Categorie
2019

29.09.2019

Cari figli!
Che la grazia e la benedizione di Dio, così come la protezione degli arcangeli, portino nella vita di ciascuno la pace, la serenità e la sapienza. Che Gesù possa guarire e liberare tutti i malati nel cuore e nell’anima.

Nel silenzio di questo pomeriggio, in questo momento di ringraziamento a Dio, affida a Lui la tua vita e le tue necessità. Tutti hanno bisogno di Dio. Tutti, figli! Perché un figlio ha sempre bisogno del Padre. Per quanto possa essere ribelle questo figlio, un giorno torna alla casa del Padre e chiede perdono, perché sa che il Padre lo ama. Sa che il Padre lo perdona sempre. Questo è il cammino del popolo di Dio.

Questi sono tempi di molta sofferenza, soprattutto nelle famiglie. Sono tempi in cui dobbiamo lottare per la vita, difendere la vita, in particolare quella dei piccoli innocenti. È tempo di prendersi cura dei giovani.

Un giardino ha bisogno di essere curato. Ogni giorno devi prenderti cura del giardino, perché ci sono molte insidie ​​nella vita di questo giardino che è la famiglia. Il nemico vuole sempre distruggere la tua famiglia. Questa famiglia che è sacra agli occhi del Padre. Per questo ci sono persecuzioni, discordie e guerre all’interno delle famiglie. La famiglia ha bisogno di guarigione, di liberazione, compresa la Chiesa e l’intera famiglia di Dio.

L’uomo deve avvicinarsi a Gesù così come Gesù si avvicina a noi: con immenso amore. Egli vuole sempre accoglierci, proteggerci, difenderci. Nei momenti in cui senti che non ci sono più soluzioni ai tuoi problemi, Gesù ti porta in braccio. In quel momento senti quanto l’amore di Dio ti sostiene.

Il mondo sta avanzando verso il momento in cui sentirà questo amore di Dio. C’è così tanta sofferenza che l’uomo non riuscirà più ad andare avanti da solo. Da solo non riuscirà a vincere. Per questo ha bisogno di Dio, ha bisogno del Cielo. Ha bisogno della Misericordia di Dio. Ha bisogno di aprire il cuore e affidare totalmente la sua vita a Dio.

Questo è l’anno delle missioni, è l’anno missionario. Ogni missione è un servizio missionario. E ogni missionario vive in una comunità, ha una missione nella sua comunità. Voi avete una missione. Essere missionari è la vostra missione!

In quest’anno, il popolo di Dio ha incontrato tante battaglie. Tante battaglie, figli! Il nemico è furioso. Ha una furia enorme, vuole distruggere. Egli stesso è la distruzione. Ma noi vediamo Gesù, che è la grazia. Dove arriva Gesù, arriva anche la vittoria! Sentiamo che Gesù si è avvicinato sempre di più a noi, a ciascuno di noi. Egli è la vittoria. Quando Gesù si avvicina, la prima cosa che ottieni è la vittoria. In ​​Cristo trovi una forza enorme!

Il mondo è una seduzione per chi si è perso nelle trappole del demonio. Ogni giorno il demonio lo seduce un po’ di più e lo distrugge. Chi ha l’illusione di essere felice, non lo è! L’uomo è felice solo quando è davanti a Gesù. Davanti a Gesù incontrerà delle lotte. Ecco perché molti, quando iniziano a camminare con Gesù, dicono: “Signore, perché questo cammino è così difficile?”.

Nel momento in cui inizi a camminare con Gesù, arriva la prova. Perché il nemico vuole distruggerti. Non vuole che cammini. È in questo momento che è Gesù ti mostra la tua ricchezza.

Oggi state celebrando la festa dei Santi Angeli. Se sapeste chi è l’Angelo che vi custodisce, chiedereste la sua protezione in ogni momento. Tu sei protetto da un Angelo. È lui che ti dà la forza per essere missionario e che combatte il demonio. È un Angelo che intercede per la guarigione spirituale del tuo cuore e della tua anima. I Santi Angeli hanno la grazia di custodirci.

Quando ti rivolgi a Gesù e gli chiedi: “Signore, perché ci sono tante prove?”, immediatamente Gesù mette un Angelo a custodirti e difenderti. Quanto più combatti e soffri, tanto più Dio ti protegge.

Così è la vita di tutta la famiglia di Dio, la Santa Chiesa. Guarda la testimonianza dei santi. Come hanno vissuto? Come hanno dato testimonianza? La più grande testimonianza dei santi è stata dare la vita per mettersi al servizio delle cose di Dio. Hanno sempre vissuto per servire Dio. Hanno sofferto molto perché hanno amato Dio al di sopra di tutto! Hanno dato la loro testimonianza di vita portando una croce pesante.

Oggi, nella vita missionaria, Dio vuole figli santi. Dio non vuole figli qualunque, perché Egli non ha creato figli qualunque. Ha creato figli a sua immagine e somiglianza. Dio vuole che siate figli santi.

Quando guarderete la vostra missione e direte a Gesù: “È difficile! La croce è grande!”, Gesù vi prenderà in braccio con immenso affetto e non sentirete il peso della croce. Sentirete che Gesù vi sta portando in braccio. Sono certa che molti di voi hanno già fatto questa esperienza. Ci sono padri, madri, giovani e bambini che hanno già fatto questa esperienza.

Sta arrivando una sofferenza silenziosa per il mondo. Una sofferenza causata dalla disobbedienza dell’uomo. Invece di prendere in mano il santo rosario e pregare, spesso le persone permettono che il demonio si prenda gioco di loro. Ci sono molti giudizi, critiche e persecuzioni.

Io guardo sempre i miei figli. Io vi amo molto, figli! Sono qui con voi da tutti questi anni per volontà di Dio. Compio qui una missione di madre: Madre di Piedade, Madre di questa Valle di Luce, Valle dell’Immacolata Concezione. Vedo che quello che vi manca di più è l’umiltà. Umiltà, figli! Nella vostra missione, non riceverete solo fiori. Riceverete anche spine. Quando ricevi una rosa, rimani incantato dalla sua bellezza, ma ogni rosa ha le spine. Quanto più bella è la rosa, tante più spine ha. Così è la vostra vita come missionari.

Ma spesso, quando arriva la battaglia, anziché fare silenzio volete giustificarvi. Questa è mancanza di umiltà. Quando abbiamo Dio e il nostro Angelo Custode, nel vedere la persecuzione non dobbiamo cercare di giustificarci, ma pregare! Perché vogliamo amare sempre.

Il mondo ha un’unica via da percorrere: Gesù! Questa è la via della verità e della vita. Seguire questa via non è per un figlio qualunque, ma per i figli fedeli a Dio: figli di preghiera, che danno testimonianza di fede, che temono il Signore, che amano il Signore.

Il timore di Dio è rivestito dall’amore verso Dio. Chi lo ama, vive tutto secondo la Sua volontà. Quando ami Dio, anche quando sei perseguitato, perché sarai perseguitato – ecco perché ci sono gli angeli che ti custodiscono – non cercherai mai di giustificarti.

Nel mondo di oggi ognuno ha il suo modo di pensare. Ognuno pensa una cosa diversa. L’umanità è cresciuta notevolmente nella scienza umana, ma non nella scienza dello Spirito Santo. La scienza dello Spirito Santo è l’umiltà, l’affidamento, la fiducia, la dolcezza, la tenerezza e la mitezza. Ma il mondo non è cresciuto in questa scienza. Può anche essere cresciuto nella scienza dello Spirito Santo, ma è cresciuto ancora di più nella scienza umana, dell’informazione, della divulgazione. Ha dimenticato di crescere nella scienza della maturità, che è lo Spirito Santo di Dio. Questa scienza ti porta a pregare, anziché giustificarti!

Hai sofferto in un combattimento? La buona battaglia si fa con la preghiera. Il demonio è rumoroso. Vuole il rumore. Se la tua casa si trova in clima di guerra e tu entri attaccando, farai più guerra. Mentre se entri pregando e facendo silenzio, le persone che sono in guerra faranno silenzio. La preghiera ha il potere di fermare la guerra. La vittoria più grande che hai tra le mani è la preghiera! Quando preghi riesci a far cadere una guerra familiare, un conflitto che è nato dentro la tua casa.

Quando preghi – quando chiedi aiuto ad un angelo, che sia l’Arcangelo Michele, l’Arcangelo Raffaele, l’Arcangelo Gabriele o l’Angelo Custode, quando ti rivolgi a questa enorme milizia celeste – chiedendo a Dio protezione, Dio ti concederà la grazia. Esistono milioni e milioni di angeli nel mondo, figli. Dio vi darà sempre questa protezione. Perché voi, figli, siete i gioielli di Dio. I figli sono la ricchezza di Dio. Siete voi, figli!

Perché esistono i santi? Essi sono stati strumenti che hanno vissuto la volontà di Dio. Perché tu sei qui oggi? Perché Dio vuole che anche tu sia santo. Avremo santi nei giorni di oggi, perché Dio ha creato i suoi figli per essere santi.

Ci sono figli che amano tanto Dio e dedicano la propria vita a Lui. Sono testimoni e, proprio per questo, soffrono molto. Subiscono attacchi, critiche, persecuzioni. Versano lacrime!

La vita dei santi è stata una vita di lotta, ma anche di grazia e di guarigione. Ecco perché oggi possiamo contare sull’intercessione di questi cuori meravigliosi, che sono stati graziati dalla bontà di Dio.

Voi affronterete un combattimento enorme. Pensa alla guerra che verrà, sarà una guerra che colpirà il mondo da dentro, nel cuore, causando depressioni e malattie spirituali, che causeranno disturbi del corpo e sofferenze temporali. Per questo, devi combattere. Devi vincere! E vincerai con il silenzio e con la preghiera.

Dato che questa è la domenica dedicata ai Santi Angeli, ricordatevi dell’importanza del combattimento. Non restare triste se qualcuno ti fa una critica costruttiva. Il nemico vuole la disunione e l’avidità. Tu puoi avere la prosperità che viene da Dio e anche la carità. Ma se sei avido, sarai in peccato grave. Molto grave. L’avidità fa male.

Hai bisogno di una sola cosa: guadagnare il Cielo! La Terra passa. Cerca il Vangelo, che ci invita a vedere le nostre ferite, dove sono e come sono. Chiediti come stai curando le tue ferite: superbia, invidia, avidità, gelosia, menzogna, pigrizia. Dov’è questa ferita che tanto distrugge? È una ferita che porta ai vizi e alla distruzione del giardino di Dio, che è la famiglia. Gesù ha detto che la famiglia è sacra.

Perché vi ho detto che questa Valle è sacra? Perché qui c’è una fraternità. Una famiglia fraterna è sacra. Dovete cercare questa essenza, questa formazione. Dovete maturare. Il nemico cercherà di distruggere il sacro. Per questo dovete pregare per le famiglie, per la Santa Chiesa, per le vocazioni sacerdotali e matrimoniali.

Da un matrimonio esce un sacerdote, un missionario, un padre di famiglia, una madre di famiglia. Se sono il frutto di un matrimonio benedetto, saranno benedizioni per il mondo.

Come sei stato nel tuo matrimonio? Il tuo matrimonio è l’esempio di come sarà la tua famiglia, di come saranno i tuoi figli. Se tu sei malato – se vivi in​​peccato grave – i tuoi figli saranno contaminati da questa sofferenza. Raccogliamo quello che seminiamo. Abbiamo la grazia di seminare e anche di raccogliere. Pertanto, dobbiamo avere zelo per la santità.

È il tempo del missionario, l’anno delle missioni. Questo è l’anno delle comunità, dello zelo per le cose di Dio, per le cose sacre. Dobbiamo prenderci cura delle nostre famiglie, prenderci cura della nostra comunità, prenderci molta cura dei nostri figli – educarli nella fede, catechizzarli nell’amore, insegnare loro a pregare e ad apprezzare il gioiello della vittoria, che è la preghiera.

Voi avete questa bella catechesi qui in questa Valle di preghiera, in cui sperimentate la condivisione, il miracolo della moltiplicazione del pane, che è il frutto della carità, della fraternità. Qui devi guardare l’altro e amarlo di più. Qui guardi le tue ferite.

Tanti santi hanno avuto ferite aperte nel corpo, hanno sofferto per dare l’esempio che è mille volte meglio avere una ferita nella carne che una ferita nell’anima.

Hai bisogno di riconoscere il valore della tua fede. Hai una Chiesa che sei tu, che è viva. Le pietre vive del Signore sono i suoi figli – l’opera è viva! All’interno di un santuario, la ricchezza sono i figli di Dio. La tua casa è il santuario più grande del mondo. È lì che Gesù vuole abitare, vuole regnare. La chiesa fatta di mattoni è la casa che ospita i figli di Dio per il momento più sacro del mondo, quando ricevi Gesù, Colui che toglie il peccato del mondo. La famiglia di Dio è bellissima!

In questo giorno così speciale, in questa domenica in cui state ancora festeggiando e ringraziando per le grazie concesse in questo santuario, per i 32 anni di missione della Madre di Piedade insieme ai figli che Dio conduce a questo luogo di fede, di preghiera. Egli mostra che la cosa più importante qui, la più grande testimonianza, sei tu! Sei tu che devi illuminare il mondo. Sei tu che devi accendere questa fiamma che è dentro di te.

Oggi Dio ci chiede zelo, preghiera. Ci chiede di essere zelanti, di pregare per la Chiesa, per le famiglie, per ogni missionario. Questo è il tempo dei missionari, che avranno una missione di lotta per il Trionfo del mio Cuore Immacolato.

Il nemico sta cercando di distruggervi, ma noi distruggeremo il nemico. Insieme, figli, lo distruggeremo con il potere della preghiera e della Santa Eucaristia, che è Gesù. Dovete camminare con lo sguardo rivolto allo Spirito Santo. Dovete comprendere che è lo Spirito Santo che vi illumina nel modo più bello che esiste, nel modo vero. Siamo illuminati dallo Spirito Santo. Chi vive con lo Spirito Santo vive la verità e vincerà! Voi vincerete, figli! Maria, l’Immacolata Concezione, vedrà la vittoria dei suoi figli! Vincerete, figli, per la grazia e la bontà della Santissima Trinità.

Con amore, in questo momento voglio darvi la mia benedizione.

in questo momento la Madonna benedice i presenti

Cari figli!
Vi ho benedetti con gioia, perché vedo la ricchezza che c’è in ogni figlio di Dio. Questa bellezza è la presenza di Dio, in particolare l’amore di Dio, che è Cristo stesso, il Figlio di Dio.

Sento Gesù molto presente in ogni cuore e anima – in ciascuno di voi. Sento anche che sarete protetti dai Santi Angeli e avrete molta pace. Ci sarà lotta, ma ci sarà anche pace, perché Dio è la nostra pace.

Questo messaggio ci chiede zelo per le famiglie, per la santità delle famiglie. Ci chiede anche preghiera per la Santa Chiesa. Non dimenticate di pregare ogni giorno per la Santa Chiesa.

Chiedo allo Spirito Santo di far risplendere la sua luce. È necessario che tu capisca che esiste un enorme mistero di Dio sulla terra. Dio agisce nei suoi figli. E lo Spirito Santo è la sapienza dei figli.

Questo è il motivo per cui Gesù ha detto, in questo messaggio, di non cercare solo la conoscenza della scienza umana, ma della Scienza Divina che è lo Spirito Santo. Avrete molto bisogno di questa scienza. Avrete bisogno di molta luce, di pregare per la Santa Chiesa, per il Brasile e per tutta l’umanità.

Ogni giorno, nel silenzio del tuo cuore, chiedi a Gesù: “Guariscimi, Signore!”. Egli vi guarirà, figli! Vi libererà dal male più grande, che è il peccato.

Faccio gli auguri a chi compie gli anni. Che Dio vi faccia un unico dono: la pace! La pace sia con noi. Questa pace è Dio stesso.

I fiori sono stati benedetti. Chiedo a Gesù di benedire questi fiori. È mio figlio che benedice questi fiori per la guarigione e liberazione dei malati nel corpo e nell’anima. Che tutti rimangano in pace.

Ecco la Serva di Dio, la Madre di Dio, l’Immacolata Concezione, ed ecco che il Signore mi chiama!