Categorie
2002

03.03.2002

Cari e amati figli!
Vogliamo iniziare questo momento di preghiera facendo una cosa grandiosa per ciascuno di noi: mettendo la nostra vita nelle mani di Dio!

Tutto quello che Dio vuole dal mondo è che il mondo sia salvato. Questo enorme fango di dolore e di tristezza ha reso l’umanità un’umanità ferita, triste e oppressa.
Ecco perché ci rivolgiamo al Cielo, perché il Cielo è l’unico che può davvero ascoltarci. Presentiamo qui le nostre necessità.

Nel silenzio del vostro cuore, mettete nelle mani di Dio la grazia che siete venuti a cercare qui in questa Valle della Pace. E io metto nel vostro cuore la grazia che il Cielo desidera che viviate, in particolare l’amore al prossimo, il perdono, l’amore per la Santa Eucarestia, la preghiera quotidiana del Santo Rosario, una vita più orientata alla carità, all’essere fraterni. In questo tempo di Quaresima, vogliamo pregare immensamente Gesù ed essere grati per tutto quello che Egli ha fatto per noi.

Cari figli, ho lottato tanto per voi! Ci sono momenti in cui vi vedo in un fango di dolore così grande, che l’unico desiderio che posso avere nel mio Cuore è che cerchiate di fare degnamente la volontà di Dio Creatore, senza misurare il vostro amore, senza misurare il vostro abbandono.

Nel mio Cuore, Gesù Cristo è la luce, la verità e la vita. E tutto quello che è bello in me, vorrei che fosse bello anche in ognuno di voi.
Desidero che sappiate lottare contro la tribolazione che verrà, perché la tribolazione è la sofferenza. Non potete nemmeno immaginare cosa vi aspetta da qui in avanti. Il mondo ha una soluzione solo perché Dio è Padre, figli. Perché se dovessimo cercare una soluzione dal lato umano, il mondo non avrebbe più le risorse per vivere in armonia e felicità. Perché l’uomo oggi è egoista, orgoglioso, manca di umiltà, semplicità, determinazione, dedizione.

Oggi siamo invitati dal Cielo ad avere maggiore dedizione, specialmente alla vita di preghiera. È importantissimo che sappiamo lavorare di più per la volontà di Dio nelle nostre vite. È necessario che i bambini, i giovani e le famiglie cerchino di più di vivere la volontà di Dio, perché è inutile seguire questo mondo di piaceri, vizi, droghe, peccati e immoralità. È ora di essere degni, di essere autentici, di esaminare la propria coscienza, di guardare dentro sé stessi e dire, come ha detto Cristo: “Io sono la Resurrezione”. Cristo è la tua Resurrezione! Allora risorgi!

Oggi Gesù ha detto chiaramente: i tabernacoli sono vuoti, non della mia presenza ma della vostra, del vostro amore, della vostra ricerca. Oggi l’uomo cerca quello che gli occhi vedono e le mani toccano. L’uomo non sa più cercare lo spirituale, quello che vede il cuore, quello che l’anima può abbracciare.

È difficile! Il tuo cammino è difficilissimo, ma è necessario che tu sia prudente, autentico, fedele, giusto. Oggi, quello di cui abbiamo più bisogno è essere combattenti della giustizia, perché il mondo si trova in un’ingiustizia così grande, figli, che il mio Cuore si sente immensamente ferito per le offese fatte dal mondo a Dio, che sono tante.

Vorrei che il rispetto fosse una presenza viva nella vostra vita, il rispetto per la famiglia, il rispetto per l’umanità, l’amore e l’uguaglianza. Oggi purtroppo questi sono valori sconosciuti agli uomini. Gli uomini hanno completamente disconosciuto il valore della vita.

Ti sei mai fermato a pensare, riflettere, meditare, sul fatto che i giorni stanno passando?

Il mondo si sta avvicinando al grande raccolto, nel quale Gesù sarà l’agricoltore che mieterà e il mondo ha così poco da offrire, perché il Cielo ha dato tutto all’uomo, ma l’uomo non ha saputo guidare se stesso secondo il Cielo. Ha abbandonato la grazia della preghiera, l’amore per la Parola di Dio, per la Santa Eucarestia, si è lasciato svuotare da questo mondo marcio, perché oggi il mondo è completamente marcio, lo stiamo vedendo tutti. Non esiste più la gioia, perché le persone pensano che essere felici sia vivere in questo mondo di peccato, e questa non è felicità.

Dico a voi, figli: voi siete molto felici qui in questo pomeriggio, perché state dando al vostro cuore l’alimento maggiore, state dando la più grande gioia alla vostra anima. Voi avete qui e vi state nutrendo con l’alimento più nobile del mondo: Cristo! L’amore di Cristo. La misericordia di Cristo!

Cosa sarebbe di voi se non ci fosse questa misericordia, se non ci fosse questo amore!

Rendi sempre la tua vita una vita di meditazione, una vita di riflessione e ricorda che resta molto poco tempo di questa misericordia, manca poco al momento in cui lascerò l’umanità. Gli eventi arriveranno e voi da qui in avanti vedrete il veleno che il male sta gettando sull’umanità, sulla Terra.

Vedrete che il principale obiettivo della sofferenza sarà il figlio di Dio, perché è questo che il nemico ha sete di distruggere. Ma continuate a pregare, siate perseveranti. Vedo una perseveranza così bella in tanti figli che sono qui! La ricerca, la volontà di stare qui nella Valle della Pace per ricevere il messaggio dal Cielo. Sono così felice, mi sento immensamente consolata da questa vostra perseveranza, perché vedo che questo è un dono di Dio. È un dono per me stare con voi, e voi siete benedetti perché io sono qui per trasmettervi l’alimento più grande del mondo, che è la Parola di Dio.

Come vorrei che la ricerca fosse molto più grande, perché so che la miseria è così grande! Ma credo, figli, e sono sicura, che anche se sono pochi quelli che stanno camminando, questi pochi saranno il sostegno per il resto di quelli che si stanno perdendo in questo mondo di lacrime e dolore.

Per questo, con grande gioia voglio benedire tutti voi!

In questo momento la Madonna benedice tutti …

Cari e amati figli!
Vi ho benedetti con molto l’affetto! Sono stata immensamente felice per questo momento di fede, per la presenza dei figli: giovani, bambini, padri e madri.

Oggi abbiamo un avviso molto serio! A volte mi addolora dirvi cose così tristi riguardo agli eventi che verranno per l’umanità. Ma è una realtà che non posso fare a meno di dirvi. Perché chi ama mostra a suo figlio il pericolo e insegna a suo figlio a superare questo pericolo nel modo più saggio che esista, cioè confidando nella provvidenza del Cielo, pregando, essendo umile e lottando per la felicità che troviamo solo in Dio.

Restate in pace! Rimanete in questo pomeriggio, in questo giorno del Signore, con la benedizione del Padre, del Figlio e del Divino Spirito Santo!

A chi mi ha offerto bellissimi fiori dono il mio Cuore di Madre. Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore!