Nazione, una Nazione così bella che dovrebbe amare molto di più, che non avrebbe così tanta miseria e povertà se le persone cercassero di vivere con più dignità, con più sapienza e con più rispetto per Dio.
Allora, prega per la Santa Chiesa.

Oggi è il giorno del Signore, la Chiesa ha tanto bisogno di una grande restaurazione, perché la Chiesa è divina, ma gli uomini sono umani, allora gli umani hanno tanto bisogno di una restaurazione, di restaurare sé stessi, di lavorare sé stessi, perché oggi la fede è così poca nella vita delle persone.
Molti parlano del Vangelo con tanta freddezza, con tanta mancanza di amore, che sono certa che prima avrebbero bisogno di sperimentare la Fiamma dello Spirito Santo nelle loro anime, per poi parlare del Regno di Dio e delle cose celesti.

Chiediamo a Dio di riversare questa Fiamma Viva del suo grande Amore sulla Santa Chiesa e di aiutarci a valorizzare la nostra crescita nella fede, la nostra crescita nell’amore, la nostra crescita nell’umiltà.

Da qui in avanti vogliamo camminare. Vi invito a camminare con il cuore aperto e con l’anima affidata a Gesù e io sarò per voi mediatrice, messaggera, Madre Pellegrina, protettrice dei poveri innocenti, Regina del Santo Rosario, Madre della Pace.

Con grande gioia vi darò la mia benedizione.

In questo momento la Madonna benedice tutti …

Cari e amati figli!
Vi ho benedetti con tutto il mio amore materno!
La mia gioia è potervi dare la mia benedizione e parlarvi del più grande tesoro del mondo, che è la Parola di Dio.

Il messaggio di oggi è una riflessione, una meditazione: sei qui per essere un consolatore di Gesù. Allora, se stai facendo tutto questo sacrificio, questa penitenza, è perché Gesù ha molto bisogno di essere consolato.

Ricorda che Gesù ha consolato il mondo portando una croce sulle sue spalle e sentendo nel suo Cuore la mancanza di amore degli uomini, dei figli di Dio.
Oggi Gesù ha detto chiaramente: “Il mondo è in un oceano di fango”. Ecco perché tutto il sacrificio che avete fatto è di consolazione a Gesù!
Otterrete molto di più, figli! Perché siete venuti per incontrare la luce.
Quanti nella vostra nazione stanno cercando il peccato e voi siete venuti a cercare di essere consolatori di Cristo, per le innumerevoli offese che subirà in questi giorni. Ecco perché la vostra missione è molto pesante, la croce è pesante, ecco perché la vostra missione è molto nobile. Tra milioni e milioni di uomini sei stato scelto per essere un consolatore di Cristo.

Vogliamo consolare Gesù con il nostro amore, con la nostra preghiera, con la nostra fede e con la nostra anima, chiedendogli: Signore, abbi pietà del mondo!

Tutti ripetono: Signore, abbi pietà del mondo!

Cari e amati figli!
Che Dio illumini tutti voi e vi conceda tutta la sapienza, l’umiltà, la carità, la semplicità, l’amore e la pace.

Abbiate un giorno del Signore di molta adorazione a Gesù!
Nel profondo del tuo cuore, Egli è presente per essere amato e adorato.

Restate in pace! A chi mi ha offerto bellissimi fiori dono il mio Cuore di Madre.

Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore!