Categorie
2007

13.08.2007

Cari e amati figli!
Oggi, nel silenzio di questo giorno, vogliamo chiedere a Dio e a Gesù tutte le grazie necessarie per l’edificazione spirituale della nostra comunità fraterna, di fronte alle tante tribolazioni, sofferenze spirituali, malattie spirituali, vissute oggi da tutte le persone che sono cadute in un’infermità spirituale, che sono molte.

Siamo in un tempo in cui dobbiamo prenderci molta cura della nostra spiritualità, della nostra anima, del nostro cuore. Per poter essere veramente quello che Dio vuole che siamo: autentici, sapienti, sereni, semplici, ma consapevoli. Dobbiamo avere una grande consapevolezza.

Cosa vuole Dio da noi?

Perché questi Tempi Finali stanno causando tanta paura nella vita delle persone?

Perché le persone cadono in questo squilibrio?

Questo squilibrio che sta arrivando, e che stiamo vedendo nitidamente, è conseguenza della paura. Le persone oggi non sono preparate, non hanno un’anima forte, un cuore forte. E hanno sempre paura. Paura di guardare le difficoltà, paura di vincere le tribolazioni, paura di superare i problemi: ecco da dove proviene questa situazione di squilibrio.

Allora oggi dobbiamo avere questa consapevolezza. Siamo qui in una cappella, questo è il momento della preghiera, è il momento in cui incontriamo il Cielo, ascoltiamo il Cielo, riceviamo la Parola di Dio. In questo momento, una delle cose di cui abbiamo più bisogno è che il nostro cuore sia veramente forte, perché stiamo ricevendo il nutrimento del Cielo. Se il nostro cuore è forte, allora riusciamo a ricevere questo nutrimento.

Oggi ci sono persone che hanno il cuore fragile, e ciò che rende fragile il cuore è il peccato. Le persone sono costantemente nel peccato, nella vita di peccato, e finiscono per diventare persone deboli. E la persona debole non ascolta Dio, perché è nel peccato. Non è consapevole che quello che ascolterà dal Cielo è ciò che le darà forza per vincere questo male, che oggi la sta uccidendo spiritualmente. Perché il peccato è quella malattia che uccide le persone spiritualmente.

Oggi vediamo, nel mondo e in Brasile, molte persone con questa malattia. Cosa causa il peccato nella vita di una persona?

Molte volte, per mancanza di una saggia preparazione e di consapevolezza, finisci per dimenticare che il peccato può danneggiarti così tanto, può farti così tanto male. E oggi siamo qui per nutrire bene i nostri cuori, per non permettere che questo male accada.

Ma dato che stiamo vivendo i tempi finali, questo male verrà e voi lo vedrete. Lo percepirete, lo sentirete. La prima cosa da fare è avere consapevolezza. Perché il demonio vuole portarvi alla pazzia, figli.

In diversi messaggi, specialmente in questo tempo in cui avete iniziato a vivere i tempi finali, vi ho avvertito dicendo: “Figli miei, il demonio vuole farvi impazzire. Non vuole che nessuno sia consapevole, abbia un cuore davvero forte, un’anima forte. Vuole persone impreparate, squilibrate, che non sappiano reagire in modo sapiente”.

Perché tu sai che camminare con Dio è una delle cose più pure, naturali e semplici che esistano. Dio non ci chiama a vivere dei sogni, Egli ci insegna a realizzare quello che veramente sognamo.

Quindi, oggi vogliamo un mondo migliore? Lottiamo per questo mondo migliore. Desideriamo la pace? Lottiamo per questa pace. Perché Dio agisce in mezzo a noi nel modo più semplice e naturale. Egli ci mostra che la sua manifestazione – in questo momento Io vi sto manifestando il ​​Cielo, sono qui in corpo e anima – è qualcosa di così puro, di così semplice, qualcosa che ci porta davvero una pace così grande, una pace interiore così profonda.

Quando siamo alla presenza di Dio, nel momento in cui il Cielo è in mezzo a noi, vediamo la naturalezza delle cose. Perché Dio fa le cose nel modo più semplice possibile e noi vediamo questa semplicità, sperimentiamo questa semplicità. Potete dire che è da tanti anni che sperimentate questa semplicità.

L’unica cosa che sappiamo essere magnifica, è che questa semplicità cambia le nostre vite, come ha cambiato la vita di tutti voi che siete qui, attraverso la ricerca di quello che volete: che è un mondo migliore, il Regno di Dio, il ritorno di Gesù in questo mondo, il Trionfo del mio cuore immacolato.

Allora questo è qualcosa che tu desideri, che Dio stesso vuole, che la Santissima Trinità vuole che avvenga. Perché in questo mondo in cui le persone sono stanche – stanche di vedere dolore, stanche di vedere sofferenza – quando improvvisamente si rendono conto che, oltre alla sofferenza della carne, ce n’è una più grande, quella spirituale, entrano in uno squilibrio totale, non sono nelle condizioni di avere consapevolezza, di avere un fondamento buono, un fondamento forte.

Ed è allora che sperimenti quello che Gesù ti aveva detto chiaramente: ci sarebbero stati dei giorni in cui avresti preferito non essere nel mondo, qui sulla terra, perché avresti visto tante cose tristi, sofferenze così dolorose, e non avresti voluto vedere tutto questo. È quello che oggi sta accadendo all’umanità.

Quante persone non vogliono più vedere tanta sofferenza e dolore? Sono disperate per la grande sofferenza che vivono. La sofferenza c’è. Ma quando avete forza, quando siete preparati, allora la vincete, figli miei.

Ma la cosa difficile che vedo è che l’umanità non è preparata. Pochi sono quelli che hanno una preparazione, non dico totale, ma una preparazione. Di conseguenza, la situazione diventa sempre più difficile, come stiamo vedendo ora.

Quest’anno è un anno di molta giustizia, di molte difficoltà. E più passano i giorni, più vediamo queste difficoltà. La principale ricchezza che abbiamo qui è avere un cuore forte per ascoltare la Parola di Dio.

E questa ricchezza che dobbiamo avere è la nostra difesa contro il nemico. Perché il suo obiettivo sono le comunità, il popolo di Dio, le persone che pregano, le persone che seguono il cammino del Signore. Quindi queste persone sono perseguitate.

E voi siete molto perseguitati. Perché questa situazione di squilibrio si vede in tutto il mondo; in Brasile e nel mondo intero. Cosa vuole il demonio? Il demonio vuole la follia, vuole la disperazione. E tu che stai pregando qui, che entri in questa cappella, devi avere ciò che Gesù ti ha chiesto: mitezza e umiltà. Perché non serve a niente impazzire, non serve a niente lamentarsi. È necessario fare silenzio. Dio ci parla nel silenzio.

Gesù, morendo sulla Croce per ognuno di voi, si è lamentato? No. Ha fatto silenzio. Ha vissuto tutto il dolore con il più grande amore.

Allora oggi anche noi dobbiamo avere questo silenzio. Questo silenzio è nell’anima di coloro che si stanno veramente preparando per superare le forti tempeste dei tempi finali. Perché è iniziata una tempesta leggera, e già l’umanità non ha più forza. Come farà quando verrà la tempesta forte? Allora dovete prepararvi e molto, figli miei!

Oggi mentre guardavo il Cuore di Gesù – perché il mio Cuore è di Gesù, voi conoscete questa grazia, il mio Cuore è di mio figlio – ho sentito che Gesù mi stava dando tanta forza per voi, figli, da portare a voi. Perché la vostra missione è molto seria, dovrete affrontare cose molto pesanti, molto difficili, e non ha senso voler fuggire, è necessario essere forti per poter vincere, essere preparati per poter vincere.

Ed è per questo che, con grande gioia, vi darò la mia benedizione.

in questo momento la Madonna benedice i presenti

Cari e amati figli!
Vi ho benedetti con grande amore, ho benedetto tutti i cuori qui presenti. È importante che iniziate a valorizzare ogni messaggio che ascoltate figli, nel corso del vostro cammino da qui in avanti. Perché avrete bisogno di molta forza, di molto coraggio, di molta umiltà, semplicità, di molta pace.

Un cuore pieno di pace è un cuore pieno di Dio. E l’anima piena di Dio è un’anima forte. In grado di vincere le tempeste traditrici che il nemico sta preparando e che si avvicinano all’umanità.

Allora inizia a valorizzare, inizia a riflettere, chiedi al Divino Spirito Santo di darti luce. Perché è arrivato il momento della sofferenza, figli. E quello che vi farà vincere tutto questo è la grazia di Dio, è la benedizione di Dio, è l’unzione divina nella vostra vita.

Che il Padre, il Figlio e il Divino Spirito Santo vi custodiscano, vi proteggano e vi illuminino oggi e sempre.

A chi mi ha offerto bellissimi fiori, dono il mio Cuore di Madre.

Ora devo andare, figli miei figli, Dio mi chiama. Ecco la Serva del Signore.