Categorie
2004

22.02.2004

ritiro di Carnevale

Cari figli!
È con grande sapienza che ho la felicità di portare direttamente dal Cielo la Parola del Signore, e desidero che i vostri cuori siano pieni del più sublime, vero e grande amore per ascoltarla, perché in questo momento, con tutto quello che siamo, cercheremo di essere ancora più di Dio.

Allora vogliamo fare del nostro cuore un cuore sapiente per ascoltare il Cielo, sapiente per corrispondere alla volontà di Dio. È con grande amore che questa sera, nel giorno del Signore, vogliamo fare un atto di consolazione a Gesù, molto sublime: il silenzio. In questo momento, con il silenzio più bello e profondo, affidiamo la nostra vita. Mettiamo nelle mani di Dio tutti i cuori che non sanno vivere questo dono, specialmente oggi, quando il mondo ha tanto bisogno di fare silenzio, ma davvero silenzio, non solo di parlare, ma di corrispondere con sapienza sincera e vera.

Il silenzio in famiglia, il silenzio nella tua comunità, il silenzio nella tua vita, ti farà vivere di più quello che Dio ti chiede. E una cosa che dobbiamo comprendere è che il silenzio non significa essere muti, il silenzio significa solo evitare tutto quello che è cattivo, che è veleno e che danneggia la felicità di ognuno di voi.

Parlare di cose belle è una bellezza per l’anima. Quando parli delle cose di Dio, quando evangelizzi con la tua anima, in quel momento sei fedele a quello che Dio ti ha chiesto, perché Egli ha detto: “Andate ed evangelizzate il mondo!”. E noi dobbiamo davvero fare quello che Gesù ci ha chiesto. Andiamo ad evangelizzare il mondo! Il mondo ha urgentemente bisogno di essere evangelizzato.

Ascoltate, figli miei, voglio che sappiate dal profondo del cuore che sono qui con tutti voi con il più grande amore, l’amore di Madre, di Serva di Dio, di messaggera della Parola di Dio. E posso dirvi che il ritiro che state facendo in questi giorni in cui il Brasile offende così tanto il Cuore di Gesù – specialmente i giovani, che si lasciano sedurre da cose così tristi – dobbiamo fermarci e vedere chiaramente quanto dobbiamo chiedere a Gesù Misericordioso di avere misericordia e compassione di tutta l’umanità, ed è solo ricorrendo alla sua dolorosissima passione che riceviamo questa grande benedizione. È davvero molto triste per me vedere oggi e sentire, con il mio Cuore, quanto in Brasile tanti e tanti cuori sono nell’amarezza del peccato. Questo è molto triste, perché oggi viviamo un tempo molto speciale: i tempi finali.

Non è la fine del mondo, nessuno deve avere paura, ma è un tempo in cui essere vigili, preparati, consapevoli. La vita non è un giocattolo. La vita è una cosa preziosa che riceviamo da Dio. Se voi sapeste come vedo il vostro valore qui in questo momento, capireste queste parole, perché io vedo in voi, figli, molto più che un viso, vedo in voi un’anima, una gioia immensa che nasce nel vostro cuore, un desiderio enorme di prendere il Santo Rosario tra le mani, di pregare, di stare qui e di valorizzare ogni pezzettino di questo terreno, che sapete essere benedetto.

Oggi molti cuori possono non riconoscerlo, ma chi è di Dio conosce ciò che è di Dio. E quando arrivate qui, potete stare certi che l’aria che respirate è un’aria di pace, perché Dio ci dà questa pace, e quello che ascoltiamo in ogni messaggio, quello che il Cielo ci concede in ogni momento di preghiera, è preziosissimo, è importantissimo! Vorrei, figli, vedere il mondo vivere come voi siete qui riuniti, e tanti figli, in Brasile e nel mondo, uniti al Cuore di Gesù. Perché non c’è niente di più potente nella tua vita dell’amore di Dio nella tua anima. Ha un potere molto bello, e noi siamo qui a conoscere questo potere, a sentire questo potere.

Vi siete riuniti qui, avete iniziato un momento di preparazione, la lode è una preghiera molto bella, quando si loda e si canta, si ringrazia Dio veramente. La tua anima canta! La mia anima canta al Signore! Dobbiamo sempre lodare il Signore, perché Egli compie opere meravigliose in noi, fa meraviglie in noi, perché il suo potere è grandioso in ogni angolo della Terra. Tutti i popoli, tutte le nazioni, tutte le generazioni riconoscono il Nome Santo, che è il Signore! Santo, Santo e Santo! E sappiamo pienamente che questa lode è un onore al Signore che è Santo, al Signore che ci santifica, purifica, rinnova, restaura, al Signore che ci dà la grazia di perfezionarci, di trasformarci, al Signore che si è dato come Cibo e che continua ad essere l’Alimento più prezioso del mondo. La nostra anima è così felice quando lo accoglie veramente.

Allora abbiamo molto da ringraziare. Oggi posso dirvi che, nonostante le prove, che sono forti, le barriere che sembrano impossibili da superare, non esiste niente di più grande al mondo della Misericordia di Dio. Per questo dobbiamo ringraziare molto più che chiedere, perché Dio ha fatto per noi opere meravigliose.

Quanto è buono Dio, figli! Oggi ci dà la grazia di vivere un giorno del Signore meraviglioso, alla presenza del Signore, ognuno di voi sente il proprio fratello che gli è vicino. Questa piccola cappella è riscaldata dall’amore di Dio. Gesù è così presente nel cuore di ognuno di voi, che in ogni fratello che sentite al vostro fianco, che vedete davanti a voi, vedete Gesù. Guardate quanto è viva questa cappella! Viva, perché Dio è qui. Ricca di luce, perché Gesù è qui. E noi ci sentiamo benedetti, perché tutta questa Luce, tutta questa ricchezza è per noi. Ecco perché dobbiamo dire sempre: il Signore fa meraviglie in noi, perché il suo amore per noi è meraviglioso, è straordinario. Non esiste scienza umana paragonabile a questa Scienza Divina, alla Scienza dell’amore, senza limiti, senza interesse, dell’amore di donazione, dell’amore sincero, dell’amore che produce frutti insostituibili.

Quanto è buono Dio, figli! Hai già ringraziato Dio per il fatto di essere qui a vivere questi momenti così benedetti, alla sua presenza, unito a Lui? Hai già ringraziato Dio per averti trasformato e averti reso oggi un uomo capace di vedere con i suoi occhi la presenza di Dio nella sua vita? Hai già ringraziato Dio per ogni fratello che oggi hai abbracciato e sai che oggi fa parte della tua vita, perché nella famiglia del Signore non esiste indifferenza, non esiste alcuna distinzione, perché il Signore è il Signore di tutti i signori, il Re di tutti i re e il Padre di tutti i padri. È il Signore che amiamo infinitamente e che oggi ci riscalda con la sua grandiosa e meravigliosa Misericordia. Hai già ringraziato Dio per essere qui in questa Valle, in questo ritiro spirituale, consolando Gesù? Specialmente tu che sei giovane perché, se non fossi qui, quante volte potresti vacillare su strade così ingannevoli, così inutili, fatte di briciole, perché quello che il demonio offre sono briciole.

Dio ci dà tutto, figli! Quindi non cercare le briciole delle droghe, non cercare le briciole del peccato, cerca Dio e avrai tutto, tutto quello di cui hai bisogno: forza per vincere, forza per lottare, forza per ricevere quello che per te oggi è impossibile, ma che sai nel tuo cuore che è quello che Dio vuole da te. Non smettere mai di lottare per quello che è dentro il tuo cuore, è l’unica cosa vera. Lotta sempre per tutto quello che è in te e lascia sempre che la Luce di Dio risplenda nella tua vita.

Con affetto, in questo momento, voglio benedire tutti voi!

in questo momento la Madonna benedice i presenti

Cari e amati figli!
Vi ho benedetti con grande amore!

Sono stata molto felice per la vostra unione, per questo momento di fede.

Ho benedetto i figli che sono venuti, che sono qui, che fanno questo ritiro bellissimo, perché è fatto con amore. Quello che è bello è l’amore, figli! Potrebbe avere ogni grandezza agli occhi, ma se non c’è l’amore, non contiene nulla. L’amore rende tutto bello. Gesù ha detto: “Tutti quelli che amano sono belli”. Non essere mai completamente triste, mai, perché la tua bellezza è l’amore di Dio nella tua vita. È Lui che ti rende bello. Se un giorno vorrai essere bello agli occhi di tuo fratello, ama con l’amore di Dio e sarai la creatura più bella che esiste, perché l’amore di Dio è bellissimo, figli miei!

Vi auguro una notte di pace! Rimanete qui uniti sotto la meravigliosa protezione del Padre, del Figlio e del Divino Spirito Santo!

A chi mi ha offerto questi bellissimi fiori, dono il mio Cuore!

Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore!