Categorie
2002

02.02.2002

Cari figli!
In questo momento di grazia, di fede, di speranza e di amore, mettiamo la nostra vita, il nostro essere, la nostra esistenza, tutto quello che abbiamo e che possediamo nelle mani di Dio. Anche le difficoltà, che molte volte si rendono presenti nei nostri cuori, anche i momenti difficili che molte volte si rendono presenti nelle nostre vite.

Chiediamo a Dio la misericordia, la compassione, il perdono, l’umiltà, la santità e la dignità di avere sempre un cuore buono e misericordioso.

Ricorriamo a Gesù con tutto il nostro essere, con tutta la nostra umiltà, chiedendogli: Signore, abbi pietà del mondo, specialmente di quelli che non sanno confidare in te, specialmente di quelli che non sanno amarti. Perché oggi sono tanti quelli che pronunciano il suo nome, ma così pochi sanno quello che stanno dicendo, perché il suo nome è Santo, e quanti non conoscono il valore esistente in tutte le sue opere d’amore.

È per questo che, in questo momento di fede, noi ricorriamo a Gesù come servi, come missionari, come un popolo semplice, ma un popolo che ha sete di giustizia e di verità, di pace, di serenità, dell’amore e della giustizia che oggi sono così necessari e che devono regnare nei nostri cuori.

È così bello amare, figli!

Quello che fa più male al mio Cuore è vedere che oggi nel mondo le persone non amano come dovrebbero amare, è vedere che le persone oggi non danno valore alle cose del Cielo come dovrebbero, è sentire ogni giorno di più l’uomo povero, l’uomo ferito, dimenticato, oppresso, perché ha dimenticato i suoi valori e il suo grande ideale di vita, vita nella quale la volontà di Dio, il piano di Dio, deve sempre stare al primo posto.

Ecco perché, come Mediatrice di Grazia in questa Valle della Luce, in questa Valle della Pace e della Preghiera, prego molto Gesù in quest’anno dedicato alla pace, alla preghiera per la Santa Chiesa, che è il Santo Padre, il Papa e tutti voi, perché voi siete la Chiesa di Gesù, non dimenticatelo mai.
Desidero immensamente che possiate vincere, che sappiate vincere in modo degno e vero le tribolazioni che verranno, il momento di dolore che verrà, perché desidero che il vostro cammino sia ricchissimo e che voi possiate produrre tutti i frutti che sono necessari alla vostra crescita spirituale.
Desidero che la sete di giustizia presente nel vostro cuore sia sempre più rinnovatrice e costruttiva, con obiettivi giusti e veri, perché oggi quanti si ingannano, quanti si illudono, quanti cercano solo il mondo dell’apparenza, un mondo di materia. Questo non può soddisfarti! Perché la soddisfazione di un cuore è la pace, è l’umiltà, è la felicità, è l’amore presente nel suo cuore e nella sua anima.

È così bello quando conosciamo le grazie maggiori della vita, i tesori più sublimi del mondo!

Allora, metti la tua vita nelle mani di Dio! Cerca di amare, perdonare, essere umile, essere semplice. Riconosci il valore che hai per Cristo, per l’opera di Dio, diventa consapevole, guarda dentro di te, rispetta gli insegnamenti che Cristo ti ha lasciato, ama degnamente come Cristo ti ama, rispetta nel modo in cui Cristo ti ha chiesto di rispettare. La vita ha doni da vivere, doni da essere amati, non da essere dimenticati, doni che oggi l’umanità dimentica così tanto.

Allora è necessario pregare, lottare, amare, vivere veramente il disegno di Dio senza misure e senza limitazioni, senza restrizioni. Vi invito a questa vita di santità, a questa vita di fede, a questa vita di amore e a lavorare un po’ di più per la pace nel mondo, per la conversione del mondo e per la santificazione dei vostri cuori e delle vostre anime, che ne hanno tanto bisogno.

Per questo, con tutto il mio amore di Madre, voglio darvi la mia benedizione.

In questo momento la Madonna benedice tutti …

Cari figli!
Ho benedetto ciascuno di voi! È così bello quando si vive degnamente la volontà di Dio! Ecco perché oggi Gesù ci ha detto così poche parole, ma con un contenuto così grande e prezioso per la nostra crescita spirituale.

Oggi molti dicono di conoscere Dio, ma pochi vivono quello che Dio è realmente in ognuno di noi, che è l’umiltà, la pace, l’amore. Questi sono i doni fondamentali della vita, il contenuto di un Padre d’Amore che lotta per la santificazione dei suoi figli.

Allora abbiamo bisogno di vivere un po’ di più la volontà di Dio, evitare questo mondo di malizia, questo mondo di capricci, di inganni, di insidie ​​così grandi.

Rispetta per essere rispettato, perdona per essere perdonato e ama perché sei amato. Queste sono le parole che affido ai vostri cuori, perché l’amore di Dio per voi è bellissimo.

A tutti quelli che mi hanno regalato questi bellissimi fiori, dono il mio Cuore di Madre.

Adesso vado. Il Signore mi chiama! Ecco la Serva del Signore!