Categorie
2019

18.08.2019

2019 – Anno delle missioni e delle comunità
Messaggio di domenica 18.08.2019

Cari figli!
Con grande sapienza e gioia, in questo momento di spiritualità e preghiera, chiediamo allo Spirito Santo di essere presente nei nostri cuori. Che Egli ci illumini e ci conduca, perché il Cielo è la luce più grande per le famiglie, per i giovani, per i bambini.

La nostra missione è evangelizzare le famiglie. Questa missione inizia all’interno di ogni famiglia, di ogni casa, sottolineando l’importanza dell’amore alla madre, al padre e ai figli, così come la necessità del perdono.

Dobbiamo perdonare. Tante volte la famiglia ha bisogno di perdonare ed essere perdonata. Siamo qui per il Cielo, per la brezza leggera. Quando parliamo della brezza leggera, è importante che tutti sentano questa brezza leggera. In questa Valle sentiamo spesso la brezza leggera. Essa è Gesù che ci mostra che ci insegnerà come superare tutte le tempeste delle discordie, dei dubbi che porti nel cuore, delle angosce.

Molte volte porti una sofferenza che non dovrebbe neanche esserci. Hai bisogno di guarigione. È bene riconoscere che hai bisogno di guarigione, di liberazione, che sei umano. Fai errori, ma vuoi essere santo.

La cosa più importante per evangelizzare una famiglia è avere il cuore in pace. È vivere quello che Dio chiede. Dare testimonianza di vita, perché essa trascina il mondo. Non sempre le parole hanno efficacia, ma una testimonianza può trascinare una moltitudine. Dobbiamo dare testimonianza, essere un’opera di vita. Viviamo un momento di sofferenza. Quando guardo i cuori qui presenti, vedo madri che pregano la Madre per i figli. C’è molto dolore nelle famiglie. C’è molto vizio nelle case.

Dobbiamo chiedere a Gesù di essere la nostra pace. Che Egli ci insegni a superare le tempeste che cercano di distruggere il mondo.

Una delle missioni più belle che avrete in questi tempi è la lotta per la famiglia. Quello che il demonio vuole maggiormente distruggere e sta distruggendo sono le famiglie. La fraternità cresce con l’approfondimento spirituale. Quanto il demonio attacca la fraternità! Vieni attaccato anche senza accorgertene. Per questo hai bisogno di cambiare, hai bisogno di essere guarito.

Siamo in una Valle illuminata da Dio, figli! Dio ci porta qui la luce del Cielo: la Parola di Dio, la natura che ci incanta. Ci sono giorni in cui le foglie cadono e giorni in cui la natura è in fiore. Così è anche per la famiglia. Anche se nella tua famiglia cadono le foglie, Dio vuole salvarla. Questo è quello che devi pensare con amore: “Dio vuole salvare la mia famiglia!”.

Devi guardare il Cuore di Gesù, che è qui, e affidargli la tua famiglia. Chiedigli di essere la brezza leggera là dove ci sono tempeste nella tua famiglia. Dove c’è discordia, disunione. Purtroppo l’uomo è materialista. Si dimentica di essere più santo e inizia ad essere più materiale, valorizzando le cose del mondo più di quelle di Dio.

Le cose di Dio sono quelle che ci portano a Lui. Tutto quello che è materiale resterà qui quando partirai. Il tempo qui è un passaggio. Questo passaggio per te può essere anche oggi. Nessuno può dire che domani sarai qui. Il tuo presente è adesso, questo momento. Devi vivere bene questo presente.

Rimani in pace! Anche se il nemico cerca di turbarti. La cosa più importante oggi, figli, è mantenere un cuore tranquillo, un cuore unito a Dio. Dopo aver adorato Gesù, nessuno può restare nei tormenti. Innanzitutto, perché Gesù è la guarigione e la liberazione. Puoi avere molte battaglie – come avrai – nella tua casa, nella tua comunità, nella fraternità. Ma se permetti a queste cose di turbarti, è perché non stai vivendo quel momento vero con Gesù. Perché quando sei con Gesù non ti turbi, non ti senti turbato. Gesù ti tranquillizza e ti insegna a vincere.

Gesù porta una bellissima pace alla tua anima. Una pace in cui nulla ti turba. In molte canzoni e in vari momenti di riflessione, voi dite: “Non voglio permettere che nulla mi turbi!”. Questi sono momenti con Dio, momenti di fede, di realizzazione, in cui credi veramente nel potere di Dio. Anche se sulla tua casa incombe quella sofferenza più grande, quella nuvola di polvere. Ma Gesù è più grande. Egli entrerà nella tua casa e si prenderà cura di quel momento di dolore che stai vivendo.

Uno dei modi più belli per calmarsi è la preghiera. Quando prendi il tuo Santo Rosario – come state facendo adesso – e inizi a pregare. Questo ti porta una grande pace. Una pace che viene dal Cielo. È la pace che porta lo Spirito Santo. La luce dello Spirito Santo arriva nel tuo cuore, nella tua anima, nella tua vita, e tu inizi a sentire che sei in Dio. Anche se ci sono problemi, dai quali non fuggirai. Non smetterai di vedere i problemi. Al contrario, avrai piena consapevolezza della sofferenza vissuta, ma sarai nelle condizioni di vincere questa sofferenza senza essere turbato.

Il nemico vuole che tu sia turbato. Perché l’anima che non è in pace, che si lascia prendere dal vuoto e dal turbamento, cade nello squilibrio. Lo squilibrio porta alla sofferenza spirituale. Quante persone oggi si trovano in un vuoto così grande che perdono l’amore per la propria vita. Hanno pensieri tristi contro la propria vita.

Che la guarigione delle famiglie inizi in ogni persona. Ognuno deve guardare se stesso – madre, padre, figlio – ed essere consapevole che ha bisogno di guarigione. Il mondo è troppo malato. Se il mondo fosse sano, non saremmo qui ad ascoltare la Parola di Dio, a vivere questo momento con il Cielo. Tutti i cuori hanno bisogno di questo momento con il Cielo. Di questo momento in cui sentire questo Cielo.

Nulla ti può togliere questo momento di grazia. La catechesi inizia nella tua casa. Prega di più. Se c’è discordia nella tua casa, se al momento nella tua famiglia non ci può essere dialogo – perché molti non sanno ancora dialogare, fanno la guerra, la guerra che genera discordia – allora inizia a pregare. Se ancora non riesci ad avere quel dialogo sano, con la presenza di Dio, in cui riconosci quello che deve essere cambiato. Verrà il momento in cui dovrai dialogare, perché la vita ha bisogno di cambiamento, figli! Tutti i cuori hanno bisogno di cambiamento e trasformazione. Metti la preghiera al primo posto.

Fino a quando la famiglia non sarà aperta al dialogo, non fare la guerra. Perché il nemico è la guerra, il nemico è la confusione, e Gesù è la pace! Gesù è quella bella pace che genera crescita nella fede. E la famiglia deve pregare di più. Puoi anche dire che la tua famiglia non è ancora unita, ma se ci sono uno, due o tre disposti a pregare, prega! La preghiera è quella che porterà Dio alla tua famiglia.

Dobbiamo essere il più grande tabernacolo del mondo. È necessario che il nostro cuore sia un tabernacolo, così come il cuore della famiglia. Il cuore della famiglia è il più grande tabernacolo del mondo. Sarà attraverso questo cuore che Gesù porterà le beatitudini nel mondo: vocazioni sante, genitori santi, giovani santi e bambini santi.

È necessario che, in questo cammino di evangelizzazione, iniziamo a dare spazio alla riflessione su cosa sia una famiglia. Su cosa significa prendersi cura di una famiglia. Ci sono bambini che hanno bisogno di essere bambini di Dio, bambini che abbiano un’infanzia di Dio. Questo perché i bambini di oggi vengono duramente colpiti da tutti gli attacchi del nemico.

È necessario mettere l’unzione dello Spirito Santo nella famiglia. È necessario essere pieni di Spirito Santo e chiedergli sempre di aiutarci a realizzare il piano di Dio. Nessuno riesce a realizzare il piano di Dio senza lo Spirito Santo. Il dono più grande del mondo è arricchire il cuore con lo Spirito Santo di Dio. Abbiamo avuto l’onore di ricevere da Gesù la grazia dello Spirito Santo attraverso il battesimo. I cuori che hanno ricevuto il santo battesimo hanno questa grazia, questo dono maggiore. Metti in pratica questo dono.

Come puoi salvare la tua famiglia? Invocando lo Spirito Santo, conducendo una vita di preghiera, preparandoti a vincere le battaglie. Perché il nemico è terribile, figli! Non fabbrica trappole qualsiasi. Fabbrica una trappola enorme.

È di estrema importanza riflettere su quanto segue: “È facile cadere, ma è difficile alzarsi!”. È molto facile cadere in una trappola del demonio, ma è difficilissimo uscirne. Solo con la preghiera riuscite a superare queste trappole.

Le famiglie devono essere pronte per la battaglia. Pronte per la grande battaglia. In questa domenica dedicata alle famiglie – la famiglia più grande che è la Santa Chiesa, la vostra missione – accogliete la grazia dello Spirito Santo. Chiedete allo Spirito Santo e a Gesù che vengano a illuminarci, a irradiare luce su questo mondo che sta soffrendo nelle tenebre. Quanto soffrite a causa delle tenebre! È facile aprire gli occhi e vedere che Dio vuole un mondo di gioia, ma gli uomini stanno togliendo la gioia dalle loro vite. Stanno mettendo sofferenza nella loro vita, cadendo nelle trappole che sono i peccati.

Dobbiamo respirare la presenza dello Spirito Santo, crescere e maturare. Se vuoi essere un evangelizzatore della famiglia, non sarai solo. Nessuna famiglia evangelizzerà da sola. La missione è delle famiglie, delle famiglie missionarie. Abbiate questa missione, questa grazia.

Uscite da qui, da questa Valle – dove c’è una fraternità, una famiglia che ha bisogno di maturare per evangelizzare sé stessa, ha bisogno di crescere per moltiplicarsi – essendo uno strumento nelle mani di Dio, come Gesù desidera.

Non è difficile essere quello che Gesù desidera, figli! Egli ci aiuta. Arriva a portare la croce per noi. Tu pensi che sia difficile, perché il nemico ti fa credere che sia così e ti invita a cedere. Ma io, come Madre di Dio, vi dico: “Andate avanti, figli, perché la missione è bellissima, è meravigliosa!”. Nel servire Dio, mettendo la preghiera nelle vostre case, sentirete che le vostre case si trasformano, si rinnovano. Allora direte, insieme alla Madre di Dio: “Non riesco e non posso più stare senza Dio nella mia casa!”.

La grazia di Dio nella tua casa è così bella che non vorrai più restare senza questo amore. Il nemico si vince con la preghiera, con forza, con fede, in questo anno delle missioni e delle comunità. Questa è una Valle di grazie e benedizioni. Siate davvero famiglie che annunciano l’amore, la preghiera, la buona novella che è Gesù Cristo. Oggi e sempre: Gesù!

Con amore, voglio darvi la mia benedizione.

in questo momento la Madonna benedice i presenti

Cari figli!
Benedire tutte le famiglie è un dono per me. Poiché Dio mi concede tanti doni, gli chiedo sempre di benedire questi fiori per la guarigione e liberazione dei malati nel corpo e nell’anima. Chiedo a Gesù anche il dono di benedire le famiglie.

Oggi Gesù parla in modo grandioso ad ogni famiglia. Questo messaggio di oggi è stato per la famiglia. Egli ci parla di questo amore, di come crescere nell’amore. Le famiglie hanno bisogno di Dio. Se avremo la grazia di essere il più grande tabernacolo del mondo, allora saremo evangelizzatori delle famiglie che hanno bisogno di essere evangelizzate.

Possiamo sentire Gesù in mezzo a noi tutto il tempo nella brezza leggera, mostrando che Egli calmerà tutta la sofferenza nella tua casa, perché Egli è la luce del mondo. Gesù è la luce del mondo! Chiedi allo Spirito Santo, perché Gesù ti ha dato la grazia di ricevere il battesimo, che illumini la tua famiglia. Quando lo Spirito Santo entra nel cuore della famiglia, essa si converte. La luce cancella le tenebre, figli! E le famiglie oggi sono nelle tenebre, per questo hanno bisogno di luce. Dobbiamo dire: “Vieni, Spirito Santo, a illuminare le nostre famiglie!”.

I fiori più belli che mi avete offerto oggi siete voi, a cui offro il mio Cuore. Faccio gli auguri a chi compie gli anni. Ci sono molti figli che ringraziano Dio per il dono della vita. Aprite il vostro cuore e ringraziate Gesù, perché siete il tesoro del Padre! La vostra vita è un dono di Dio. Dio vi ha dato la grazia di essere figli e figlie benedetti. Valorizza la tua vita e ringrazia per questo prezioso dono.

Auguro a tutti la pace. A tutte le famiglie auguro la pace.

Ecco la Serva di Dio, Maria, l’Immacolata Concezione, la Madre della Pietà, ed ecco che il Signore mi chiama!