Categorie
2004

01.03.2004

Cari e amati figli!
Oggi, in questa mattina così bella, chiediamo a Dio forza per il nostro cammino, che oggi sta diventando sempre più intenso, profondo e veramente pieno di responsabilità e sacrificio.

Che Dio ci conceda quello di cui abbiamo veramente bisogno per essere felici e per superare con gioia questa purificazione, che oggi si avvicina al mondo in modo così forte.

Preghiamo anche per coloro che non si sono ancora convertiti a Dio, che hanno il cuore chiuso, serrato, e si trovano tristemente persi nell’oscurità del peccato. Che Dio conceda a tutti i cuori la grazia della vera felicità, della vera spiritualità, del vero amore.

Oggi siamo invitati da Gesù a dare testimonianza, ad essere testimoni di vita. Per questo, il primo passo della nostra vita è avere la pace, lottare per vivere nella pace. Dobbiamo veramente avere la pace di Dio nella nostra vita.

Oggi vediamo tante tribolazioni, difficoltà, sofferenze, e quello di cui abbiamo veramente bisogno è che Gesù ci mostri come Egli stesso sia la Luce. Perché oggi molte volte l’uomo non ha più la visione della Luce, non è più in grado di scorgerla.

E chiediamo a Lui anche di concederci tutte le grazie di cui abbiamo bisogno per vincere, perché noi siamo una famiglia di Dio, la Valle è una famiglia di Dio.
E qui dobbiamo vincere ogni indifferenza, disuguaglianza, tutto quello che ti impedisce di essere quello che Dio vuole che tu sia: autentico, prudente, sapiente, vero, degno e felice.
Allora oggi sappi vedere la vita con occhi diversi, sappi incontrare Dio nella tua vita, incontrare l’amore di Dio nella tua vita.
Per nulla al mondo smetti di vivere questo amore, per nulla al mondo smetti di incontrare questo amore, perché quello che abbiamo oggi e che ci rende felici è l’amore di Dio.
Se oggi abbiamo qualcosa che ci fa vedere la vita con occhi diversi, questa è la Misericordia di Dio, quella Misericordia che trasforma il mondo e i cuori.
Quindi, se oggi vuoi davvero essere un operaio della messe divina, devi trasformare il tuo cuore e lottare affinché il tuo cuore sia sempre più illuminato dal Cielo.

Il mondo di oggi è perso in mezzo a tanta oscurità.
La nostra felicità è quando il nostro cuore si trasforma per Dio.
E noi abbiamo la gioia di vedere il mondo con gli occhi pieni di amore, dell’amore di Dio.
Vogliamo pregare molto Dio per questa intenzione, che la Comunità sia testimone, che la Comunità sia esempio, che la Comunità sia autentica, che la Comunità sia uno strumento degno e vero, che la Comunità oggi viva consapevole e preparata, degna di ricevere quello che il Cielo le concede per amore.

Allora, nel silenzio del proprio cuore, ognuno chieda per quella necessità che oggi porta qui, come figlio della Comunità, come figlio di quest’opera così bella che è Dio che agisce in noi, trasformando ognuno di noi.
E in questo periodo di Quaresima cerchiamo di essere più felici, cerchiamo di vincere quello che spesso ci impedisce di vedere il mondo con occhi degni, autentici e cristiani.

Oggi, figli, chi ci fa sentire completi è Dio! Ricordatevi sempre di questo, perché a volte ti senti incompleto, vuoi sempre qualcosa in più. Chi può darti tutto è Dio. Non lasciarti angosciare per cose da poco. Tu meriti molto, molto, molto di più!

In questo momento desidero, con amore, benedire tutti voi!

in questo momento la Madonna benedice i presenti

Cari e amati figli!
Vi ho benedetti con grande gioia! Ho benedetto tutti voi che siete qui in questo momento.

Ho benedetto l’intera comunità e tutti i figli qui presenti. Rimanete alla presenza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!

Voi siete i miei fiori, per questo vi lascio il mio Cuore!

Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva di Dio!