Categorie
2002

01.01.2002

Cari e amati figli!
Con grande sapienza voglio chiedere a Dio, a Gesù e al Divino Spirito Santo di illuminare ciascuno di voi, figli e figlie qui presenti, iniziando quest’anno con una devozione bellissima, in preghiera per la pace!

E anche con un proposito maggiore di santità, umiltà, carità, amore e timore di Dio.

Oggi camminiamo in costruzione della più grande ricchezza del mondo, che è la grazia di Dio nei nostri cuori. Dio ci ha mostrato in modo bellissimo il suo grande amore!

E oggi siamo qui disponibili a viverlo! Ecco perché Gesù si sente consolato dal vostro affetto, dal vostro amore. Quella tenerezza che si trova nel profondo della tua anima, perché Dio vive in te.

Allora, nonostante l’enorme battaglia che ci attende – tribolazioni, sofferenze, tristezze, egoismo, povertà di spirito – iniziamo quest’anno con molta volontà di essere quello che il Cielo realmente desidera da ciascuno di noi, e questo è quello che serve.

Affida a Dio la tua vita e chiedigli di essere interamente modellato da Lui, trasformato da Lui, perché Gesù ha il potere di lavorare i nostri cuori!

Chiedo tanto a Gesù di fare in modo che questa grandissima ricchezza spirituale vi porti ad essere più sereni, più sapienti, più degni e veri.

Nessuno può vivere senza Dio! Questo è il tema principale del figlio fedele, del figlio devoto, del figlio che desidera servire Dio senza misurare l’amore.

Ed è così necessario in questi giorni – specialmente in quest’anno, che sarà un anno di tribolazione – che l’amore sia realmente una presenza viva nella vita delle persone.

Perché, figli? Perché verrà il giorno in cui l’uomo piangerà per questo poco amore che ancora esiste, perché la situazione, per quanto riguarda il sentimento dell’amore, peggiorerà sempre più.

L’uomo ha limitato completamente sé stesso, l’uomo non è più uno specchio di vita, l’uomo non si rispecchia più in Dio.
L’uomo oggi si preoccupa molto per i suoi grandi interessi umani e non si preoccupa più del grande obiettivo spirituale, di iniziare un anno con più devozione, cercando la santità, cercando di evitare l’errore, il peccato, la sofferenza, cercando di essere forte.

Tu sei prezioso, ma spesso ignori il tuo valore!
Sono sicura che in quest’anno, in questo nuovo anno, avete bisogno di riscoprire questa ricchezza che è dentro di voi, perché nulla sarà facile! Non pensate che – dato che è finito l’anno della purificazione, dato che si è concluso un anno difficile – potete aspettarvi un anno facile. Non è così. Aspettate la volontà di Dio!

La sofferenza arriva perché è causata dalla mancanza di prudenza delle persone, dalla mancanza di timore di Dio e di messa in pratica del Santo Vangelo.
Cristo stesso vi ha mostrato che la difficoltà esiste solo perché l’uomo la cerca, perché Dio è diventato il canale della virtù e della gloria per le persone, ma le persone non sanno dargli valore.

Allora vorrei chiedervi, figli, iniziando quest’anno dedicato alla pace, di pregare per la pace e per il Santo Padre, il Papa. Chiedete di essere guariti nel profondo del vostro cuore, chiedete a Gesù di fortificarvi con il sangue misericordioso della sua immensa Misericordia, perché il mondo ne avrà bisogno, voi ne avrete bisogno. Avete bisogno di essere molto forti.

Gesù vi ha detto che arriverà una tristezza molto grande, una paura molto grande, una disperazione molto grande, ma Egli non vuole vedere nessuno di voi disperato, vuole vedervi, nel momento del dolore, davanti a Lui, davanti al Santissimo Sacramento, pregando e chiedendo a Lui forza. Ed Egli vi darà forza!

Mi dispiace vedere che a volte il problema più grande che avete è la mancanza di fede, perché Dio vi ha dato tutto, e voi molte volte diffidate tanto di Dio.

Allora sii più sapiente. Vivi di più la fede, vivi di più l’amore, evita di giudicare, evita di condannare, evita di far parlare per primi i tuoi occhi, lascia parlare per primo il tuo cuore. Lascia agire il tuo cuore e tutto verrà in aggiunta. Tutto! Tutto verrà in abbondanza! Allora lascia agire il tuo cuore.

Nell’ora della paura, nell’ora della disperazione, non arrenderti alle trappole del nemico, sii forte e ricorda che Gesù sarà con te.

Ripeti, come disse Cristo: “VATTENE!”. E il nemico se ne andò e gli angeli del Cielo vennero incontro al Figlio di Dio. Allora gli angeli del Cielo verranno incontro anche a voi, figli, tutti voi avete un Angelo protettore, l’Angelo che vi protegge, l’Angelo che è per voi una guardia divina, l’Angelo che vi custodisce.

Proprio come esistono le guardie del mondo, le guardie che ci conducono al Cielo sono gli angeli del Signore, perché ci proteggono giorno e notte senza sosta, aprono i nostri occhi, le nostre orecchie, ci danno discernimento. Quante volte vedi il pericolo di fronte a te e da solo cadresti, ma hai l’Angelo che ti protegge e tu vedi l’unzione dello Spirito Santo, la fortezza dello Spirito Santo nella tua anima, nel tuo cuore.

Allora affida di più a Gesù la tua vita, il tuo cuore, la tua anima. Fai sempre un esame di coscienza, esamina bene la tua coscienza, sii prudente, abbi volontà di bene, lotta per il bene, fai di quest’anno un anno di pace, anche di fronte alla sofferenza che arriverà in modo ardente, difficile.
Vivi quest’anno alla presenza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
In questo momento voglio darvi la mia benedizione.

in questo momento la Madonna benedice i presenti

Cari figli!
Vi ho benedetto con tutto il mio amore di Madre!

Ho benedetto i figli e le figlie qui presenti, i bambini, i giovani, i padri, le madri e i missionari.

Non dimenticherò mai di benedire ogni figlio perché, in questo tempo di tribolazione, tutti avranno bisogno di protezione.
Ecco perché Gesù mi ha chiesto di ricordarvi dell’Angelo che vi protegge, perché quante volte vi lasciate svuotare da questo mondo di dolore, da questo mondo di tristezze e dimenticate che il mondo vero – la Misericordia di Gesù, la benedizione del Cielo – è una presenza viva e che gli angeli vi proteggono.

Come Gesù Cristo vi ha detto, si tratta di una protezione incessante, perché Dio non si stancherà mai di proteggere i suoi figli!

Allora dedicate quest’anno alla preghiera per la pace!
Siate forti, iniziate quest’anno con gioia, con grande sapienza, con grande amore e fate d’ora in poi la volontà di Dio nella vostra vita. Vincete per amore! Soffrite per amore! Ma non perdete la fede!

Perdi tutto, figlio, ma non perdere la fede! Non perdere la tua anima!

A tutti quelli che mi hanno offerto bellissimi fiori, dono il mio cuore di Madre.
Ora vado, il Signore mi chiama! Ecco la Serva del Signore!