Categorie
2011

14.10.2011

Cari figli!
Innanzitutto, vogliamo arricchire il nostro cuore con il silenzio. E con il silenzio, ringraziamo Dio per il giorno di digiuno. La prima ricchezza della vita di una persona è la sua fede in Dio! Questa fede si traduce in fiducia, abbandono e soprattutto coraggio. Coraggio che tutti i figli e le figlie devono coltivare in questo momento di lotta, di grande lotta! Dobbiamo vincere le trappole del demonio; le tempeste del demonio. Con la preghiera, l’unione, l’amore, la famiglia, riusciremo a vincere. Dobbiamo valorizzare le grazie del nostro cammino.

Gesù ci valorizza! Ogni persona che è qui oggi, come servo e serva del Signore, deve guardare nel suo cuore e dire con forza a se stesso: “Cristo mi valorizza!”.

Nel momento in cui riconoscerai il valore che Cristo ti ha dato e ti dà, valorizzerai sempre di più le cose di Dio nella tua vita. In questi tempi finali stiamo vivendo momenti di grande combattimento. Vi guardo e vedo figli stanchi – a volte tristi e persino deboli – ma voglio vedere figli forti! Come Madre di Dio, Messaggera, Mediatrice, Colei che sa che al di sopra di tutte le cose c’è Dio, voglio vedere figli forti! È inutile negarlo, specialmente in questo momento in cui l’umanità è depressa, colpita da forti malattie spirituali: l’essere umano non ha il controllo della situazione.

L’umanità è consapevole che solo il potere di Dio può fare la differenza in questo momento. L’umanità non sa dove cercare una via d’uscita per la malattia, per le difficoltà materiali, per l’ingiustizia che grida agli occhi di tutti, per la violenza che domina le famiglie, i bambini e i giovani. Questo è il momento di fermarsi e respirare la presenza di Dio. È necessario sapere che la nostra presenza in questa cappella deve andare oltre la presenza fisica – deve essere una presenza con il cuore! Dio vuole fare in noi l’opera. Desidera fare in noi quest’opera.

La potenza di Dio è maggiore di tutte le tempeste del demonio!

Quest’anno, il silenzio ci ha mostrato che il potere di Dio è più grande, che la Misericordia di Dio è più grande! Quello che ti fa stare qui in questa cappella è il potere di Dio. Se dovessi ascoltare il mondo, cercheresti tutto nella vita tranne la preghiera, tranne un luogo di preghiera! Il mondo oggi è pura competizione. È un interesse crescente: ognuno vuole essere più grande dell’altro. Le persone parlano della materia e dimenticano lo spirito. Ma dobbiamo respirare la presenza dello Spirito Santo.

Cosa sei senza lo Spirito Santo? Niente!
Cosa puoi fare senza lo Spirito Santo? Niente!

Perché le persone sono dominate da forti depressioni? Perché dimenticano lo Spirito Santo. Egli è più grande! Dobbiamo essere pieni di Spirito Santo! Quando siamo pieni di Spirito Santo, siamo preparati per la grande battaglia. Siamo come un soldato che ama la battaglia; come un giovane soldato che esce a combattere. È disposto a tutto, anche a dare la vita! Così è la presenza dello Spirito Santo in noi. È più potente dell’entusiasmo di un giovane soldato che marcia verso il campo di battaglia. Egli è felice di essere un eroe, poiché desidera salvare la sua patria. Quando abbiamo lo Spirito Santo in noi, siamo più di quel soldato, di quell’eroe. Siamo miti e umili! Siamo capaci di ascoltare, di vincere l’arroganza.

Cosa vuole il demonio? Vuole mostrare al mondo solo le tenebre, perché egli è tenebra. Non vuole che tu veda la luce. Non vuole che tu entri in una cappella e veda la luce. Non vuole che tu veda la luce all’interno della comunità. Non vuole che tu veda la luce dentro la tua casa.

Il demonio vuole che tu pensi alle tenebre, cerchi le tenebre e trovi solo tenebre nella tua vita. Ma esiste una Luce. E quando questa Luce splende, vince ogni oscurità.

Immagina di essere in un luogo molto buio, quando improvvisamente appare una Luce. All’inizio è piccola come una stella. Improvvisamente, quella piccola Luce diventa radiosa come il sole e illumina il mondo. Diventa così intensa che devi chiudere gli occhi, per poi aprirli in modo da poter vedere le cose che ti circondano. Questa Luce è così intensa che riesci a comprendere il grande mistero che è Dio! Questo mistero è maggiore della nostra capacità di agire, di pensare, di sognare, di lottare, di lavorare. Questa Luce ci fa superare tutto!

Figli! Siamo di fronte a un mondo che sembra essere solo tenebre. Quando sono qui presente in corpo e anima, vedo le madri nella sofferenza, che chiedono aiuto per le loro famiglie. Vedo giovani depressi e bambini tristi. Ma quando vedo il Cielo – lo Spirito Santo in me – lo vedo anche in ognuno di voi, in ciascuno dei miei figli. Vedo che le tenebre scompaiono. Questa Luce illumina tutti!

La cosa più bella è la testimonianza del miracolo della fede! Il miracolo della fede è diverso dal miracolo della carne. Quando hai una malattia e ti viene concessa la guarigione, può essere che la guarigione riguardi solo la materia, ma il tuo cuore resti debole. In quel caso, vedi la guarigione fisica, ma non quella spirituale. Invece, quando avviene il miracolo della fede, ha luogo un’esperienza bellissima, paragonabile all’Eucaristia. È un’esperienza unica. Quando ricevi Gesù, non valorizzi una carne sana, ma un’anima sana. Il miracolo dell’Eucaristia ti mostra che non sei soltanto una forma, ma qualcuno che pensa, agisce, ama e ha la capacità di vincere tutte le pietre, tutte le battaglie. Sei qualcuno che arriva alla fine del viaggio e dice: “Ho vinto perché Dio è al mio fianco!”.

Nessuno vince da solo. È necessario che tu capisca questo. Se ascolti il ​​mondo, non farai la carità – non abbraccerai un bambino o un giovane. Ma se ricordi il momento in cui Cristo sanguinava su quella croce, abbraccerai Gesù e il mondo intorno a te. Gesù ha detto: “Amatevi gli uni gli altri e sarete al mio fianco”. Questa è la grande lezione sulla quale Gesù ci fa riflettere durante questa settimana in cui meditiamo sui bambini, sulla preghiera del rosario, sulle famiglie, sulla protezione divina, sull’Eucaristia, sull’essenza di quello che siamo e che dobbiamo essere.

Quando Gesù tornerà, dovrete essere più che uomini e donne, dovrete essere figli di Dio – a immagine e somiglianza di Dio! Solo così potrete vedere il Figlio di Dio!

Se una persona agisce solo con il suo lato umano, dimenticherà la grazia di Dio. Ma ciò che fa una persona è proprio la grazia divina. È sempre importante che il tuo pensiero sia in Dio e che le tue opere siano dirette dalla grazia di Dio. È importante che valorizzi sia il tuo lavoro sia le maggiori ricchezze che hai nella vita, che sono la tua famiglia, la tua fede in Dio, la tua fiducia in Dio. Valorizza e abbraccia queste ricchezze con il tuo cuore! Con tutto il cuore! Loda Dio perché Egli esiste. È attraverso la magnifica esistenza del Creatore che siamo in grado di superare le briciole della sofferenza.

In questo momento, con grande affetto e amore, voglio benedire tutti i figli, le figlie, i giovani e i bambini qui presenti.

in questo momento la Madonna benedice tutti

Cari figli!
Ho benedetto con affetto tutti i figli, questa comunità fraterna e i pellegrini. Il messaggio di oggi ci insegna ad essere mossi dallo Spirito Santo. Perché questa lezione di amore dello Spirito Santo? Poiché la comunità fraterna è proprio questo, è Dio che vince tutte le tempeste. È l’amore di Dio che ci unisce con la semplicità e l’umiltà. Tutti i figli che vivono qui e tutti quelli che vengono qui – anche quelli il cui corpo e la mente vogliono dire il contrario – sanno quanto hanno bisogno di lodare e glorificare Dio per le meravigliose opere che Egli sta facendo nel cuore dei suoi figli.

Questo è quello di cui l’umanità ha bisogno: essere coraggiosa! Se le persone avessero il coraggio di dire: “Vattene, satana” – che è tutto il male e tutta la tristezza – sarebbero felici. Non starebbero affrontando sofferenze così ardue. È necessario che gli uomini e le donne siano coraggiosi e beati. È necessario che pratichino il primo comandamento, che è amare Dio e il prossimo.

Che l’amore di Dio sia nei vostri cuori. Che la presenza di Dio sia in voi.

Oggi ho benedetto anche mio figlio Magno. Che Gesù gli conceda molta luce per il suo compleanno, che riversi benedizioni per la sua missione e per il suo cammino; e per il suo abbandono, la sua fiducia e la sua donazione.

L’amore di Dio rimarrà con voi, così come l’unzione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

I fiori più belli siete voi, per questo vi dono il mio Cuore Immacolato.

Dio mi chiama. Ecco la Serva del Signore!