Categorie
2001

20.10.2001

2001 – Anno dedicato alla Sacra Famiglia di Nazareth
Messaggio del 20.10.2001

Cari e amati figli!
Con grande gioia e amore nel mio Cuore, vi accolgo con affetto in questa bellissima notte di preghiera, di grazia e di benedizioni. Vogliamo ringraziare Dio, Gesù, il Padre. Vogliamo ringraziare la Santissima Trinità per questo momento in cui siamo qui riuniti. È un momento così bello! Così speciale! Così bello che edifica la nostra anima, trasforma la nostra vita, fa in modo che ognuno di noi sia uno strumento degno, autentico, meritevole e vero!

Dio è così buono! Cosa potrebbe fare il mondo senza Dio? Nulla! Cosa sarebbe l’uomo senza Dio? Nulla! Ecco perché oggi cerchiamo di coltivare, con grande responsabilità e gioia, questo nobile merito: la presenza di Dio, la grazia di Dio e l’amore di Dio presenti in noi. Principalmente nel nostro cuore, nella nostra anima, nel nostro essere.

Oggi siamo qui alla ricerca di una delle più grandi ricchezze della vita: la preghiera!

Il mondo oggi si sente così povero davanti a una ricchezza così grande! Perché le persone non la valorizzano più! Gesù stesso lo mostra molto chiaramente nel Vangelo. Il mondo vive la fede? Il mondo starà vivendo la fede quando Gesù comparirà nuovamente davanti agli uomini, nella gloria? La Sua gloria è eterna! Egli è con noi nell’Eucarestia! Ma nel momento in cui ritornerà, il mondo sarà nella fede e nella santità? Gli uomini saranno preparati? Quello che spesso dimentichiamo di meditare, di riflettere, è che molte volte l’uomo basa la sua vita sul quotidiano, dimenticando che questa notte potrebbe essere l’ultima notte della sua vita qui sulla terra, del suo passaggio qui in questo mondo! Ecco perché gli uomini sono sempre più impreparati. E la sete che il mondo ha di giustizia è ogni giorno sempre più grande, più necessaria.

C’è urgente bisogno che il mondo si converta, perché la sofferenza è davanti a noi! Ognuno può sentire, ognuno può rendersi conto che l’unica soluzione per il mondo è Dio.

Cosa ha fatto l’uomo? Ha distrutto se stesso con l’avidità degli occhi e delle mani! Ha abusato delle cose della terra e per causa loro si è ridotto in schiavitù, è diventato materialista, oppresso, depresso, ha dimenticato Dio, la vita di preghiera, il sostegno fondamentale della nostra anima: la fede!

Ed è per questo che oggi guardo il mondo e mi rivolgo al Padre dicendo: “Misericordia, Padre mio, per il mondo! Perché il mondo non ti conosce più! Perché sono pochi quelli che valorizzano le cose più belle della vita, le più nobili, le più autentiche, le più edificanti!”. Quanto è buono Dio, figli. Quanto Dio è Padre, quanto Dio è meraviglioso! Mi sento così felice quando vi vedo qui, davanti alle meraviglie del Signore, alle benedizioni del Signore, gioiosi, contenti, con il cuore pieno d’amore! Quanto ci ama Dio! E molte volte l’uomo si lascia dominare da cose così insignificanti: orgoglio, invidia, superbia, avidità! Quanto è necessario che tu cambi il tuo modo di essere, di pensare e di agire. Quanto è necessario che tu sia una persona speciale per Dio, una persona capace di amare Dio senza misura. Capace di assumersi le proprie responsabilità, di seguire il cammino amando, perdonando, essendo realmente quello che Dio vuole. Dio desidera vedere ciascuno di voi ogni giorno più forte, più sapiente, sereno e vero.

Quindi è tempo di lotta, di ricerca! È tempo di rimboccarsi le maniche e combattere, combattere, combattere! Non possiamo stancarci ora, figli miei, perché il mondo è già così vicino al Trionfo, alla vita piena che è Dio, Dio Onnipotente! Nel silenzio del vostro cuore chiedete a Gesù di guidarvi, di proteggervi, di illuminarvi e di rendervi sapienti, sereni e semplici. Valorizzate le cose più belle di questo mondo, le più grandiose, le più autentiche! Io sono con voi, figli miei, in questa grande lotta! E nella battaglia non vi lascerò mai soli! Io sono con voi e vi aiuterò sempre a vincere! Per questo, oggi, in questa veglia, voglio essere presente in mezzo a voi con il mio Cuore, coprendovi con il mio Sacro Manto, insieme a mio Figlio Gesù, dandovi la forza di pregare per la pace nel mondo, specialmente per la pace nella vostra nazione, nel vostro Brasile.

Ringrazio i bambini per questa veglia così dolce, così piena di vita, fatta con il cuore! Con grande gioia voglio benedire tutte le persone che sono venute da lontano e che in questo momento presentano le loro richieste. Vi benedico e affido a mio Figlio Gesù tutte le vostre necessità, del corpo e dello spirito.
Con grande affetto, voglio darvi la mia benedizione materna.

in questo momento la Madonna benedice tutti

Cari figli,
vi ho benedetti con molto amore! Sono stata molto felice per questo momento di fede, per la vostra presenza, per questo momento di preghiera. Dio è così buono. Rende i bambini dei bambini bellissimi! Perché, attraverso questa preghiera, essi consolano Gesù, confortano Cristo e tutti quelli che oggi stanno sperimentando gravi malattie.

Il mio più grande desiderio è vedere il mondo pieno di luce! Lontano da questa putredine di malattie, di miserie, di povertà, di peccato! Per questo io confido e ho la piena certezza che la vostra preghiera aiuterà il mondo a vincere, figli! Sono pienamente certa: il Trionfo del mio Cuore arriverà presto! E voi potrete far parte di questo Trionfo, felici! Sapendo che avete combattuto per questo, avete detto il vostro sì, avete dato la vostra testimonianza, il vostro esempio di vita! Quello che facciamo per la gloria di Dio non va mai perso e si trasforma sempre, a cominciare dai nostri cuori e dalle nostre anime. Per questo vi lascio il mio Cuore di Madre. Porto con me il cuore di tutti voi! A chi mi ha offerto questi bellissimi fiori, io lascio il mio Cuore.

Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la serva del Signore!