Categorie
2012

24.06.2012

Cari figli!
La presenza dello Spirito Santo, del Padre e del Figlio in questa domenica, giorno del Signore, viene a illuminare le nostre anime; a nutrire la nostra anima e il nostro cuore. Vieni a darci questa direzione spirituale così bella che possiamo trovare solo in Cielo.

Gesù ci ha chiamato ogni giorno alla conversione, specialmente in quest’anno della Misericordia e dell’Unità.

La Parola di Dio inizia a risuonare forte nelle nostre orecchie con la richiesta del Padre: conversione, cambiamento di vita e trasformazione.

La conversione è qualcosa che fai a partire dal momento in cui desideri realmente essere quello che Dio vuole. La conversione è silenzio. Non è attraverso le molte parole, le molte promesse che ottieni la conversione. Ma attraverso il silenzio, attraverso l’ascolto della tua anima e del tuo cuore.

Non tutti quelli che gridano: “Signore!”, che dicono: “Signore!”, conoscono veramente il Signore. Ma chi ha un’anima pura, un cuore mite, umile e sereno. Questo conosce veramente il Signore e lo ama veramente.

Questa è la grande lezione che Gesù ci ha dato, che ci ha insegnato a vivere in tutto quest’anno della Misericordia. È la lezione del vero abbandono, per valorizzare quello che abbiamo. Quante persone si perdono, si distruggono, e quando se ne rendono conto è già tardi.

La misericordia di Dio è per adesso, per questo momento. Non possiamo rimandare a domani, il Cielo ci chiama oggi.

Purtroppo l’umanità è così attaccata alla materia, ai capricci e ai piaceri; si dimentica del cuore e di mettere Gesù nel proprio cuore.

Questo è il mese del Sacro Cuore di Gesù. È il mese della grande risposta che Gesù vuole da noi: il nostro sì, il nostro abbandono e la nostra umiltà. È il mese in cui offrirci a Gesù come bambini, perché Egli ha detto: “Di essi è il mio regno”. Offriamoci a Gesù con sapienza, discernimento e trasparenza. Chi vuole davvero essere di Gesù ne dà testimonianza; nel suo cuore c’è il timore di Dio, l’obbedienza a Dio, perché l’unico che ti conosce è Dio.

E tu che sei qui, figlio, che sei stato scelto da Dio per essere qui oggi, non ingannare te stesso. Inizia, a partire da questa domenica, giorno del Signore, a vedere nel tuo cuore la sete che hai di santità; la lotta che devi fare per la vera conversione e la trasformazione pura del tuo cuore. Inizia a fare la volontà di Dio oggi, non è semplice. Fare la volontà di Dio è per il grande soldato di Gesù che ha coraggio, che vince la paura, che vince la tribolazione e che vince la persecuzione.

E oggi il Cielo ci chiama ad essere vincitori, ad essere annunciatori, ad essere testimoni e a portare l’amore di Gesù a tutti i cuori che hanno sete di Gesù. Il mondo ha sete di Cristo. Basta guardare la tristezza che stanno vivendo le famiglie, i bambini e i giovani; la mancanza di affetto, protezione, l’abbandono in cui si trova l’umanità. Le persone hanno bisogno di preghiera e vivono lontane dalla preghiera, vivono lontano dal cammino della preghiera. Un cuore che ha bisogno dell’Eucaristia e che vive vuoto, perché non conosce Gesù Eucaristico.

Quindi il nostro grande amore deve essere vero. La nostra azione oggi dev’essere immediata. Non possiamo abituarci – come vivono oggi le persone nel mondo – lasciando sempre Dio per dopo; cercando soltanto di soddisfare il tuo ego umano, il tuo orgoglio, la tua vanità umana e lasciare Dio sempre per dopo.

Questo modo triste di vivere dell’umanità, porta l’umanità alle grandi ferite dell’anima. Cosa ha fatto il peccato al figlio di Dio? Lo ha reso schiavo, lo ha portato alla crudeltà, alla violenza e alla morte. Quante persone uccidono per piacere o hanno il piacere di fare il male.

Gesù ci ha insegnato che siamo immagine e somiglianza del Padre e che questo Padre è così buono, questo Padre è il bene. E oggi vediamo tante persone sulla terra così avvelenate, piene di malvagità; un mondo maledetto.

Per questo abbiamo bisogno della conversione, di questo ritorno alla Casa del Padre, della ricerca immediata delle cose di Dio; di riflettere, fermarci e vedere che il Cielo ha davvero bisogno di noi, e che siamo qui perché anche noi abbiamo bisogno del Cielo. Molto più grande di quanto possiamo immaginare o pensare, è la nostra necessità dell’amore del Cielo.

Ed è per questo che oggi, in questo pomeriggio, chiedo a voi – ai figli che ascoltano davvero, perché non tutti ascoltano, non tutti abbracciano la Parola e la mettono nel cuore – che a partire da oggi inizino ad essere evangelizzatori; ad aiutare questo mondo bisognoso, senza riparo, che attraversa la paura, che affronta i terribili abissi​​delle trappole del nemico. Mettiti davanti a Gesù come un vero soldato, come un vero operaio e inizia oggi a lavorare alla messe del Signore; a far parte di quest’opera di Dio, di questo amore di Dio. Che il tuo cuore sia veramente disposto ad essere quello che Dio vuole; specialmente tu pellegrino che oggi, tra così tante persone sulla terra, sei stato scelto dal Cielo per ascoltare la Parola che arriva attraverso il mio Cuore ai vostri cuori.

Allora ascoltate! Il Paradiso ci chiede adesso, a partire da questo momento, la nostra donazione, il nostro dialogo, la nostra vera lotta per l’essenza fondamentale della nostra esistenza, che sono le meraviglie del Cielo; che sono le cose di Dio. E che possiamo sentirci come le meraviglie del Padre; le cose celesti, che il Padre ha creato con tanta grandezza per offrirle ai suoi figli, perché il Cielo viene a noi. Questo Cielo riversa molte benedizioni e molte grazie. E tutte le benedizioni, tutte le grazie ci rendono ancora più forti, più sapienti, più coraggiosi e realmente disposti a vincere.

Dio ti ha chiamato! Ti ha affidato questa missione. Ti ha portato fino a qui! Tu che sei così fedele a Lui, apri il tuo cuore e ti senti così felice di essere qui vicino al mio Cuore Immacolato.

Vedo che molti figli che vengono in questa Valle, sono come figli assetati del Cuore della Madre, e si sentono tristi quando non possono avvicinarsi a questo Cuore Immacolato. E questo Cuore Immacolato che vi ama immensamente, prova gioia nell’offrire a Gesù i cuori più docili e umili; che sono i cuori di coloro che sono fedeli alla realizzazione del Piano di Dio.

So che molti di voi che sono qui, sono fedeli alla realizzazione del piano di Dio nella loro vita, hanno una vita di comunione, hanno una vita di preghiera, hanno una vita familiare fondata sulla roccia, superano gli ostacoli, affrontano le battaglie; ma non si perdono mai d’animo.

Dio ti ama e anche tu ami Dio. Preghi, hai fiducia, sei vigile e attento alla chiamata di Dio. Siamo davvero in un tempo di allerta!

La nostra vita è unicamente nelle mani del Padre e non possiamo fare nulla senza la misericordia del Padre.

Allora ognuno affidi il suo cuore al Sacro Cuore di Gesù. Gli offriamo la famiglia che oggi è qui presente; questa famiglia di Dio, il popolo di Dio, la Chiesa di Dio che è benedetta e illuminata. Che il Cielo possa davvero fare nella nostra vita l’opera che il Padre desidera fare; soprattutto in quest’anno della misericordia.

Con gioia e amore, voglio benedire tutti i figli.

in questo momento la Madonna benedice tutti i presenti

Cari figli!
Ho benedetto con affetto tutti i figli qui presenti. Sono stata molto felice per la vostra unione.

Oggi Gesù ci mostra la misericordia. Il momento è questo. Non possiamo perdere questo Cielo che ci illumina costantemente, irradiando unità sulle nostre vite; unità con il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Che benedice la famiglia che Dio ama. I figli sono benedetti dalla Santissima Trinità. La Santissima Trinità ci fortifica in ogni momento.

Ecco perché tu, figlio, sei fedele all’evangelizzazione – quella che Dio mi ha chiesto di realizzare in questa Valle di Preghiera – sei fedele come pellegrino; sei tu che Gesù Cristo desidera sempre trasformare, riscattare e illuminare sulla via della pace e dell’amore.

Questa benedizione di oggi è stata anche per mia figlia Terezinha, che è fedele a Dio, fedele alla sua bellissima missione e che ama stare qui per nutrire il suo cuore e la sua anima. Auguri!

Pace a tutti voi!

Siate tutti benedetti dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo.

I fiori più belli della mia anima sono i miei figli; per questo li offro al Sacro Cuore di Gesù.

Il Cielo mi chiama e ci ama immensamente! Ecco la Serva di Dio!