Categorie
2002

01.06.2002

Cari e amati figli!
In questo bellissimo momento di preghiera, in questo pomeriggio di silenzio, di fede e di speranza, vogliamo fare una preghiera molto bella al Sacro Cuore di Gesù. E in questa preghiera chiediamo prima di tutto la pace per le nostre vite, la speranza per i nostri bambini, la fortezza per i nostri giovani e l’unione delle famiglie. Chiediamo molta forza per il Santo Padre, molta spiritualità nella vita dei cristiani consacrati, dei sacerdoti, dei missionari, delle missionarie e religiose. Presentiamo qui la Santa Chiesa, chiediamo al Sacro Cuore di Gesù di vegliare sulla fede nel mondo.

Oggi la fede nella vita delle persone è così assente, perché l’uomo insiste nel volersi avvicinare solo alle cose degli occhi, della carne, della materia.
È così bello quando ci avviciniamo alle cose dello Spirito, quando sentiamo lo Spirito Santo nella nostra vita.
Sentiamo che un pomeriggio come questo può essere un pomeriggio diverso, a partire dal momento in cui sappiamo che Gesù è qui in mezzo a noi e dal momento in cui viviamo in vera unione con Gesù, rivolgendogli una preghiera, un’urgente preghiera, chiedendo innanzitutto la pace. Abbiamo molto bisogno della pace!

Oggi viviamo in mezzo a tanto dolore, tanta tristezza, tanta sofferenza, tante difficoltà; un’umanità bisognosa, un’umanità depressa, un’umanità che invoca la misericordia di Dio.

Allora ricorriamo al Sacro Cuore di Gesù. Presentiamo tutto quello che abbiamo, tutto quello che siamo, tutto quello che abbiamo e chiediamo al Sacro Cuore di Gesù di rinnovare la nostra fede, cambiare il nostro pensiero, guarire il nostro cuore dalla ferita che si ostina ad essere più grande della santità, che si ostina ad essere più grande della forza, del coraggio, della luce che abbiamo per seguire il Signore.

Quest’anno è un anno così doloroso, un anno in cui la tribolazione ha colpito fortemente lo spirito delle persone. Le persone sono tristi, depresse, dimenticano la preghiera, l’Eucaristia, l’adorazione del Santissimo Sacramento.

La grande verità è che il mondo sta dimenticando Dio, e di conseguenza chi soffre è l’uomo stesso, il bambino stesso, il giovane stesso, la madre stessa, il padre stesso, il sacerdote stesso, il laico stesso. Perché l’uomo oggi ha raggiunto il limite di tutto. È in catene! È in catene perché vuole troppo la materia. Oggi quello che conta nella vita per gli uomini spesso è solo il potere.

Perché non pensi un po’ a guarire il tuo cuore? A dare il vero cibo alla tua anima? Ad essere forte, ad essere coraggioso, ad essere prudente? Ad essere una persona capace, una persona unita al Sacro Cuore di Gesù nella propria vita?

La nostra lotta è molto bella, figli miei! Arriva il momento nella vita in cui vediamo le spine, quando arriviamo anche a sentire queste spine. Ma non possiamo smettere di vedere i valori che abbiamo, la grazia che esiste in noi, la forza dello Spirito Santo in noi. Non possiamo non vedere che siamo ricchi e la nostra ricchezza è la grazia che Dio ci ha dato: essere suoi figli, a sua immagine e somiglianza!

Allora oggi chiedo, con molto amore, che il Sacro Cuore di Gesù sia presente nella vostra vita. Allora chiudete un poco gli occhi a questo mondo di dolore e aprite i vostri cuori a Cristo, che è la vostra Salvezza. Lasciate che Gesù dimori nelle vostre vite.

So che molti di voi qui hanno bisogno di una guarigione spirituale molto grande, ma si ostinano a lasciare che il nemico si prenda gioco della loro lingua, dei loro occhi, della loro anima, del loro cuore, del loro corpo e dei loro pensieri.
So che avete urgentemente bisogno di guarigione spirituale, e Cristo guarisce. La guarigione di cui avete bisogno è Cristo, Cristo può darvela. Cristo può fare opere incantevoli nella vostra vita.

Allora vi dico: Figlio, lascia che Gesù trasformi il tuo cuore di pietra in un cuore di amore! Lascia che Gesù metta le sue mani sante sul tuo cuore e calmi le tempeste di egoismo, di orgoglio, di invidia, di gelosia che esistono dentro di te. Lascia che Cristo lavi la tua anima. Lascia che Gesù lavi la tua anima in questo momento! Senti Cristo che lava la tua anima!
È come quando hai le mani molto sporche e vai a lavarle in un’acqua molto limpida: improvvisamente vedi che diventano limpide. Questo farà il Sangue di Cristo nella tua anima! Ti renderà un uomo di grazia, perché il tuo cuore spesso è inquinato dal peccato. Il Sangue Misericordioso di Gesù laverà il tuo cuore e lo guarirà! Basta che glielo affidi!

Oggi il Sacro Cuore di Gesù è rivolto ai nostri nostri cuori, alle nostre necessità. Questo giorno di oggi è molto speciale, perché iniziamo una grande devozione alla grande misericordia di Gesù, che è il suo Sacro Cuore Misericordioso, per poter vincere il male. Perché chi può insegnarci a vincere il male è Cristo.

Non vinciamo il male con i cattivi pensieri, con le cattive parole, con l’orgoglio dentro di noi, con la gelosia dentro di noi, con il rancore dentro di noi. Vinciamo il male sapendo lasciar agire lo Spirito Santo in noi.

Un giorno Gesù disse in modo forte agli apostoli: “Uomini di poca fede!”. Gesù disse questo in modo molto forte perché, figli, arriva il giorno in cui il Cielo deve parlare chiaramente.
Gesù stesso ha detto: “Se non è per l’amore, sarà per il dolore”.
E mi dispiace molto che debba essere per il dolore, anche se attraverso il dolore l’umanità diventerà consapevole che Cristo è la Pace, Cristo è la Vita, Cristo è la Speranza e che Cristo ci ama.

Allora vogliamo affidare il nostro cuore a Gesù, per essere consolatori. Vogliamo essere consolatori per Cristo, consolatori di Cristo e anche consolati da Cristo. Che Cristo Gesù sia la nostra consolazione!

Offrite questo vostro giorno, questo pomeriggio, in ringraziamento alla Santissima Trinità per il Sacro Cuore di Gesù.

Con grande gioia vi darò la mia benedizione!

in questo momento la Madonna benedice tutti i presenti

Cari e amati figli!
Vi ho benedetti con molto amore!

Oggi Gesù ci mostra quanto il suo Santo e Sacro Cuore sia misericordia. Questo messaggio è molto bello!

Ho sentito la presenza di Gesù qui tutto il tempo, molto forte, e il suo Cuore Misericordioso ha trasmesso raggi di luce per riscaldare questa Comunità, che spesso è fredda perché non sa ascoltare il Cielo con dignità, perché non sa comprendere che è così bello essere di Dio.

Per essere il popolo di Dio, dobbiamo crescere attraverso i momenti difficili e imparare a vincere attraverso i momenti di debolezza.
Perché Dio ci insegna che Egli è sempre superiore a tutte le difficoltà. Un giorno Gesù disse: “Guai al mondo se non ci fosse il dolore. Nessuno saprebbe cosa sia vivere”. Quindi non possiamo lasciarci sopraffare dalle prove, dai problemi e dalle difficoltà. C’è sempre una speranza più grande, una speranza superiore a qualsiasi disperazione, a qualsiasi tristezza: è Cristo, è il suo Santo e Sacro Cuore!

Allora è attraverso questo messaggio che acquisiamo forza per combattere e forza per non vergognarci, perché chi ha davvero Dio nel cuore non si vergogna delle proprie debolezze, ma combatte e vince, perché Cristo è il Perdono, Cristo è la Consolazione, Cristo è la Redenzione!

Restate in pace! Abbiate un pomeriggio di pace!

A chi mi ha offerto bellissimi fiori, dono il mio Cuore di Madre. Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore!