Categorie
2001

06.12.2001

2001 – Anno dedicato alla Sacra Famiglia di Nazareth
Messaggio del 06.12.2001

Cari e amati figli!
In questo momento così speciale, così importante, in questo pomeriggio scelto per stare qui riuniti, vogliamo innanzitutto ringraziare Dio.

Oggi voglio anche benedire tutti coloro che sono nel bisogno e tutti i figli che sono stati messi nell’intenzione della benedizione di oggi. Desidero accogliere nel mio Cuore anche tutti i figli e le figlie che sono qui, i figli che sono venuti da lontano, i figli che vivono nella Comunità, bambini, giovani, padri, madri e tutti voi che fate di questa Valle una Valle di grazia e benedizioni, con la vostra preghiera, con il vostro affetto, con la vostra fedeltà a Dio.

È bello quando siamo fedeli a Dio! Quando valorizziamo il nostro cammino, quando diamo valore alla grazia che abbiamo, di ascoltare il Cielo, di comprendere che il Cielo ci ama.

Come Gesù ci ha detto qualche giorno fa nel messaggio, dato che Egli vi ama così tanto, desidera che la vostra guarigione sia innanzitutto interiore, nell’intimo della vostra anima. Ed è per questo che Egli ci chiama ad amare senza misura, a non escludere nessuno e ad essere ben preparati, perché i disegni di Dio riguardanti tutti voi, membri di questa comunità, sono un mistero. Nessuno di voi può dire di essere completamente preparato, no, figli, manca ancora molto.

Devi sempre avere questo pensiero: manca molto! Perché solo così sei preparato. L’uomo che si considera molto preparato, inizia a pensare di essere molto santo e dimentica di riconoscere che molte volte l’orgoglio e l’egoismo possono essere presenti nella sua vita. So che Gesù Cristo ha chiesto al mondo di camminare nel modo più umile che esista ed è per questo che ha detto: “Agli occhi di Dio, non pensare mai di essere tutto, pensa sempre di essere piccolo, e solo allora sarai grande.”

In questa comunità oggi è necessario che ci sia molto questo: la grazia che ognuno guardi se stesso e voglia lottare per ottenere la salvezza, la vita eterna, non essere qui presente solo apparentemente, fisicamente, ma essere interessato alla partecipazione, al lavoro, alla preghiera, alla vita di carità, alla vita di amore, alla vita di perdono. Questo è il grande fondamento di ognuno: questo interesse, questa grande volontà di essere santo, di lottare per la santità.

Oggi so che lo Spirito Santo è molto unito a voi, molto! Forse non riuscite a rendervene conto, ma Egli è molto presente nella vostra vita, molto, figli miei, più di quanto immaginate.

Lo Spirito Santo è molto presente nel vostro cammino, nella vostra missione, nel vostro lavoro spirituale, ed Egli vuole aiutarvi tanto! Sono pienamente certa che lo Spirito Santo vuole saziare completamente la vostra sete, la sete di perdono, di giustizia, di umiltà, di semplicità.

L’amore che Dio ha per voi è molto grande, immenso. Allora ognuno deve sempre meditare: sono consapevole di dove vivo, della benedizione che ho? Perché, figli, voi vivete in un luogo di grazia maggiore, di amore sublime, di pace infinita, in cui c’è la presenza di Dio.

Il mondo sta affrontando un’enorme ondata di dolore, il mondo non respira più la felicità. Le persone sono tristi, depresse, povere di spirito, povere di fede. Il mondo ha perso la ragione di vivere, questa è la grande verità, mentre voi avete tutte le ragioni per vivere. Lo Spirito Santo vi mostra ogni giorno la meravigliosa ragione che avete per stare qui, per dedicarvi, per vivere bene, per accogliere nel modo più bello e più corretto le benedizioni del Cielo.

Allora esamina bene il tuo cuore. Penso che Gesù ti stia chiamando così tanto a una vita nuova, a una vita di trasformazione. Non lasciare che, nel concludere quest’anno, tu continui ad essere un uomo vecchio, ferito, amaro. Cerca di liberarti, sii un uomo nuovo. Il Natale, la nascita di Gesù, ti renda una creatura nuova di Dio e per Dio.
Per questo, con grande gioia, voglio darvi la mia benedizione.

In questo momento la Madonna benedice tutti …

Cari e amati figli!
Vi ho benedetti con grande affetto!
Sono stata immensamente felice per questo momento di fede, per questo momento di preghiera, in cui Dio ci ha portato tutte le grazie, tutte le benedizioni necessarie ed efficaci per la crescita spirituale. Sono per tutti i figli e le figlie, i membri di questa comunità e i figli che sono qui, i pellegrini di fede, pellegrini che sono venuti per incontrare la Pace, le benedizioni e soprattutto la vera conversione e il cambiamento di vita.

È meraviglioso ascoltare il Cielo ed è molto più bello sapere che anche il Cielo ci ascolta, ed è per questo che Dio ha una misericordia così bella e un amore così grandioso verso ciascuno di voi.

Rimanete nella pace! Vi auguro un giorno di pace, un pomeriggio di pace! A chi mi ha offerto questi bellissimi fiori, io dono il mio Cuore di Madre.

Ora vado, il Signore mi chiama. Ecco la Serva del Signore!