Categorie
2004

08.06.2004

Cari e amati figli!
Con grande gioia, umiltà e amore, in questo momento vogliamo affidare a Gesù la nostra vita e, in modo molto speciale, la nostra Comunità Fraterna. Gesù sta chiedendo tanto che ognuno qui cerchi di vivere di più la volontà di Dio, senza misure, senza limiti, ma con onestà, dignità, sapienza e discernimento efficace, affinché possa veramente corrispondere ai disegni di Dio con amore sapiente.

Oggi vediamo le difficoltà, vediamo che il mondo sta vivendo un grande conflitto, un conflitto spirituale, un conflitto che è dentro ogni persona, la mancanza di amore, di perdono, di liberazione, la mancanza di un vero fondamento su Cristo Gesù.

Le persone oggi sono vuote, figli miei! Il mondo è molto grande ma, se sei vuoto, in nessun luogo del mondo sarai felice. Devi essere veramente arricchito dal dono del Divino Spirito Santo: in questo modo, ovunque sarai, ti sentirai completo e felice.

Questo ci mostra l’importanza del nostro cammino qui, l’evangelizzazione. Perché spesso sei triste, perso, inquieto, senza sapienza, senza discernimento, e tutto è perché devi vivere di più quello che Dio ti chiede, perché quello che Dio ci chiede non è altro che la nostra felicità. Non viene a chiedere, non viene a soffocare, Egli viene a dare la pace!

La Parola di Dio ha il potere della trasformazione. Quando la viviamo, ci trasformiamo. Oggi abbiamo molto bisogno di trasformare il nostro modo di essere. Dobbiamo cambiare molto il nostro modo di pensare, di vivere. Siamo qui, il nostro viaggio è molto bello, dobbiamo camminare in costruzione della volontà di Dio con grande sapienza, perché ci sono i tempi della tribolazione, le difficoltà, la sofferenza, la mancanza di unità, di perdono, la mancanza di unione delle famiglie. Vediamo qui all’interno della nostra Comunità quanto sia difficile essere uniti, e tutto questo perché, figli? Perché oggi l’ira del demonio attacca gli uomini. Oggi gli uomini vengono fortemente attaccati, ecco perché le persone non hanno pazienza, non hanno umiltà, il mondo è pieno di ignoranza. L’uomo non ha mai vissuto in una tale ignoranza come oggi. Si considera molto saggio, ma in verità sta perdendo ogni sapienza, perché si occupa di cose passeggere, di illusioni, e danneggia la sua vita spirituale.

Oggi vediamo la mancanza di catechesi, la mancanza di evangelizzazione. Spesso sono qui con voi in corpo e anima e medito su questo, figli miei. Quanto è difficile per le persone amare le cose di Dio! Le persone a volte si sentono così affascinate dal mondo, dalle cose del mondo. Ma davanti alle cose di Dio mettono sempre ostacoli: Dio chiede umiltà e tu insisti nell’orgoglio, Dio chiede la rinuncia e tu insisti a rimanere nell’errore, Dio ti chiede di aprire il cuore e tu lo chiudi a chiave. Quanti ostacoli mettono le persone davanti alle cose spirituali! Impiegano molto tempo ad affidarsi. L’uomo conosce il valore dell’Eucaristia, l’uomo conosce il valore della preghiera, ma molte volte preferisce seguire le cose vaghe del mondo. Si perde, impiega tutto il suo tempo per le cose degli occhi, ma non vuole dedicare un po’ di tempo a catechizzare sé stesso, ad essere catechizzato.

Allora la mancanza di catechesi nel mondo oggi è molto grande, figli miei! Vi guardo e provo molta pietà per voi. Perché il mondo è in una situazione così triste? Perché le persone vivono così amareggiate? Qual è il significato di tutto questo che stiamo vedendo? Le tribolazioni, le purificazioni, la sofferenza, la mancanza di dialogo, di preghiera, di comunione fraterna? Gesù Cristo vuole un mondo fraterno, ma le persone lo rendono difficile. Perché? Perché l’ira del demonio è molto grande. Oggi il nemico regna molto nel mondo e regna per dominare gli uomini. Oggi vediamo negli uomini gli attriti della disuguaglianza, i conflitti della guerra, della disunione, del terrore! Essi sono i primi ad incamminarsi verso conseguenze dolorosissime. Uccidono per molto poco, perché la vita vale molto. Perché dico “poco”? Perché hai mai pensato a quanto sia triste ferire la tua anima per voler soddisfare la tua carne? Come puoi avere pace, sapendo che un giorno hai ucciso per soddisfare la tua carne, per rubare, per avere più potere materiale? Quanto vale la materia, figli? Quando siamo qui dentro questa cappella, ci sentiamo così presenti, alla presenza di Dio, che vediamo la nostra anima. E vediamo quanto è piccola la nostra materia.

Allora la catechesi del Cielo ci dà questa consapevolezza, della grandezza della nostra anima. Oggi, perché rimangono saldi qui nella Comunità, in unione, quelli che sono veramente disposti a lottare per il Trionfo del mio Cuore Immacolato? Perché hanno già imparato a vivere di più la vita spirituale. Vivono oggi questo passaggio, ma consapevoli che li condurrà alla Vita Eterna. Questo è molto importante, perché chiunque vive coscientemente, vive cercando la preparazione, vive vigile, attento, vive corrispondendo alla richiesta celeste. Cambiamento, preparazione, battaglia, lotta, perché oggi dobbiamo davvero vincere, dobbiamo proprio vincere, perché la sofferenza che oggi è presente nel mondo è davvero molto grande.

Allora chiediamo a Dio di darci la grazia di cui abbiamo bisogno qui, figli, la grazia della consapevolezza, del cambiamento dei vostri cuori, di trasformare i vostri cuori in cuori fraterni, in comunione fraterna con Gesù e con il fratello, perché questi appelli del Cielo stanno arrivando con molta urgenza a ciascuno di noi, e sono molto chiari. Dobbiamo davvero valorizzarli, e molto, perché beati sono gli uomini che valorizzano gli appelli celesti.

Con grande amore vi benedico!

in questo momento la Madonna benedice i presenti

Cari e amati figli!
Vi ho benedetti con grande amore! Oggi stiamo ricevendo questo messaggio, che ci insegna a guardare di più le benedizioni del Cielo nella nostra vita.

Gesù ci ha parlato dell’ignoranza che oggi è presente in modo molto chiaro nella vita delle persone, ed è qualcosa che realmente mi preoccupa come Madre. Dove può arrivare un cuore pieno di ignoranza? Perché so che il vostro cuore è un contenuto di amore, non di ignoranza. È un contenuto di forza, non di debolezza. E oggi abbiamo bisogno di avere un cuore vigile, di avere un cuore forte, in modo da poter vincere le trappole del demonio, che stanno arrivando molto forti. Vediamo che non è tempo di giocare. È tempo di essere attenti, vigili e perseveranti. Ci sono stati tempi, nel mondo, in cui forse non vi dovevate preoccupare così tanto. Oggi le tempeste, quando si preparano, arrivano, e quando arrivano, spesso arrivano per distruggervi, perché il demonio non scherza, figli. Questo è quello che oggi il mondo sta vedendo. L’uomo viene distrutto dalla sua stessa mancanza di umiltà, di pietà. Nell’ignoranza, l’uomo si sta distruggendo in modo terribile. Di fronte a tutto quello che vedo, vi dico: la situazione nel mondo oggi è dolorosissima, figli! Solo Dio può soccorrere il mondo, solo Lui! Ecco perché dobbiamo stare molto uniti al Cuore di Gesù, avere molta sapienza e cercare davvero di essere veramente saldi nel nostro cammino.

Ecco perché lascio qui con voi il mio Cuore e porto con me il cuore di tutti voi. Che Dio benedica ciascuno di voi, vi illumini tutti e vi porti molta pace!

Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore!